Home » Rubriche »Very Important Planet » Baricco: “non sono un fanatico ambientalista”:

Baricco: “non sono un fanatico ambientalista”

Alessandro Baricco, Courtesy of Vibisse.filesAlessandro Baricco dice no ai fanatismi. Sì alla buona volontà. Tutto per soddisfare il principio che, ci racconta, guida la sua vita da sempre: “il perseguimento della mia felicità, senza ridurre la possibilità agli altri di fare altrettanto”.

L’inventore della Scuola di scrittura creativa più famosa d’Italia, la torinese (forse ancora per poco, visto che sarebbe in cantiere un trasferimento a Milano) Holden, ha un approccio distaccato con i problemi che riguardano l’ambiente. Se ne interessa, ma li guarda dall’alto in basso. Nello stile che si addice agli intellettuali, che prima di agire fanno una teoria ragionata di tutto. E poi l’argomentano. Ai nostri lettori il giudizio.

D) Quali sono i gesti quotidiani (se ci sono) che dedica al rispetto per l’ambiente?

R) Di certo non vado a far la spesa con la borsa di vimini per risparmiare sul sacchetto di plastica del supermercato. E neppure ho sostituito drasticamente l’auto con la bici, tanto per non inquinare. Non è questo che serve, secondo me. Le sorti del clima e del pianeta stanno nelle mani dei grandi poteri. Non è spegnendo il gas, consumandone meno, che la Terrà si salverà.

D) Non crede però che sia importante che ciascuno di noi faccia qualcosa nel suo piccolo?

R) Il discorso sulle grandi questioni climatiche, così come è fatto oggi, mi sembra sospetto. O almeno una forzatura ideologica da cui bisogna stare in guardia. E’ vero però che solo i punti di vista estremi smuovono le masse. Per cui: se quella che per me ha il sapore di una grande montatura serve a creare sensibilità e consapevolezza diffusa, ben venga. Tanti singoli che hanno imparato a vivere più “puliti” tengono i governi sotto tiro. E i governi sotto tiro poi agiscono.

D) Com’è la qualità della vita in una città come Roma, dove lei ora vive?

R) La Capitale è la città del caos, ti mette sotto pressione. E questo è il lato negativo. Niente a confronto con Torino, la mia città d’origine, che è assolutamente più a misura d’uomo. E’ verde. E’ disciplinata. Ci sono le leggi e la gente le rispetta. D’altra parte Roma offre innumerevoli possibilità di stabilire nuovi contatti lavorativi. Una città la scegli non solo perché ci sono tanti parchi e giardini. Se gli spazi alberati mancano, t’interessi di qualcos’altro. Non bisogna avere paura della modernità, non c’è solo la priorità ambientale: il legame con un luogo nasce dall’esperienza, dalla crescita, dall’arricchimento che trai vivendoci.

D) Trova che la Capitale sia sporca?

R) Beh, sì. Però dipende anche dai parametri di confronto: per uno che viene dal nord Roma è sporca e trasandata. Ciononostante io riesco ancora a ritagliarmi una dimensione di vita decente: vado a correre, vado a nuoto, gioco a tennis e a pallone. Lo sport è fondamentale alla mia età.

D) La Scuola Holden, qualche anno fa, prevedeva tra le sue attività straordinarie anche passeggiate in quota e trekking letterari con gli autori. E’ la montagna il rifugio dello scrittore Baricco?

R) Agli allievi della Holden è sempre piaciuto dedicare un momento insieme nelle valli piemontesi. Li portiamo nei posti più tristi e sperduti, in autunno, soprattutto all’inizio del corso di studi, per far gruppo. E’ un rito il camminare. Insegna a sperimentare l’esperienza della fatica, che è molto educativa. In montagna, se vieni con le infradito, cioè se non metti le scarpe adatte, non puoi salire. Che è una metafora per dire: se non sei preparato e non ti attrezzi non vai avanti. E’ scuola di vita.

D) E’affascinato dal mito romantico della natura come fonte d’ispirazione per la letteratura?

R) Uno scrittore deve sempre mantenere un qualche rapporto privilegiato con la natura. Anche perché spesso è lì che si raggiunge il tanto ricercato silenzio di cui ha gran bisogno chi pensa e chi scrive.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Nasce il Circular Economy Network: Italia al secondo posto in Europa per riciclo

maggio 4, 2018

Nasce il Circular Economy Network: Italia al secondo posto in Europa per riciclo

A giugno verrà approvato in via definitiva il pacchetto europeo sull’economia circolare e già oggi nasce il Circular Economy Network, l’osservatorio della circolarità in Italia creato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da un gruppo di 13 aziende e associazioni di impresa che vanno dai consorzi di riciclo alle industrie di bioplastiche, dalle acque [...]

Bike Pride e Brompton sfilano per Torino a favore del ciclismo urbano

maggio 4, 2018

Bike Pride e Brompton sfilano per Torino a favore del ciclismo urbano

Domenica 6 maggio 2018, al Parco del Valentino di Torino torna protagonista la bicicletta con due importanti eventi dedicati al mondo del ciclismo urbano: la IX edizione del “Bike Pride”, la tradizionale parata annuale di biciclette organizzata dall’Associazione Bike Pride Fiab Torino, e la V edizione del Brompton World Championship, un evento dedicato agli appassionati [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende