Home » Recensioni » Toxic Italy: la scioccante indagine di Pergolizzi sul mondo dei rifiuti:

Toxic Italy: la scioccante indagine di Pergolizzi sul mondo dei rifiuti

marzo 5, 2012 Recensioni

Cos’è un rifiuto? Essenzialmente il frutto di una scelta personale, politica ed economica. Una lametta la puoi usare una o mille volte, e questa è una scelta personale. Cosa, quando e a quali condizioni un materiale post-consumo diventa scarto è invece una scelta politica. Vedere una lattina di birra o una bottiglia di vino semplicemente come un rifiuto da destinare alla discarica oppure, attraverso il riciclo, considerarla come una nuova materia prima è invece una scelta culturale e soprattutto economica”.

Una sintesi precisa quella fatta da Antonio Pergolizzi nel suo libro TOXICITALY, edito da Castelvecchi (pag. 192 , 14.00 euro). Un’analisi diretta, che senza misure assegna a ciascuno la propria responsabilità, perché la questione dei rifiuti è davvero un problema di tutti.

Nel 2006 ogni cittadino europeo ha prodotto tra i 17 e i 20 chili di rifiuti l’anno per un totale di 800.000 tonnellate l’anno. Scelta personale, appunto (anche se forse le campagne di educazione e sensibilizzazione rientrano nella responsabilità politica e culturale di un paese). Di quell’improponibile quantità di rifiuti si stima che ne siano stati raccolti 108.000 e che nella maggior parte dei casi non si sa che fine facciano questi rifiuti. Se ne perdono le tracce e questa più che scelta politica diventa interesse, diventa affare: malaffare.

La monnezza oggi vale quanto la droga e più dell’oro”, i rifiuti ordinari ma anche e soprattutto quelli pericolosi: il 75% dei rifiuti tecnologici dell’Unione europea, l’85% di quelli italiani e oltre l’80% di quelli degli Stati Uniti non sono tracciabili, ma secondo uno studio della Commissione Europea del 2005 il 47% delle esportazioni di rifiuti, inclusi quelli elettronici, erano illegali e prendevano la strada verso l’India, la Cina e l’Africa.

Un giro spesso tutto italiano, che ha fatto gola alle famiglie della ‘ndrangheta e della mafia che controllano i traffici dai porti di Gioia Tauro, di Genova Voltri, di Napoli, Salerno, Trieste, Venezia e Civitavecchia.

Una fedele ricostruzione di processi e indagini, un triste viaggio in Italia, dal Nord al Sud, che ripercorre discariche improvvisate, incontra fittizie aziende agricole e ortofrutticole che servono come luoghi di smaltimento del pattume tossico, che racconta di morti e malattie effetto di questo sporco gioco.

Consuma o muori. Questo è il dettato della cultura. E finisce tutto nella pattumiera” è la citazione di Don DeLillo nel romanzo dal titolo Underworld. Sono molti i riferimenti letterari e i protagonisti della vita, del ciclo, degli scandali e degli affari che ruotano attorno alla spazzatura, citati da Pergolizzi. Dai nomi oggi più ricordati (come l’attualissimo Italo Calvino, che nel 1972 inventa la «città invisibile» di Leonia per raccontare la metamorfosi delle città e dei paesi italiani che si stanno insozzando di ogni genere di rifiuto, rischiando di venire sommersi) a Zygmunt Baumann, filosofo e sociologo polacco che ha scritto diversi saggi sulle dure conseguenze del consumismo, fino ai nomi di aziende e persone che compaiono nelle carte di inchieste giudiziarie raccolte e consultate fino al 15 gennaio 2012. Ce n’è un po’ per tutti.

Alfonsa Sabatino

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende