Home » Rubriche »Very Important Planet » I 10 Demandamenti secondo Bergonzoni. Primo: pulisci tu per me:

I 10 Demandamenti secondo Bergonzoni. Primo: pulisci tu per me

luglio 19, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Funambolo sì, ma delle idee. Le parole sono strumenti, parti del tutto, come i mattoni per la casa. Come l’architetto che lavora sull’ambiente lo rende accogliente, così Alessandro Bergonzoni, comico dalle mille sorprese, costruisce meraviglia e stupisce con il pensiero. Lo abbiamo intervistato nel ruolo di esploratore dei confini, ospite della rassegna “Oltre i Limiti” organizzata dal Comune di Torino. Lo ritroveremo il 5 settembre tra gli ospiti più divertenti e interessanti del Festival della Letteratura di Mantova, con un libro di poesie, il suo primo, dal titolo “L’amorte”, crasi senza veli né sconti di amore e morte, per i tipi di Garzanti. E ancora, nel capoluogo sabaudo in novembre, dove l’attore porterà in scena l’ultima tappa del suo spettacolo “Urge”. Prima del nuovo lavoro, che uscirà a febbraio 2014.

D) Bergonzoni, se si parla di ambiente, cosa le viene in mente?

R) Nel mio ultimo libro, il primo di poesie, dico una frase a cui tengo: non sono uno scrittore, sono uno scritturato, non sono un autore, ma uno autorizzato. Quando pronuncio questa parola, ambiente, penso all’ambiente del pensiero, non alla terra, alla città, ma all’ambiente dell’anima che dobbiamo abitare, accogliere. Quando l’uomo lavora per la natura, lavora attraverso la sua anima, la sua trascendenza, poi questo lo conduce nei vari ambiti, nei vari luoghi. Muovendo dal pensiero ci si sposta altrove.

D) Spesso, però, il pensiero si trova scomodo nel mondo. Non c’è piena sinergia. Parlando di natura, pensiamo alle città inquinate. Chi di noi si può ritenere a suo agio nello smog?

R) E’ vero, ma è anche vero il risvolto della medaglia, che l’ambiente è quello che è perché c’è un ambiente interiore che deturpa il mondo. Troppe volte, nella politica, nel sociale, si parte dai luoghi fisici, e non da quelli interiori. Per me c’è la natura “inumana” e quella sovrumana, che è la parte nostra più alta ed è quella che ci potrà salvare, far rinascere di nuovo, per non avere più una natura umiliata e inquinata.

D) Cioè lei dice che ce lo siamo voluto e non c’è scampo all’autodistruzione?

R) E’ un cane che si morde la coda. L’ambiente fuori e’ ridotto in maniera devastante, qualcuno di noi, tutti compresi e conniventi, decide di distruggerlo perché non ha un ambiente interno che possa pensare altro. Chi cementa, distrugge, deforesta, rende l’animale già morto prima che nasca, non ha, non ha avuto nel passato, un habitat interno tale da pensare ad altre strade. E noi, tutti compresi nessuno escluso, ce ne siamo fregati. Io li chiamo i 10 Demandamenti, non Comandamenti: lava tu per me, pulisci tu per me, fallo tu per me, fai la legge tu per me, e via elencando. E’ come quando si parla di Costituzione”.

D) In che senso?

R) C’è chi dice che la Costituzione è bellissima, e io sono d’accordo. Ma parlare di come salvarla è inutile se manca la Costituzione interiore, il legislatore interno. Per esempio, citiamo la sicurezza stradale: sì, ci sono le regole, il regolamento esiste, ma dobbiamo andare nelle scuole a spiegarlo, raccontare il pericolo, fare vedere le immagini crude dei rischi. Bisognerebbe parlare alle pance delle madri incinte, dicendo al bambino sei tu il primo Ministro dell’Ambiente, il primo architetto, il primo ministro dalla Cultura, il primo ambientalista.

D) Se fosse lei il Ministro dell’Ambiente?

R) Unirei insieme Sanità, Lavoro, Ambiente, Arte e Cultura, Agricoltura. Finalmente abbiamo capito che sono interconnessi, almeno ambiente, lavoro, sanità. C’è voluta l’Ilva di Taranto a svegliarci. Farei tutti i giorni una tavola rotonda per dire che non si posso slegare questi aspetti, l’arte dalla salute dalla spiritualità dall’etica, anche se parliamo di etica quando ci portano via i risparmi, quando vediamo fiumi schiumanti. Sennò aspettiamo. I dieci Demandamenti, appunto.

D) Il suo paradiso e il suo inferno terrestre.

R) Ho ripescato la grande potenza del mondo da poco tempo. Dopo 22 anni, da 2 ho ricominciato a volare. Il luogo più importante per me è il cielo. Il mio paradiso, fatto di luce e sole, noi siamo fatti di energia. L’inferno non è un luogo geografico, ma il vuoto, la morte interiore. Quando parli non con una persona ma con un’ombra, uno sguardo morto. Persone che sono sicure che esista solo una scienza, la medicina, persone appartenenti alle tribù dei “ma va là”, dei “soltanto”, dei “macché”. C’è poi un inferno ancora: i CIE, certi ospizi di anzianità, le celle due metri per due in cui ci si sta in sei. Non sono più una galera interna, sono il luogo di tortura più alta.

Letizia Tortello

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

dicembre 1, 2017

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

Il 13 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 123/2017, che recepisce la direttiva UE 2015/720 e contiene la nuova normativa sulle borse di plastica, con importanti novità anche per i sacchetti ultraleggeri utilizzati per gli alimenti sfusi (es. frutta e verdura) che non rispettino i criteri di compostabilità e biodegradabilità. In particolare il testo dispone [...]

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

novembre 30, 2017

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

Una campagna all’insegna del beneficio multiplo: più efficienza energetica, risparmio, valore, comfort, attenzione per l’ambiente e salute, sono questi i sei principi cardine che hanno ispirato la creazione della nuova campagna di Rete IRENE (Imprese per la Riqualificazione Energetica negli Edifici) aderente alla Campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in Classe A”. Lanciata ufficialmente nei giorni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende