Home » Rubriche »Very Important Planet » Annalisa Minetti: “Buon anniversario Very Important Planet!”:

Annalisa Minetti: “Buon anniversario Very Important Planet!”

Cantante di successo. Atleta paralimpica. Sono solo due dei mille volti di Annalisa Minetti, classe 1976, che abbiamo scelto per festeggiare i primi cinque anni della nostra rubrica V.I.P. – Very Important Planet! Dopo aver partecipato a Miss Italia nel 1997 e al Festival di Sanremo nel 1998 e nel 2005, Annalisa ha pubblicato numerosi album, l’ultimo dei quali è Nuovi giorni, uscito nel 2012. Ma ha anche proseguito, parallelamente, la sua attività sportiva, tanto da partecipare, nel 2012, ai Giochi Paralimpici di Londra nei 1500 m T11-T12, vincendo la medaglia di bronzo e realizzando il nuovo record mondiale della categoria T11 (4’48″88). Nel 2013 si è poi aggiudicata la medaglia d’oro ai Campionati del Mondo di atletica leggera paralimpica negli 800 metri T11 ottenendo il nuovo record del campionato grazie al tempo di 2’21″82. Annalisa ha una pagina Facebook molto attiva e un account Twitter con cui tiene sempre informati i suoi fan. A breve il suo nuovo singolo! E ai lettori di Greenews.info il suo saluto per ricordare il quinto anniversario della rubrica V.I.P!

D) Annalisa, tu hai due talenti molto forti, quello sportivo e quello canoro: se dovessi rinunciare a uno dei due, quale sceglieresti?

R) La mia voce è un talento naturale e la musica è sempre al primo posto per me! Quello sportivo non ritengo sia un talento, ma una disciplina che coltivo ogni giorno con sacrificio e dedizione. Ho scelto di competere nell’atletica per una sfida personale e perché il cronometro è inequivocabilmente meritocratico!

D) Praticare sport offre l’occasione di stare molto tempo all’aria aperta: qual è il tuo rapporto con la natura?

R) Di rispetto. Rispetto la natura e le sue regole. Nello specifico ho un rapporto di simbiosi e dipendenza con il sole e con il mare. Il mio concetto di rispetto verso la natura implica il cercare di non sfidare mai nessun elemento naturale perché ritengo che sia un segnale di presunzione e superficialità che spesso commettono gli esseri umani.

D) Pensi che praticare sport aiuti un giovane nella sua formazione a rispettare anche l’ambiente e la natura?

R) Penso, come dicevo, che lo sport insegni disciplina e meritocrazia perciò ritengo che sia importante per mettere i giovani a contatto con i valori più importanti e quindi anche con la natura. Se si sceglie poi di praticare sport come ad esempio la campestre, la vela, il windsurf allora il binomio si salda ancora di più grazie al contatto diretto e la dipendenza con gli elementi naturali…

D) Quali sono i tuoi gesti quotidiani per rispettare l’ambiente?

R) Cerco di non lasciare scorrere l’acqua se non è necessario, non spreco il cibo, cerco di fare una spese responsabile privilegiando frutte e verdure di stagione; cucino cose naturali come merenda per mio figlio in modo da evitare che si abitui a merendine e snack confezionati!

D) Quanto sono importanti per te le radici e le tradizioni di un territorio così connotato come la Puglia?

R) Ho vissuto a lungo in Puglia, ma da un anno vivo ai Castelli. Trascorro ancora le vacanze ad Ostuni e Fasano proprio perché per me la Puglia è casa; il sole, il mare, il buon cibo… In Puglia c’è tutto quello che sento caro. Ma soprattutto credo di sentirla così vicina perché le mie origini sono pugliesi e quindi tutti i ricordi legati alla mia infanzia, ai miei nonni, ai miei fratelli da piccoli, i primi amori estivi…

D) Che tipo di sensibilità ambientale riscontri fra i più piccoli, amici e compagni di scuola di tuo figlio?

R) Purtroppo molto pochi, la scuola non aiuta e non supporta questo tipo di crescita nei ragazzi. Fortunatamente però noto che molti ragazzi e molti bambini sviluppano naturalmente una grande passione verso gli animali. Io ho adottato per il mio bambino due gattini e  un cagnolino che erano destinati al randagismo quest’anno e ho notato che da una parte i felini lo affascinano, dall’altra il cane lo ha molto responsabilizzato, si preoccupa molto per tutte le esigenze del suo cagnolino: dalla necessità di uscire per i bisogni, a quando piove e lui è fuori casa.

D) Quali pensi che siano i valori ambientali da trasmettere alle generazioni future?

R) Io cercherò di trasmettere a mio figlio quel concetto di rispetto di cui parlavo in principio. Per il resto credo che possiamo solo dare il buon esempio: differenziare, non gettare cartacce o gomme americane in terra, evitare di andare in auto la dove si può andare a piedi o in bici…

D) Come percepisci l’ambiente intorno a te, cosa rimane più impresso fra odori e suoni?

R) Come lo percepisce ognuno di voi, nessuna differenza. Non si vede con gli occhi, soprattutto la natura si deve sentire con la percezione sensoriale assoluta!

D) Qual è la tua definizione di ambiente oggi?

R) Per quanto riguarda l’Italia? Un immenso tesoro sprecato, maltrattato e sconosciuto ai più…

D) Nel 2013 hai tentato anche la strada politica: quale sarebbe stato il primo provvedimento?

R) Mi sarei concentrata sull’abbattimento delle barriere architettoniche.

D) Oggi la nostra rubrica VIP (Very Important Planet, non People!) festeggia con te i suoi cinque anni, vuoi mandare un saluto ai nostri lettori?

R) Ciao a tutti, grazie per avermi letta e a Greenews.info per avermi dedicato questa occasione importante!!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende