Home » Recensioni » Una vita a Impatto Zero, o quasi:

Una vita a Impatto Zero, o quasi

dicembre 21, 2009 Recensioni

Courtesy of Corriere della Sera

“Certo la lotta ai cambiamenti climatici, al riscaldamento del pianeta, all’innalzarsi del livello dei mari e alla desertificazione sarà vinta soltanto se chi governa l’economia del mondo deciderà di battere strade diverse da quelle percorse finora. Però anche i singoli possono contribuire, nella loro veste di consumatori. Basta fare un piccolo sforzo per razionalizzare un concetto: ogni nostra azione presenta un costo ambientale”.

L’introduzione alla guida Impatto Zero di Mario Porqueddu, pubblicata dal Corriere della Sera (€ 2,99, in edicola fino al 30 dicembre), si apre con queste parole di estrema attualità. Considerato  l’esito (semi)fallimentare del vertice di Copenaghen, ci sembra tuttavia, ogni giorno di più, che la principale salvezza per il nostro pianeta possa e debba venire dall’azione concreta dei suoi singoli abitanti.

In questo breve saggio il giornalista ha raccolto 100 domande e 100 risposte su come far calare le emissioni di CO2, produrre meno rifiuti, consumare meno energia, ecc. Ovvero, come recita, il sottotitolo “dalla doccia ai viaggi: come ridurre la propria impronta ecologica”.

10 i capitoli del libro: a casa, in ufficio, in viaggio e in vacanza, i trasporti, l’acqua, l’alimentazione, i rifiuti, vestiti e cosmetici, i bambini e le curiosità. Nessun settore della vita quotidiana viene tralasciato perché in ciascuno sono possibili miglioramenti e cambiamenti per rendere i nostri stili di vita più eco-sostenibili.

Una pubblicazione leggera e maneggevole che può far riflettere sul costo ambientale delle nostre azioni senza farci sentire travolti e sommersi dal senso di colpa. Un invito a un consumo più consapevole e sostenibile, non alla rinuncia ascetica.

Nel prendere coscienza che le nostre azioni hanno dei costi, spiega Porqueddu, “non ci si deve trasformare in antipatici pasdaran dell’ambientalismo spinto, integralisti che antepongono a tutto la salute dell’orso polare, consumatori lievemente eco-chic pronti a spendere qualunque cifra in nome del Bio, né in acquirenti consapevoli al punto da rodersi (consapevolmente) il fegato rinunciando a tutto ciò che ricorda, anche solo in modo vago, qualcosa di piacevole. No, non è detto che debba andare così. Continueremo a fare acquisti, perché per vivere dobbiamo comprare. Continueremo anche a fare compromessi, dettati dalle comodità – per esempio utilizzando i computer, anche se sono pieni di metalli inquinanti – o da ragioni economiche, rinunciando a comprare cibi e vestiti biologici per l’ottimo motivo che spesso costano troppo e non tutti se li possono permettere. Insomma l’idea non è fare della vita una specie di lunga dieta, dove invece di grassi e zuccheri si rinunci alla CO2. Forse però  si può cercare di essere un po’ più eco-sostenibili e al tempo stesso felici.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende