Home » Rubriche »Very Important Planet » Arduino e Nicole: il record mondiale di parapendio è una vittoria di coppia:

Arduino e Nicole: il record mondiale di parapendio è una vittoria di coppia

settembre 6, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Sicuramente una passione fuori dal comune quella che la coppia Arduino Persello e Nicole Fedele condividono fin dall’inizio della loro storia d’amore nel 2004. I due, infatti, oltre a essere marito e moglie sono anche piloti di parapendio. Entrambi friulani di Gemona (Udine), lui ha 45 anni ed è impiegato in un’impressa meccanica, lei ha 28 anni, traduttrice, ma è già nota come campionessa europea in carica e detentrice della coppa del mondo. A fine agosto sono riusciti ad avverare uno dei loro sogni più grandi stabilendo i nuovi record mondiali di volo in parapendio andata e ritorno. Hanno percorso rispettivamente 312 e 280 chilometri fino a tornare da dove erano partiti. Il decollo è avvenuto a Sorica, in Slovenia, a una settimana di distanza l’uno dall’altra, con un tracciato simile per entrambi che ha toccato il Monte Nero, la diga del Vajont, il fiume Piave, le Alpi Giulie, le montagne di Gemona, il lago di Cavazzo, la valle Agordina e le Dolomiti friulane. Arduino ha realizzato una quota massima di 2.933 metri e una velocità media di 34,5 km/h. Nicole si è innalzata fino a 2.942 metri, tenendo una media di 30 km/h. Entrambi hanno impiegato circa nove ore e mezzo per percorrere gli interi tragitti.

D) Ragazzi, volare ininterrottamente per quasi 10 ore: che cosa si prova?

R) Arduino: sembra incredibile, ma il tempo passa davvero molto in fretta! Volando per così tante ore gli attimi di rilassamento sono pochissimi e l’obiettivo è costantemente davanti agli occhi.

Nicole: indubbiamente è stressante a livello psico-fisico, ma anche molto appagante: quando l’energia ti permette di arrivare laddove altri non sono ancora arrivati, significa che ne è valso lo sforzo.

D) Qual è stato il primo pensiero dopo la conferma di aver stabilito un record mondiale?

R) A: ovviamente la gioia per aver realizzato qualcosa che nessuno al mondo ha fatto prima: spostare il limite ancora più in là nel volo di andata e ritorno è uno dei record più prestigiosi omologati dalla Federazione Aeronautica Internazionale. In questo sport, infatti, stabilire un record su un percorso andata e ritorno è tecnicamente più difficile rispetto ad uno di distanza libera, dove non c’è obbligo di tornare al punto di partenza.

N: sicuramente la soddisfazione per aver raggiunto un nuovo traguardo e la conferma che gli sforzi ,presto o tardi, vengono sempre ripagati.

D) Quale sarà la vostra prossima sfida?

R) A: conquistare il primato mondiale nella distanza in linea, decollando da un punto e arrivando il più lontano possibile. Il detentore di questo record maschile è un sudafricano che nel 2008 nella sua regione ha stabilito un primato di 502,2 km. Io lo tenterò fra ottobre e novembre prossimi nelle pianure della regione del Cearà in Brasile.

N: per me, riuscire ad abbattere la barriera dei 400km nelle pianure del Céara in Brasile significherebbe diventare la prima donna ad aver percorso una tale distanza. Finora soltanto 12 piloti al mondo sono riusciti a volare così lontano…

D) Cosa regala osservare il mondo dall’alto?

R) A: si prova un assoluto senso di pace, tutto sembra tranquillo e in armonia. In particolare, quando sorvolo  le cime così imponenti e maestose delle Dolomiti, mi sento  tanto piccolo e allo stesso tempo tanto fortunato a godere di queste meraviglie.

N: ogni volta che volo sulle montagne friulane – in particolare la zona della Carnia, dove ho iniziato  -  mi sembra di essere a casa, mi sento privilegiata rispetto a chi le guarda da un’altra prospettiva. In realtà, essendo nata e cresciuta in mezzo alle montagne, ho sempre amato e rispettato la natura. Anzi, probabilmente il parapendio mi ha affascinato fin da subito proprio per questo…

D) Come è nata la vostra passione per questo sport?

A: sin da piccolino ero attratto da tutto ciò che volava, disegnavo paracadutisti e aerei, costruivo modellini…

N: per me è stato un vero colpo di fulmine: avevo quasi 17 anni la prima volta che ho visto un parapendio e ne sono rimasta subito folgorata!

D) Arduino, cosa invidi di più agli uccelli?

R) La loro innata sensibilità al vento, i loro movimenti armoniosi e la fiducia che subito ci offrono quando anche per parecchio tempo volano a pochi metri di distanza dalla nostra vela.

D) Cos’hanno in comune la passione per il parapendio e l’ambiente?

R) A: natura e ambiente hanno un ruolo fondamentale in questo sport, noi ci conviviamo continuamente, ammirandoli e rispettandoli.

N: il nostro sport dipende dalla natura. Essendo un mezzo privo di motore, il parapendio sfrutta le correnti ascensionali generate dal riscaldamento solare per spostarsi e percorrere centinaia di chilometri.

D) Nicole, come si può vivere in armonia con il pianeta anche a terra?

R) Basta davvero poco: una passeggiata al parco, un’escursione in montagna, una gita al lago… Penso che solo apprezzando la natura, si possa imparare a portarle rispetto.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende