Home » Impressioni di viaggio »Rubriche » A casa di Bernard, estroso tedesco nelle grotte siciliane:

A casa di Bernard, estroso tedesco nelle grotte siciliane

aprile 25, 2013 Impressioni di viaggio, Rubriche

Per la rubrica Impressioni di viaggio, pubblichiamo il terzo intervento del nostro contributor Francesco Tognola, 26 anni, partito a inizio aprile da San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani, per un giro d’Italia decisamente inconsueto. Dopo aver vissuto a Milano e aver fatto lavori diversi – dal liutaio all’assistente in un centro di immersioni – pochi mesi fa Francesco è tornato in Sicilia per realizzare il suo sogno: un viaggio lungo la penisola a piedi, in parapendio o facendo l’autostop. Greenews.info racconterà, ogni settimana, le sue avventure.

Scordia (ai piedi della valle dell’Etna), 23 aprile

Il viaggio non fa mai doni gratuiti. Neanche il tempo di accorgerti del legame che hai appena creato con la terra, l’aria e la gente che vivi, che già vieni strappato via da qui e così il tuo pensiero ritorna in quell’unica direzione: proteso verso la strada aperta davanti a te. E questo ti succede dieci e venti volte, e continua a succedere. In ogni sguardo riconosci una partenza vicina, e lo sai, e ormai suona come una canzone interrotta.

Ma andiamo al viaggio: qualche giorno fa decido di andare nel ragusano e contatto tramite Couch Surfing un tale, tedesco di origine, che ospita viaggiatori. Lui arriva con una Diana rossa e bianca, si presenta e salgo sulla sua automobile. Andiamo verso casa, e la prima cosa che mi dice è di essere conosciuto in paese in due modi: “il tedesco che vive nelle grotte” e “quello con la Diana”. Arriviamo “a casa” e ci attendono 5 cagnolini, tra cui uno a cui mi affeziono subito, con gli occhi di colori diversi. Mi racconta che venticinque anni prima lui e sua moglie dovevano fare un viaggio nel nord dell’Italia, ma poi lei cambiò idea e decise di voler conoscere la Sicilia. La moglie però dopo averla visitata ritorna alla sua terra, lui no, perché si innamora talmente tanto di questa terra meravigliosa che decide di viverci. Si insedia nelle cave, dove ci sono le grotte. Col passare degli anni si inventa e crea un sistema idraulico, prende delle stufe, utilizza dei pannelli solari in 12 volt, da cui trae tutta l’energia che gli serve, toglie il motorino di un frigorifero da campeggio e costruisce una struttura di polistirolo, isolante riciclato, realizza l’impianto elettrico, e un bagno biologico con un bidone di plastica. A questo punto gli chiedo ogni quanto lo svuota, e lui mi risponde: “Ogni 15 anni”! Usa un sistema di filtri fatti con canne di bamboo e dentro al cesso c’è lo schema disegnato col funzionamento, tutto è fatto con materiale recuperato o regalato qua e là.

E’ ora di fare un giro della casa tra le stanze. Sono grotte, interamente arredate. Sulla porta principale una scritta “Casa di Bernard”, dove oltre a vivere tiene le batterie quando l’energia prodotta supera quella consumata. La cucina è all’aperto, gli chiedo se non ha freddo e mi ricorda che lui è tedesco e il clima siciliano lo grazia e che lui ama l’isola anche per questo. Da quando si è trasferito qui ha viaggiato molto. Gli chiedo dove vorrebbe andare e lui risponde che da qualche tempo uno dei suoi cani si è ammalato e non può lasciarlo solo, allora in questo momento permette al mondo di passare da casa sua, che è un po’ come viaggiare lo stesso. Ma mi confida che ha ancora un sogno da volere realizzare: girare l’Italia in Diana, un giorno!

Mentre il pane fatto in casa lievita noi usciamo con Cat Stevens che suona nello stereo della macchina. Mi porta in giro e mi fa vedere le sue sculture in paese, poi ci dirigiamo verso la punta estrema sud della Sicilia, Portopalo di Capo Passero, dove ammiriamo un bellissimo mare calmo. Qui la terra si assottiglia fino a scomparire sotto al mare, e riemergerà solamente molti chilometri a sud, ma allora sarà altro, sarà già Africa. Tornati a casa mi mostra la sua coltura di piante di bamboo, di oltre dieci tipi differenti, e la sua coltivazione di té. Prendiamo cinque rametti di peppermint freschi e ci facciamo un infuso: conoscevo solamente la varietà essiccata, ma farlo con le foglioline appena raccolte, giuro, è un’altra cosa!

Che uomo incredibile Bernard, simbolo di libertà, creatività, fantasia artistica, genialità, semplicità. Simbolo di tutte quelle scelte che non tutti e non sempre siamo pronti a fare, ma che molti di noi custodiscono nel profondo, che vorrebbero compiere ma che si perdono tra quel mare che sta sempre in mezzo “tra il dire e il fare”…e così non scelgono mai veramente.

A questo punto del mio viaggio mi viene in mente una frase : “E’ incredibile non avere limiti, scadenze, orari, imposizioni, potere scegliere, decidere…E’ incredibile rimanere TU da solo, con un unico compagno di viaggio: il ritmo cardiaco che con un battito continuo attende che arrivi un nuovo domani, una nuova storia da vivere, da raccontare“. Ora è il tempo di aspettare…e così aspetto che monti il vento da ovest.

Francesco Tognola

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende