Home » Recensioni » Un oceano d’aria:

Un oceano d’aria

novembre 24, 2009 Recensioni

Courtesy of Codice edizioniChi l’avrebbe mai detto. Anche l’aria ha una sua storia. E Gabrielle Walker, scrittrice e speaker radiofonica inglese, ne ha scritta una veramente appassionante.

Esperta di tematiche legate all’energia e all’ambiente, la Walker ha svolto una ricerca meticolosa sui personaggi della scienza (e non) che hanno contribuito a svelare tutto ciò che oggi sappiamo su questo straordinario elemento, grazie al quale è possibile la vita dell’umanità sulla Terra.

Come sia nata la volontà di dedicare un intero saggio all’aria, la scrittrice lo spiega nel prologo, ricordando l’episodio del 16 agosto 1960 a nord del New Mexico, quando alle sette del mattino Joe Kittinger si lanciò da un’altezza di 30.000 metri dotato solamente di una tuta da astronauta, di un paracadute e di una telecamera fissata al casco.

A una velocità superiore a quella del suono, questo coraggioso (e folle) capitano dell’aereonautica degli Stati Uniti attraversò i due strati più bassi dell’atmosfera che circonda il nostro pianeta (stratosfera e troposfera) in 4’ e 36’’,  restando indenne alle artiche temperature della soglia dello spazio, alle radiazioni dei raggi ultravioletti, alla schiacciante rarefazione dell’aria intorno a lui, in uno degli ambienti paradossalmente più ostili che un essere umano avesse mai affrontato: il cielo sopra di noi.

“Mentre guardavo la straordinaria impresa di Kittinger , mi ritrovai a fissare la sottile linea azzurra dell’atmosfera che si librava sull’orizzonte curvo della Terra. E dopo che Kittinger ebbe saltato lo vidi galleggiare su un mare di quello che, come disse in seguito, gli sembrava il nulla. Rimasi incantata dal paradosso dell’atmosfera. Come può qualcosa di tanto delicato essere anche così potente? Un’eroina misconosciuta piena di fragilità e di fuoco – cos’altro potrebbe desiderare uno scrittore? Così mi misi al lavoro. E più indagavo, più capivo che uno straordinario cast di personaggi aveva collaborato per mostrarci la potenza dell’aria”.

Da Galileo Galilei che ne calcolò il peso, passando attraverso a Lavoisier, Torricelli, Boyle, Blank, Priestley che ne scoprirono le molteplici proprietà, per arrivare a Cristoforo Colombo che sfruttò gli alisei e i venti occidentali per andare e tornare dalle Americhe fino a Wiley Post, pilota di aerei che scoprì le potenti “correnti a getto” (definite “l’ingrediente finale che consente la vita sulla Terra”), Un oceano d’aria (Codice edizioni, 2009, € 26,00) ci fornisce una carrellata sulle principali figure storiche che, per ricerca o per puro caso, hanno costellato la storia del “più grande dono che il nostro pianeta possieda”.

Affascinata dalla molteplicità dei ruoli che questa “sostanza miracolosa” riveste per noi terrestri, la Walker, con un linguaggio semplice e ricco di aneddoti, fornisce un quadro completo dei passaggi cruciali che hanno portato alla conoscenza dei “misteri dell’atmosfera” così come ci sono noti oggi.

“Appena 32 chilometri sopra il nostro capo c’è un ambiente terrificante e inospitale, che ci congelerebbe, ci arrostirebbe e ci farebbe bollire. Ma gli strati d’aria che circondano la Terra ci proteggono talmente bene che neppure ci accorgiamo del pericolo. Questo è il messaggio di Kittinger e di tutti quei pionieri che tentarono per primi di capire la nostra atmosfera: noi non solo viviamo nell’aria. Noi viviamo grazie all’aria”.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende