Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Alessandro, il commercialista che ha adottato un parco urbano:

Alessandro, il commercialista che ha adottato un parco urbano

ottobre 25, 2017 Campioni d'Italia, Rubriche

Nei giorni di lavoro si occupa di tasse, imposte e business plans nello studio da commercialista, il fine settimana taglia l’erba gratis e si prende cura di ben 3 ettari e mezzo di terra e piante nel parco torinese di San Vito. Quello che frequentava d bambino, quello dei primi amori, delle corse mattutine da adulto. Lui si chiama Alessandro Martini, nato a Torino 41 anni fa, Scuola Militare Alpina ad Aosta e poi gli studi di Economia all’Università. Un commercialista che l’amministrazione comunale del capoluogo piemontese – dopo un iter piuttosto complesso, reso possibile dal “patto di collaborazione” del 2016  - ha autorizzato a curare questo polmone verde.

Per spiegare i motivi che lo hanno spinto a diventare il “custode” di San Vito, Alessandro fa un ragionamento etico ed economico allo stesso tempo: “Mi capita spesso di sentire lamentele di ogni tipo: dalle sporcizia a i buchi nelle strade. Il fatto di provare in prima persona cosa significhi curare la manutenzione di un angolo di marciapiede, di un’aiuola, di un’area verde ti fa capire la fatica che ci vuole per ottenere un risultato modesto e quindi l’importanza delle tasse che paghi. Prendersi cura del bene pubblico è molto oneroso – spiega Alessandro – L’auspicio è che qualcuno impegnandosi sul campo possa capire meglio il concetto”.

A San Vito con Alessandro ci sarà anche un pastore. Un allevatore che in questi anni ha portato le mucche a brucare l’erba del parco, riducendo il problema del taglio, ma non risolvendolo del tutto.  I bovini infatti non mangiano qualsiasi cosa e lasciano le erbe infestanti. Per questo ora, al loro posto, per due volte l’anno, entreranno in scena 300 pecore. “Ma la presenza degli animali non basta, serve l’integrazione con la manutenzione umana”, sottolinea Alessandro, che dopo essere cresciuto in città si è trasferito in campagna “con mia madre, che aveva il pollice verde, una vera appassionata di fiori e giardini. Lì ho iniziato a curare il giardino di casa. Il mio vicino, un contadino, che purtroppo è venuto a mancare l’anno scorso a 98 anni, è stato poi un vero maestro: mi ha insegnato tutto: dal potare le piante a seminare le patate”. Pedagogia agricola, che unita al rigore militare, è tornata utile durante gli studi universitari “dopo la dura esperienza alla Scuola Allievi Ufficiali di Aosta, studiare mi è sembrato una passeggiata e dopo la prima sessione di esami ho messo delle locandine con scritto: Offresi studente per tagliare erba nei giardini. Un gran successo, che è diventato un lavoro vero e proprio. Ho impiegato 10 anni a tornare a guadagnare come guadagnavo da giardiniere!“. Finiti gli studi ad Alessandro è rimasta la passione, il trattore, i boschi che ha acquistato e, dunque, la legna con cui scalda tutta la famiglia.

Oggi Alessandro è anche Vicepresidente di Greencommerce, un’associazione senza scopo di lucro che dal 2010 si impegna a sensibilizzare imprese, artigiani, cittadini e amministratori pubblici sui benefici che un’ampia diffusione della green economy porterebbe alla collettività. Un’associazione in cui sono banditi gli slogan vuoti e facili – tipici del greenwashing - ma dove, al contrario, si parla di temi ostici come la “fiscalità ecologica o il riuso.Cerchiamo di diffondere concretamente la cultura della sostenibilità – conclude Martini – intesa come strumento che ci aiuterà a crescere meglio“. Crescere in senso economico, ma anche civico.

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende