Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Active, la ceramica che mangia smog e batteri:

Active, la ceramica che mangia smog e batteri

febbraio 8, 2012 Campioni d'Italia, Rubriche

Una ceramica che mangia-smog e batteri. Detta così, sembra fantascienza, ma in realtà questo materiale esiste e risponde a un nome preciso: Active Clean Air & Antibacterial Ceramic. A svilupparlo è stato Graniti Fiandre, un gruppo che ha appena compiuto 50 anni ed è leader nella produzione di lastre di ceramica per pavimentazioni e rivestimenti. Mettendo a punto un processo produttivo unico, basato sulle potenzialità del biossido di titanio (TiO2), una sostanza chimica che si presenta sotto forma di polvere biancastra, non tossica, già usata come pigmento nelle vernici e come opacizzante nella carta e nelle fibre tessili. «Il biossido di titanio è un fotocatalizzatore che, in presenza della luce e dell’umidità dell’aria è in grado di velocizzare e potenziare la degradazione delle sostanze inquinanti presenti nell’aria», spiega Graziano Verdi, presidente e ad di Graniti Fiandre.

Ma vediamo meglio come viene prodotta e come funziona questa ceramica molto particolare. «Il biossido di titanio viene fissato sulle lastre ad alta temperatura. In questo modo, si lega intimamente con la ceramica. E’ estremamente resistente al calpestio e agli agenti atmosferici, e garantisce una efficacia fotocatalitica duratura nel tempo». La fotocatalisi è appunto la reazione, simile alla fotosintesi, che si attiva alla presenza di aria e luce naturale o artificiale. Si innesca un processo di ossidazione che porta alla decomposizione delle sostanze organiche ed inorganiche inquinanti a contatto con le superfici fotocatalitiche. «La presenza di sostanze inquinanti nell’aria viene ridotta fino al 70%. Le polveri sottili (PM10), gli ossidi di azoto (NOx) e i composti organici volatili (VOC), insieme a numerose altre sostanze pericolose per la nostra salute, vengono decomposti e trasformati in nitrati, solfati, carbonati, innocui per l’uomo e l’ambiente».

La fotocatalisi svolge anche un’azione antibatterica, danneggiando le pareti cellulari e provocando quindi la morte di batteri anche molto pericolosi per la salute umana, come l’Escherichia coli, lo Staphylococcus aureus e il Klebsiella pneumoniae, responsabili di intossicazioni alimentari, infezioni e polmonite.  Anche lo sporco, compresa la nicotina, viene in parte degradato e reso più facile da rimuovere grazie al sottilissimo strato di umidità che si forma sulle lastre e gli impedisce di attaccarsi alla superficie. Discorso simile per gli odori (batteri, residui di cibo o di cottura, fumo di sigaretta): trattandosi di molecole organiche ossidabili attraverso l’azione della fotocatalisi, vengono decomposti in sostanze non più percettibili dal nostro olfatto. Il procedimento produttivo, spiega Verdi, «può essere applicato a tutti i nostri materiali, per rivestimenti e pavimentazioni sia interni che esterni».

Una serie di test del Dipartimento di Chimica e Fisica dell’università di Milano ha messo nero su bianco le potenzialità di Active, calcolando che una superficie di 100 metri quadrati di piastrelle White Ground Active degradano in sei ore  una quantità di NOx pari al lavoro giornaliero di circa 30 alberi. Anche i processi di produzione sono sicuri e non rilasciano sostanze tossiche: «Per escludere qualunque rischio per l’uomo e l’ambiente durante la produzione, l’applicazione e l’utilizzo, abbiamo deciso di usare il biossido di titanio sotto forma di particelle micrometriche e non nanometriche, di mille volte più grandi, e dunque meno sottoposte, per esempio, a essere inalate dai lavoratori durante la posa delle lastre».

La linea è stata accolta molto bene e sono già diversi gli edifici, alcuni ancora in fase di progettazione, dove si utilizzano ceramiche Active. «Tra quelli già realizzati all’estero, ci sono un ospedale negli Emirati Arabi e un centro benessere in Austria. In Italia le lastre Active sono state utilizzate per il Mirafiori Village di Torino e la Scuola per l’Infanzia di Bazzano, in provincia de L’Aquila, realizzata con il sostegno di Fiat».

Il gruppo Graniti Fiandre ha aderito al Green Building Council italiano e più di 200 prodotti dei diversi cataloghi sono già certificati LEED per il loro alto contenuto (circa il 40%) di risorse riciclate. Che nelle lastre della linea Serie100 arrivano a percentuali tra il 50% e il 100%. E per far sì che le buone pratiche siano sempre più diffuse anche nell’edilizia, sono stati anche indetti, per il secondo anno consecutivo, due concorsi, Active Architecture e Active Design, con «l’intento – spiegano – di proporre progetti innovativi che valorizzino al contempo i materiali eco-sostenibili proposti dalle aziende e una nuova idea di progettare ecologico».

Veronica Ulivieri

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende