Home » Recensioni » “Re della Terra selvaggia”: la natura offesa vista dagli occhi di una bambina:

“Re della Terra selvaggia”: la natura offesa vista dagli occhi di una bambina

febbraio 7, 2013 Recensioni

L’intero universo si regge sull’incastro perfetto di tutte le cose. Se un pezzo si rompe, anche il più piccolo, l’intero universo si rompe”. Queste sono le parole di Hushpuppy, una bambina di cinque anni che vive con il papà Wink in una comunità sul delta del Mississippi, in Louisiana. Il film Re della Terra selvaggia (Beasts of the Southern Wild) - in uscita oggi in Italia con la distribuzione di Satine Film – racconta la sua storia. Padre e figlia abitano nella comunità di Bathtub (“La Grande Vasca”), così soprannominata per le caratteristiche paludose del territorio. I due sono legati da un rapporto controverso, ma molto profondo. Grazie al padre, Hushpuppy impara come sopravvivere in un luogo così aspro e difficile. Ma le cose sono destinate a complicarsi. Il papà si ammala gravemente e parallelamente la natura circostante comincia a essere spaccata da improvvise calamità: la temperatura aumenta, i ghiacciai si sciolgono e arriva un esercito di creature preistoriche chiamate aurochs. Hushpappy sa che suo padre non avrà ancora molto tempo da vivere, così decide di partire alla ricerca della madre.

La pellicola è stata diretta da Benh Zeitlin, alla sua prima esperienza di lungometraggio, che  ha adattato la pièce Juicy and Delicious di Lucy Alibar, amica di vecchia data del regista. Presentata al Sundance Film Festival 2012, si è conquistata il premio della giuria e da quel momento non si è più fermata. A Cannes si è aggiudicata la Camera d’Or, il premio riservato alle opere prime, mentre proprio recentemente è stata nominata agli Oscar come miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura non originale e miglior attrice. Per questa nomination in particolare, il film detiene un altro primato perché la piccola interprete, Quvenzhané Wallis, è la più giovane attrice candidata nella storia degli Oscar. Ad aumentare l’interesse che ha suscitato questo film, anche la produzione completamente indipendente, realizzata con meno di due milioni di dollari, una cifra davvero ridotta per gli standard statunitensi.

I motivi di tanto successo risiedono in un mix di fattori che il regista, in un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, sintetizza così: “È un film a cui hanno lavorato tutte persone che non avevano mai fatto un film prima d’ora, non segue proprio lo svolgimento normale cui siamo abituati, ma al tempo stesso è tratto da un’opera teatrale quindi ha dentro di sé tanti elementi che tutti conoscono e riconoscono, come i racconti popolari e le fiabe. Penso sia un ponte riuscito tra la semplicità dei film commerciali e le ambizioni artistiche di quelli di nicchia che alla fine somigliano più a E.T. che ai film di Cassavetes”. Persino il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, in un’intervista a People Magazine, ha dichiarato che durante la visione del film tutte le persone che erano con lui, adulti e bambini, sono stati catturati da una storia così eccezionale.

Dotato di una poetica non comune, Re della Terra selvaggia è riuscito a non cadere nei facili cliché dei film con bambini e animali protagonisti. Al contrario, il regista ha saputo raccontare attraverso gli occhi di Hushpuppy una realtà tutt’altro che rassicurante, la realtà di una terra selvaggia molto lontana dall’immagine degli Stati Uniti cui siamo abituati. Toccando una serie di temi che si intrecciano fra loro: la natura offesa che si difende, i bambini-adulti costretti a crescere troppo in fretta in ambienti difficili, le mille sfaccettature dei rapporti umani, la fantasia e la freschezza dell’infanzia, cui il regista consegna il nostro futuro con fiducia. Hushpuppy infatti affermerà: “Quando tutto è silenzio, vedo ciò che mi ha creato volare intorno in pezzettini invisibili e capisco che anche io sono un pezzettino di un grande, grandissimo universo”.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende