Home » Bollettino Europa »Rubriche » Adattamento ai cambiamenti climatici. Le nuove mappe dell’Agenzia Europea dell’Ambiente:

Adattamento ai cambiamenti climatici. Le nuove mappe dell’Agenzia Europea dell’Ambiente

giugno 22, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

L’Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA) ha appena pubblicato sul portale Climate-ADAPT una serie di mappe interattive, che illustrano varie minacce climatiche che le città europee devono affrontare, così come la loro capacità di rispondervi.

I cambiamenti climatici, come noto, stanno avendo un forte impatto sul continente europeo. Tuttavia, gli effetti variano secondo la zona che si prende in esame. Inoltre, più di tre quarti dei cittadini UE vive in città. I residenti, le autorità cittadine, quelle nazionali e le istituzioni europee hanno dunque bisogno di quante più informazioni possibili.

Le carte sono raggruppate intorno a quattro minacce climatiche: ondate di calore, siccità e scarsità d’acqua, inondazioni e incendi forestali, e la capacità delle città di farvi fronte. Allo stesso tempo, mostrano come diversi fattori – per esempio la quantità di aree urbane verdi, le risorse finanziarie, le caratteristiche demografiche – interagiscano e determinino la maggiore o minore vulnerabilità di un’area urbana.

Facciamo un esempio. La ‘mappa termica’ mostra l’effetto delle ondate di calore. Le città dell’Europa settentrionale e occidentale possono aspettarsi più giorni di elevate temperature in futuro. Una specifica analisi regionale dedicata alle città della zona Randstad (Amsterdam, Rotterdam e L’Aia), nei Paesi Bassi, indica che anche in città che attualmente stanno vivendo pochissime notti calde, questo fenomeno potrà essere avvertito più di un mese all’anno.

Le aree urbane verdi possono naturalmente contribuire a ‘raffreddare’ le città. In aggiunta alla loro superficie c’è da considerare la loro distribuzione nel tessuto cittadino e la presenza o meno di un entroterra verde. Ad esempio, Badajoz in Spagna e Sassari in Italia hanno una quota relativamente elevata di aree urbane verdi, raggruppate però solo in alcuni punti della città. Ma le due città beneficiano anche di un entroterra verde. Al contrario, Porto in Portogallo ha una bassa quota di aree urbane verdi, ma equamente distribuite in tutta la città, il che consente un più facile accesso e utilizzo da parte dei cittadini.

Anche la demografia può influenzare la vulnerabilità delle città agli impatti climatici. In generale, gli anziani sono più sensibili ai rischi per la salute derivanti da ondate di calore. Ad esempio, le città del nord Italia hanno quote di anziani superiori alla media del Paese, il che suggerisce che le alte temperature potrebbero richiedere un’attenzione specifica.

Lo scenario può essere, inoltre, completato con dati locali più dettagliati. La sezione “Esplorare ulteriormente” guida gli utenti alla creazione di mappe web personalizzate grazie all’aggiunta di informazioni supplementari. La sezione contiene anche link ad altre fonti e strumenti, tra cui alcuni recenti strumenti sviluppati dal JRC Institute for Environment and Sustainability che offrono la possibilità di visualizzare il quadro del passato e le proiezioni future inerenti ad ulteriori variabili climatiche come temperatura, precipitazioni e la radiazione solare.

Le mappe rappresentano, inoltre, uno strumento indispensabile nel quadro della Strategia Europea di Adattamento ai Cambiamenti Climatici lanciata dalla Commissione Europea nel 2013. Un quadro normativo che mira a rendere l’Unione Europea sempre più pronta ad affrontare gli impatti del climate change. La strategia si basa su tre principali obiettivi. Il primo, incoraggiare e supportare l’azione da parte degli Stati Membri. Il secondo, promuovere l’adattamento nei settori particolarmente vulnerabili, facendo sì che l’Europa possa contare su infrastrutture più resilienti e promuovendo l’uso delle assicurazioni per la tutela contro le catastrofi. Il terzo, assicurare processi decisionali informati, colmando le lacune nelle conoscenze in fatto di adattamento e dando maggiore impulso alla piattaforma europea sull’adattamento ai cambiamenti climatici Climate-ADAPT.

Nel 2017, la Commissione renderà conto al Parlamento Europeo e al Consiglio Europeo dello stato di implementazione della strategia e proporrà, se necessaria, una revisione.

Beatrice Credi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende