Home » Idee »Recensioni » “Spore”, alla scoperta (divertente) della fitopatologia vegetale:

“Spore”, alla scoperta (divertente) della fitopatologia vegetale

dicembre 2, 2014 Idee, Recensioni

Pubblicato pochi giorni fa da Daniela Piazza Editore, il saggio di Maria Lodovica Gullino, docente e ricercatrice nel campo della patologia vegetale e direttore di Agroinnova (il centro di competenza per l’innovazione agro-ambientale dell’Università di Torino), racconta la storia affascinante di alcune malattie delle piante che, in tempi e aree geografiche differenti, hanno inciso profondamente sull’economia dei Paesi del mondo. Spore, nato con intento prettamente divulgativo e scritto con un tono volutamente leggero e divertente, ha dunque lo scopo di avvicinare un pubblico più vasto rispetto a quello raggiungibile nel solo ambito accademico e scientifico, facendo conoscere il ruolo sociale della patologia vegetale e il fascino del mestiere di fitopatologo.

Tulipani con la febbre, caffè arrugginito, mele marce, arance tristi, basilico impazzito”: il sottotitolo, dal tono volutamente ironico, include già un’anticipazione degli aneddoti e delle curiosità contenute nel volume relative ad alcune delle malattie che, nella storia dell’umanità, hanno causato non solo perdite economiche rilevanti ma, in molti casi, hanno avuto ripercussioni sociali importanti. Basti pensare alla “febbre dei tulipani” del 1637 in Olanda, durante la quale un bulbo di tulipano arrivò a valere quanto un’abitazione e che venne definita da Mike Dash “la prima grande crisi speculativa del capitalismo moderno”, o all’emigrazione negli Stati Uniti di un milione e mezzo di irlandesi alla metà del 1800 come conseguenza dell’arrivo in Irlanda della peronospora della patata che, distruggendo le coltivazioni di una coltura fondamentale nell’alimentazione del Paese, lo ha ridotto alla fame. Il tutto intriso da esperienze umane e professionali dell’autrice che, accanto alle malattie “storiche”, ne descrive altre forse meno gravi, ma che hanno costituito il suo vissuto di specialista nel settore della patologia vegetale.

A distanza di 170 anni dall’arrivo della peronospora della patata in Irlanda, nonostante gli enormi traguardi raggiunti nel campo della biologia vegetale, le malattie delle piante possono ancora causare danni economici enormi nei Paesi industrializzati e fame, carestie, povertà in quelli in via di sviluppo. Tuttavia, come afferma la stessa autrice, non sempre i ricercatori sentono il bisogno di divulgare i risultati delle loro ricerche, sbagliando poiché proprio questi risultati spesso si ripercuotono spesso positivamente sull’attività delle imprese e, in ultima analisi, sulla vita di tutti noi, migliorandone la qualità.

Con “Spore”, la Gullino ha quindi voluto combinare il rigore scientifico con il piacere della lettura, raccontando la storia, l’attualità e il futuro della lotta alle malattie delle piante, combinandola con curiosità, aneddoti, persone che ha incontrato in questi anni di lavoro. Anche l’editrice, Daniela Piazza, che ha appoggiato con entusiasmo l’idea, ammette di essere stata colpita dalla possibilità di rendere piacevole, divertente e curioso un tema apparentemente così tecnico come la patologia vegetale e in questo ha visto uno stimolo e una sfida in cui ha voluto cimentarsi subito. Il volume è, tra l’altro, impreziosito dalle prefazioni di personaggi di spicco del mondo scientifico, politico e culturale: dall’attrice Laura Curino al Procuratore aggiunto di Torino Raffaele Guariniello; dall’ex Ministro per l’Istruzione e Presidente dell’Iren Francesco Profumo al giornalista scientifico Piero Bianucci; dall’ex Presidente all’Istruzione della Città di Torino, Maria Grazia Pellerino, al Presidente de La Cantina Ideale, Lamberto Vallarino Gancia.

I diritti d’autore derivanti dalla vendita di “Spore” saranno interamente devoluti a Cavoli Nostri ONLUS, una cooperativa sociale agricola che coltiva circa due ettari di terreno concesso in comodato dal Cottolengo presso la Piccola Casa di Feletto. La cooperativa vuole creare opportunità di inserimento socio-lavorativo per persone in situazione di svantaggio, come disabili psichici, intellettivi, sensoriali e fisici, vittime di violenza, discriminazioni e sfruttamento, richiedenti asilo e rifugiati; ovvero tutte quelle persone “appartenenti a una categoria che abbia difficoltà ad entrare, senza assistenza, nel mondo del lavoro”. Inoltre, tra le sue attività si propone di ampliare e garantire sostenibilità economica alle attività agricole della Piccola Casa Cottolengo recuperando terreni agricoli a rischio di abbandono, di sensibilizzare le persone all’accoglienza della diversità, facendone conoscere le potenzialità, e di promuovere un consumo alimentare consapevole e rispettoso della stagionalità dei prodotti.

Elisabetta Redavid

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende