Home » Rubriche »Very Important Planet » Arduino e Nicole: il record mondiale di parapendio è una vittoria di coppia:

Arduino e Nicole: il record mondiale di parapendio è una vittoria di coppia

settembre 6, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Sicuramente una passione fuori dal comune quella che la coppia Arduino Persello e Nicole Fedele condividono fin dall’inizio della loro storia d’amore nel 2004. I due, infatti, oltre a essere marito e moglie sono anche piloti di parapendio. Entrambi friulani di Gemona (Udine), lui ha 45 anni ed è impiegato in un’impressa meccanica, lei ha 28 anni, traduttrice, ma è già nota come campionessa europea in carica e detentrice della coppa del mondo. A fine agosto sono riusciti ad avverare uno dei loro sogni più grandi stabilendo i nuovi record mondiali di volo in parapendio andata e ritorno. Hanno percorso rispettivamente 312 e 280 chilometri fino a tornare da dove erano partiti. Il decollo è avvenuto a Sorica, in Slovenia, a una settimana di distanza l’uno dall’altra, con un tracciato simile per entrambi che ha toccato il Monte Nero, la diga del Vajont, il fiume Piave, le Alpi Giulie, le montagne di Gemona, il lago di Cavazzo, la valle Agordina e le Dolomiti friulane. Arduino ha realizzato una quota massima di 2.933 metri e una velocità media di 34,5 km/h. Nicole si è innalzata fino a 2.942 metri, tenendo una media di 30 km/h. Entrambi hanno impiegato circa nove ore e mezzo per percorrere gli interi tragitti.

D) Ragazzi, volare ininterrottamente per quasi 10 ore: che cosa si prova?

R) Arduino: sembra incredibile, ma il tempo passa davvero molto in fretta! Volando per così tante ore gli attimi di rilassamento sono pochissimi e l’obiettivo è costantemente davanti agli occhi.

Nicole: indubbiamente è stressante a livello psico-fisico, ma anche molto appagante: quando l’energia ti permette di arrivare laddove altri non sono ancora arrivati, significa che ne è valso lo sforzo.

D) Qual è stato il primo pensiero dopo la conferma di aver stabilito un record mondiale?

R) A: ovviamente la gioia per aver realizzato qualcosa che nessuno al mondo ha fatto prima: spostare il limite ancora più in là nel volo di andata e ritorno è uno dei record più prestigiosi omologati dalla Federazione Aeronautica Internazionale. In questo sport, infatti, stabilire un record su un percorso andata e ritorno è tecnicamente più difficile rispetto ad uno di distanza libera, dove non c’è obbligo di tornare al punto di partenza.

N: sicuramente la soddisfazione per aver raggiunto un nuovo traguardo e la conferma che gli sforzi ,presto o tardi, vengono sempre ripagati.

D) Quale sarà la vostra prossima sfida?

R) A: conquistare il primato mondiale nella distanza in linea, decollando da un punto e arrivando il più lontano possibile. Il detentore di questo record maschile è un sudafricano che nel 2008 nella sua regione ha stabilito un primato di 502,2 km. Io lo tenterò fra ottobre e novembre prossimi nelle pianure della regione del Cearà in Brasile.

N: per me, riuscire ad abbattere la barriera dei 400km nelle pianure del Céara in Brasile significherebbe diventare la prima donna ad aver percorso una tale distanza. Finora soltanto 12 piloti al mondo sono riusciti a volare così lontano…

D) Cosa regala osservare il mondo dall’alto?

R) A: si prova un assoluto senso di pace, tutto sembra tranquillo e in armonia. In particolare, quando sorvolo  le cime così imponenti e maestose delle Dolomiti, mi sento  tanto piccolo e allo stesso tempo tanto fortunato a godere di queste meraviglie.

N: ogni volta che volo sulle montagne friulane – in particolare la zona della Carnia, dove ho iniziato  -  mi sembra di essere a casa, mi sento privilegiata rispetto a chi le guarda da un’altra prospettiva. In realtà, essendo nata e cresciuta in mezzo alle montagne, ho sempre amato e rispettato la natura. Anzi, probabilmente il parapendio mi ha affascinato fin da subito proprio per questo…

D) Come è nata la vostra passione per questo sport?

A: sin da piccolino ero attratto da tutto ciò che volava, disegnavo paracadutisti e aerei, costruivo modellini…

N: per me è stato un vero colpo di fulmine: avevo quasi 17 anni la prima volta che ho visto un parapendio e ne sono rimasta subito folgorata!

D) Arduino, cosa invidi di più agli uccelli?

R) La loro innata sensibilità al vento, i loro movimenti armoniosi e la fiducia che subito ci offrono quando anche per parecchio tempo volano a pochi metri di distanza dalla nostra vela.

D) Cos’hanno in comune la passione per il parapendio e l’ambiente?

R) A: natura e ambiente hanno un ruolo fondamentale in questo sport, noi ci conviviamo continuamente, ammirandoli e rispettandoli.

N: il nostro sport dipende dalla natura. Essendo un mezzo privo di motore, il parapendio sfrutta le correnti ascensionali generate dal riscaldamento solare per spostarsi e percorrere centinaia di chilometri.

D) Nicole, come si può vivere in armonia con il pianeta anche a terra?

R) Basta davvero poco: una passeggiata al parco, un’escursione in montagna, una gita al lago… Penso che solo apprezzando la natura, si possa imparare a portarle rispetto.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ecomondo 2019 apre nel segno del “Green New Deal”

novembre 5, 2019

Ecomondo 2019 apre nel segno del “Green New Deal”

Perché si realizzi davvero un Green New Deal serve cambiare marcia, in tutto il mondo. Sarà questo il messaggio diffuso alla Fiera di Rimini, dove Italian Exhibition Group, dal 5 all’8 novembre, organizza Ecomondo 2019 la grande piattaforma fieristica dedicata alla circular economy, affiancata da Key Energy il salone delle energie rinnovabili, dal biennale Sal.Ve. salone [...]

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende