Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Biotea: in Cina, alla ricerca delle piantagioni di tè senza pesticidi:

Biotea: in Cina, alla ricerca delle piantagioni di tè senza pesticidi

settembre 19, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

Oltre al “mal d’Africa”, pare esista pure quello verso la Cina, soprattutto la Cina più selvaggia, meno conosciuta. Se ne è innamorato Edoardo Barbero, un langarolo che dopo vent’anni di viaggi verso Oriente ha pensato di trasformare la passione per l’antica bevanda del e le sue proprietà nutraceutiche in un’azienda, la Biotea, con sede a Santa Vittoria d’Alba in provincia di Cuneo.

“Tutti questi anni passati viaggiando in Estremo Oriente, hanno originato in me una grande curiosità per questa bevanda antichissima – racconta Edoardo – mi sono innamorato della storia, per non parlare dei rituali per la sua preparazione, ma pure dei terreni dove si coltiva. Sono dei veri e propri giardini“. C’è un fattore estetico, ma la salubrità del prodotto è ancora più importante. Edoardo ne ha fatto una missione personale, per selezionare sul campo solo quei piccoli produttori che non utilizzano nelle piantagioni pesticidi e sostanze chimiche di sintesi. “La scelta di recarmi di persona nelle zone di coltivazione mi permette di conoscere personalmente i produttori e di monitorare periodicamente la produzione in modo da garantire sempre un prodotto di altissima qualità e privo di qualsiasi sostanza chimica inquinante”. Ma la “certificazione” di Edoardo – estremamente critico verso il meccanismo dei “bollini” e i conflitti d’interesse degli enti certificatori – non è solo il metterci la faccia, ma commissionare direttamente e periodicamente analisi chimiche su campioni di prodotto, da rendere disponibili ai suoi clienti.

“La nostra presenza nelle zone di produzione – spiega Barbero sul sito internet dell’azienda – ci permette di garantire un prodotto completamente naturale e tradizionale. Dalla raccolta al confezionamento tutto viene eseguito scrupolosamente, senza lasciare nulla al caso. Il Tè utilizzato per i nostri Biofiltri è esattamente lo stesso che vendiamo sfuso, lo portiamo nel filtro senza compromessi. I filtri sono prodotti con la fibra del mais completamente naturale e biodegradabile”. Quando si dice che il diavolo si nasconde nei dettagli… Quale sarebbe infatti il bilancio salutistico di un tè da agricoltura biologica se poi si andassero ad utilizzare una bustina in materiale sintetico, “plastificato”, o un punto metallico, che alla fine vanno in infusione nella nostra acqua bollente (come avviene solitamente con i tè commerciali acquistati al supermercato)?

Questa filosofia di stretta osservanza del naturale deriva a Biotea anche dalla considerazioni che il tè non è solo una bevanda buona e piacevole, ma – se coltivato correttamente – ha importanti proprietà benefiche e terapeutiche, note da millenni all’antica medicina cinese e ribadite oggi, in campo scientifico, da numerosi istituti di ricerca: “Siamo in contatto diretto con alcuni ricercatori di importanti università, siamo sempre informati sulle ricerche che confermano la grande potenzialità benefica che questa pianta può avere sulla salute”, precisa Barbero.

Il Puerh, ad esempio, il “Tè delle origini”, è considerato “l’elisir di lunga vita” dai cinesi per le sue straordinarie proprietà benefiche, che consentono di prevenire e curare molteplici patologie. È tradizionalmente prodotto con le foglie dell’albero della Camelia Sinensis, varietà assamica, originaria del sud dello Yunnan, al sud ovest della Cina, ai confini con la Birmania il Vietnam ed il Laos. “Il processo di produzione di questo Tè – si legge sul sito Biotea – è significativamente differente da tutti gli altri tipi, infatti subisce una particolare fermentazione favorevole alla proliferazione di speciali microorganismi che gli conferiscono straordinarie proprietà benefiche”. Come quelle di ridurre il colesterolo LDL, i trigliceridi e gli zuccheri nel sangue, contrastare l’ipertensione, il sovrappeso e l’invecchiamento e facilitare la digestione regolarizzando la flora batterica intestinale. Il Puerh contrasta inoltre l’acidità di stomaco e ha un effetto positivo nei casi di reflusso gastroesofageo. “E’ considerato lo spazzino del sangue perché aiuta ad eliminare le tossine che vengono assimilate con l’alimentazione. È stato anche confermato che ha notevoli proprietà antisclerotiche, riducendo il rischio della pericolosa formazione delle placche aterosclerotiche, e ha forti effetti antifibrotici”. Infine, i ricercatori hanno osservato la capacità dei componenti di questo Tè, di inibire un complesso enzima chiamato Fatty Acid Synthase (FAS), il quale pare sia la causa non solo dell’obesità ma anche di alcuni tumori. Il che suggerisce che il Tè Puerh possa agire anche da agente antitumorale, mentre, in parallelo, offre il suo aiuto come regolatore del peso corporeo, soprattutto se inserito in concomitanza con una dieta ricca di fibre vegetali e affiancato da un programma di regolari esercizi fisici.

Questa attenzione agli aspetti storici, salutistici, qualitativi ed estetici del tè tradizionale cinese, è valsa a Biotea l’importante riconoscimento come ambasciatore del Made in Italy alla fiera BellaVita, prima ad Amsterdam poi a Varsavia. Edoardo lo ricorda quasi con imbarazzo: “era pieno di aziende italiane di eccellenza, di diversi settori del food & beverage, vincere il primo premio è stata una grande emozione”.

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende