Home » Recensioni » Un fantastico tour (virtuale) sulle montagne dell’Alto Adige:

Un fantastico tour (virtuale) sulle montagne dell’Alto Adige

aprile 2, 2010 Recensioni

Geobrowser 3D, Courtesy of Provincia di BolzanoMeraviglie della natura, della tecnologia e della pubblica amministrazione . Per rispondere alle aspettative e alle esigenze informative  dei cittadini altoatesini, l’amministrazione della Provincia Autonoma di Bolzano ha messo a disposizione, sul web,  una serie di applicativi geografici, che permettono una facile (ed esaltante) consultazione dei dati geografici, considerati un patrimonio dell’amministrazione stessa e disponibili in maniera sempre crescente.

Si tratta dei cosiddetti WebGIS , acronimo per Sistema Informativo Geografico, le cui funzionalità si basano su tecnologie della rete internet. Attraverso questa tecnologia la Ripartizione Informatica della Provincia di Bolzano – Alto Adige, in collaborazione con l’Agenzia Provinciale per l’Ambiente, supportate da Informatica alto Adige Spa e Territorium Online Srl, hanno sviluppato una serie di Geo-browser, dai nomi fantascientifici ma con funzionalità molto utili e concrete: Geobrowser 3D, GeobrowserPro, UrbanBrowser, LandBrowser, StoneBrowser, CARGbrowser, Combrowser, ArchaeoBrowser e HazardBrowser.  

Il Geobrowser 3D, ultima chicca che consente un volo ad uccello sul territorio (simile ai simulatori 3D), è un nuovo servizio cartografico attraverso il quale è possibile visualizzare le fotografie aeree del 2006 su un modello tridimensionale,  in combinazione con vari altri “tematismi” (le località, la rete viaria, le piste da sci, le carte di suscettibilità ai pericoli ecc.), ai quali, in futuro, se ne aggiungeranno altri già pubblicati nel GeobrowserPro.

GeobrowserPro

GeobrowserPro

Quest’ultimo è un applicativo che offre agli utenti professionali un servizio internet per poter redigere e valutare i progetti e gli studi di fattibilità da sottoporre alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, accedendo comodamente dal proprio ufficio o dalla propria postazione di lavoro. Il servizio offre inoltre, ad un pubblico più vasto, non specialistico, direttamente a casa propria, le informazioni sull’ambiente, per consentire – come recita il sito – “una partecipazione più allargata ai fenomeni di trasformazione del territorio”.

In questi software sono contenute infatti informazioni su tutti gli aspetti ambientali più importanti: le acque e le sorgenti, l’uso del suolo, il catasto delle valanghe, i parchi naturali, i biotopi, i siti Natura 2000, ed inoltre, cosa prevedono tutti i principali piani e programmi comunali e provinciali, come il piano urbanistico e paesaggistico, quello delle piste da sci e delle piste ciclabili. Tutti dati disponibili in forma digitale, stampabili o esportabili in pdf. Con il GeobrowserPro, ad esempio, i cittadini possono crearsi le proprie mappe, semplicemente combinando i vari strati informativi messi a disposizione dal servizio. 

LandBrowser

LandBrowser

Il LandBrowser, invece, informa i cittadini sui piani paesaggistici dei loro comuni ed in particolare sulle zone di rispetto e di tutela paesaggistica, i biotopi, i monumenti naturali, i parchi, così come su singoli elementi come canali, mulini, siepi oppure antiche strade lastricate.

La sezione di documentazione comprende anche le norme di tutela in vigore relative alle singole zone e la relazione illustrativa che riporta la descrizione naturalistica del comune, accompagnata dagli obiettivi di tutela e di sviluppo. Al momento sono disponibili in formato digitale già il 70% dei piani paesaggistici, mentre i rimanenti piani, per adesso, possono essere consultati presso i comuni oppure presso l’Ufficio Ecologia del Paesaggio.

Questa è la pubblica amministrazione che vorremmo.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende