Home » Recensioni » Rinascere per caso, in mezzo a un mare di telefonini:

Rinascere per caso, in mezzo a un mare di telefonini

novembre 4, 2010 Recensioni

Marco Santochi - Rinascere per casoNel primo trimestre del 2010 sono stati venduti in tutto il mondo 314,7 milioni di telefonini (+17% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e la stima è che entro la fine dell’anno potrebbe essere raggiunta la soglia record di 1,5 miliardi di cellulari”.

Inizia così la prefazione di Andrea Di Stefano, direttore della rivista Valori, al libro Rinascere per caso (Felici Editore, € 13,00) di Marco Santochi.

La prima domanda, che sorge spontanea, è: quanto dura mediamente un cellulare, vista la frequenza con la quale se ne acquistano di nuovi? Circa tre anni, ma la maggior parte delle persone lo cambia dopo appena sei mesi, col risultato che ne viene eliminato uno ogni 10 minuti.

E dove finiscono tutti questi rifiuti tecnologici? Marco Santochi, ingegnere e docente universitario di Tecnologie e Sistemi di Lavorazione a Pisa, si interroga su questi temi in un “giallo ecologico” in cui la storia di due donne, apparentemente diverse, si intreccia indissolubilmente proprio  a causa di un cellulare e di un’aria di Puccini.

La vicenda si tinge di toni surreali mentre seguiamo Sara, da poco rimasta vedova, sulle tracce del telefonino del marito che, inspiegabilmente, a pochi mesi dalla sua morte, ricomincia a mandare messaggi. Il viaggio di Sara si dipana attraverso la realtà del riciclaggio dei rifiuti elettronici dove il confine tra legalità e illegalità si fa sottile. Pagina dopo pagina il lettore apre gli occhi su quello che realmente significa smaltire un cellulare: la maggior parte di questi rifiuti viene infatti convogliato, secondo la ferrea logica NIMBY – Not In My Back Yard, “non nel mio giardino” – in villaggi cinesi dove le varie componenti vengono smontate, le parti in plastica vengono bruciate e tutti, bambini compresi, entrano in contatto con cadmio, piombo o mercurio senza la minima protezione.

In questo scenario di degrado si inserisce il percorso di Lina, l’altra protagonista del libro, una giovane ricercatrice che si batte per cambiare le cose grazie al frutto delle sue rivoluzionarie ricerche.

Una storia che salta dal passato al presente, da una donna all’altra, con una vivacità narrativa che cattura il lettore fino all’ultima pagina in un avvincente e toccante giallo dai risvolti sociali. Un libro che fa riflettere sulla bulimia consumistica con la quale ogni giorno ci troviamo a convivere, senza pensare che domani ci verrà presentato un conto salato.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende