Home » Idee »Recensioni » “Spore”, alla scoperta (divertente) della fitopatologia vegetale:

“Spore”, alla scoperta (divertente) della fitopatologia vegetale

dicembre 2, 2014 Idee, Recensioni

Pubblicato pochi giorni fa da Daniela Piazza Editore, il saggio di Maria Lodovica Gullino, docente e ricercatrice nel campo della patologia vegetale e direttore di Agroinnova (il centro di competenza per l’innovazione agro-ambientale dell’Università di Torino), racconta la storia affascinante di alcune malattie delle piante che, in tempi e aree geografiche differenti, hanno inciso profondamente sull’economia dei Paesi del mondo. Spore, nato con intento prettamente divulgativo e scritto con un tono volutamente leggero e divertente, ha dunque lo scopo di avvicinare un pubblico più vasto rispetto a quello raggiungibile nel solo ambito accademico e scientifico, facendo conoscere il ruolo sociale della patologia vegetale e il fascino del mestiere di fitopatologo.

Tulipani con la febbre, caffè arrugginito, mele marce, arance tristi, basilico impazzito”: il sottotitolo, dal tono volutamente ironico, include già un’anticipazione degli aneddoti e delle curiosità contenute nel volume relative ad alcune delle malattie che, nella storia dell’umanità, hanno causato non solo perdite economiche rilevanti ma, in molti casi, hanno avuto ripercussioni sociali importanti. Basti pensare alla “febbre dei tulipani” del 1637 in Olanda, durante la quale un bulbo di tulipano arrivò a valere quanto un’abitazione e che venne definita da Mike Dash “la prima grande crisi speculativa del capitalismo moderno”, o all’emigrazione negli Stati Uniti di un milione e mezzo di irlandesi alla metà del 1800 come conseguenza dell’arrivo in Irlanda della peronospora della patata che, distruggendo le coltivazioni di una coltura fondamentale nell’alimentazione del Paese, lo ha ridotto alla fame. Il tutto intriso da esperienze umane e professionali dell’autrice che, accanto alle malattie “storiche”, ne descrive altre forse meno gravi, ma che hanno costituito il suo vissuto di specialista nel settore della patologia vegetale.

A distanza di 170 anni dall’arrivo della peronospora della patata in Irlanda, nonostante gli enormi traguardi raggiunti nel campo della biologia vegetale, le malattie delle piante possono ancora causare danni economici enormi nei Paesi industrializzati e fame, carestie, povertà in quelli in via di sviluppo. Tuttavia, come afferma la stessa autrice, non sempre i ricercatori sentono il bisogno di divulgare i risultati delle loro ricerche, sbagliando poiché proprio questi risultati spesso si ripercuotono spesso positivamente sull’attività delle imprese e, in ultima analisi, sulla vita di tutti noi, migliorandone la qualità.

Con “Spore”, la Gullino ha quindi voluto combinare il rigore scientifico con il piacere della lettura, raccontando la storia, l’attualità e il futuro della lotta alle malattie delle piante, combinandola con curiosità, aneddoti, persone che ha incontrato in questi anni di lavoro. Anche l’editrice, Daniela Piazza, che ha appoggiato con entusiasmo l’idea, ammette di essere stata colpita dalla possibilità di rendere piacevole, divertente e curioso un tema apparentemente così tecnico come la patologia vegetale e in questo ha visto uno stimolo e una sfida in cui ha voluto cimentarsi subito. Il volume è, tra l’altro, impreziosito dalle prefazioni di personaggi di spicco del mondo scientifico, politico e culturale: dall’attrice Laura Curino al Procuratore aggiunto di Torino Raffaele Guariniello; dall’ex Ministro per l’Istruzione e Presidente dell’Iren Francesco Profumo al giornalista scientifico Piero Bianucci; dall’ex Presidente all’Istruzione della Città di Torino, Maria Grazia Pellerino, al Presidente de La Cantina Ideale, Lamberto Vallarino Gancia.

I diritti d’autore derivanti dalla vendita di “Spore” saranno interamente devoluti a Cavoli Nostri ONLUS, una cooperativa sociale agricola che coltiva circa due ettari di terreno concesso in comodato dal Cottolengo presso la Piccola Casa di Feletto. La cooperativa vuole creare opportunità di inserimento socio-lavorativo per persone in situazione di svantaggio, come disabili psichici, intellettivi, sensoriali e fisici, vittime di violenza, discriminazioni e sfruttamento, richiedenti asilo e rifugiati; ovvero tutte quelle persone “appartenenti a una categoria che abbia difficoltà ad entrare, senza assistenza, nel mondo del lavoro”. Inoltre, tra le sue attività si propone di ampliare e garantire sostenibilità economica alle attività agricole della Piccola Casa Cottolengo recuperando terreni agricoli a rischio di abbandono, di sensibilizzare le persone all’accoglienza della diversità, facendone conoscere le potenzialità, e di promuovere un consumo alimentare consapevole e rispettoso della stagionalità dei prodotti.

Elisabetta Redavid

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende