Home » Rubriche »Very Important Planet » Ana Tzarev: la meraviglia dei fiori in una mostra alla Biennale di Venezia:

Ana Tzarev: la meraviglia dei fiori in una mostra alla Biennale di Venezia

Si intitola Celebration of Life la mostra che fino al 22 novembre sarà esposta al Museo Diocesano di Venezia Sant’Apollonia, in occasione della Biennale d’Arte di Venezia 2015. Si tratta di una selezione di 25 lavori creati negli ultimi due anni da Ana Tzarev, pittrice e scultrice di origine croata da sempre convinta che l’arte sia una forza creativa utile al bene del mondo. In “Celebration of life” Ana rende particolarmente esplicito il suo senso di meraviglia di fronte al creato, comunicando una grande energia e condividendo la forte ispirazione che ha tratto dall’osservazione della natura.

D) Ana, com’è nata la sua passione per i fiori?

R) Grazie a mia nonna fin da piccola ho imparato ad apprezzare la meraviglia delle forme, dei colori, dei profumi di tutti i fiori. Ho imparato ad amare la loro presenza che accompagna e celebra la diversità delle stagioni.

D) Lo stupore che ci coglie di fronte alla natura è il focus della sua mostra a Venezia: perché ha scelto questo tema? Pensa che sia una sensazione ormai dimenticata dalle persone?

R) Sento che il mondo ha perso interesse alla magia dei fiori per sostituirla con iPhone e iPad, a discapito del legame personale con la meraviglia del nostro universo. Fin dai tempi più antichi l’uomo si immerge nella natura per essere in pace con se stesso e sentirsi in comunione con il grande spirito universale. Nel buddismo, religione seguita da una grande parte dell’umanità, Buddha viene rappresentato seduto su un fiore di loto o mentre lo tiene in mano, solitamente sulle rive di un lago. Il fiore di loto è sempre stato un simbolo per il benessere di corpo e mente. I fiori, come la musica, parlano al nostro cuore trasmettendoci amore e rispetto. Ogni stagione è annunciata da fiori unici caratterizzati da profumi e forme che ci incantano, se abbiamo occhi e cuore per apprezzare la bellezza della diversità. I sentimenti più teneri dell’amore da sempre sono espressi donando fiori. Nel tempo il linguaggio dei fiori si è anche articolato: le rose rosse simboleggiano l’amore romantico, i bucaneve la purezza, le violette il pensiero costante, e così via. I fiori arricchiscono la nostra immaginazione, la nostra anima, i nostri giorni che seguono le loro evoluzioni di forma, colore, profumo. Sono i miei amici più fedeli, i miei figli amatissimi che mi sorprendono sempre. Sono il mio amore e la mia pace…

D) L’opera più importante che espone a Venezia è “Peace”. Qual è secondo lei il legame fra pace e natura?

R)  La pace è una condizione profondamente legata alla natura, la nostra stessa vita dipende da essa: per esempio, le grandi foreste e i fiori purificano l’aria e ci regalano letteralmente il respiro. Non a caso esiste l’espressione “il paese dei lotofagi” per indicare una terra di pace. Il loto non è solo un fiore bellissimo, ma è anche una fonte di nutrimento. Per vivere in pace il mondo deve rivalutare il dono della natura che è il vero dono della vita. Il loto nasce dal fango per diventare un fiore bellissimo. Allo stesso modo noi dobbiamo risorgere grazie a un’illuminazione e andare verso il nostro potenziale mondo di pace e amore.

D) Lavora spesso a Phuket. Cosa ha imparato dall’Oriente, soprattutto riguardo al rapporto fra uomo e natura?

R) Lavoro a Phuket, nel mio studio, 6 mesi l’anno e vivo in mezzo alle persone, alla loro cultura. Ho vissuto e lavorato fin dagli anni Settanta a contatto con la cultura asiatica, dalla quale ho imparato il rispetto per ogni forma di vita, anche il più piccolo vermicello.

D) I fiori delle sue opere d’arte non sono mai nature morte…

R) Attraverso il mio lavoro vorrei attirare l’attenzione del mondo proprio sul miracolo dei fiori. Per questo li dipingo e li scolpisco come sono nella mia immaginazione: vivi e vegeti!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende