Home » Bollettino Europa »Rubriche » Bruxelles: l’UE al lavoro per migliorare la sostenibilità ambientale dell’agricoltura:

Bruxelles: l’UE al lavoro per migliorare la sostenibilità ambientale dell’agricoltura

marzo 26, 2012 Bollettino Europa, Rubriche

“L’agricoltura biologica è il modello agricolo che meglio può rispondere a esigenze quali l’uso efficiente delle risorse naturali, l’equilibrio agro-ecologico e l’adattamento ai mutamenti climatici. Sarebbe pertanto opportuno che il raggiungimento della sicurezza alimentare attraverso modelli produttivi sostenibili goda di peculiare attenzione della ricerca pubblica, privilegiando proprio il biologico e i sistemi agro-ecologici, anziché l’agroindustria come avviene oggi”. E’ quanto ha dichiarato Cristina Micheloni, vicepresidente dell’AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e membro di TP Organics (la piattaforma tecnologica europea per il settore biologico), durante un’audizione della Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia (ITRE) del Parlamento Europeo, svoltasi lo scorso 20 marzo a Bruxelles.

La Micheloni, in definitiva, ha presentato le richieste e le proposte del mondo del biologico circa l’uso dei fondi per la ricerca e l’innovazione in agricoltura. Si tratta dei fondi per la ricerca pubblica europea che copriranno il periodo 2014-2020, che sarà finanziata con il programma quadro Horizon 2020, approvato dalla Commissione Europea lo scorso 30 novembre. In generale “Horizon 2020″ prevede un budget di 80 miliardi di euro per diversi settori e priorità. Ma una delle priorità chiave è rappresentata dalla sicurezza alimentare e dall’agricoltura sostenibile e biologica, che fa parte di uno dei tre pilastri o settori fondamentali del programma di finanziamento, ossia quello delle “Sfide della Società”. A questo settore saranno infatti dedicati 31,7 miliardi di euro, suddivisi in diverse priorità di ricerca, tra cui quella dell’ “uso efficiente delle risorse e mutamento climatico” e della “sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile”, priorità che interessano entrambe i sistemi agro-ecologici come il biologico. Se il budget per ogni settore di ricerca è stato dunque assegnato, il Parlamento Europeo sta tuttavia discutendo i criteri per orientare i finanziamenti nell’ambito delle singole categorie e priorità.

Secondo il vicepresidente dell’AIAB, “vista la scarsità delle risorse naturali, il degrado dei suoli e dei sistemi agro-ecologici in corso, l’agricoltura del futuro deve essere in grado di produrre cibo sano in quantità sufficiente per tutti, ma in modo rigorosamente sostenibile, utilizzando in modo efficiente le risorse, riducendo le proprie emissioni di carbonio, preservando i servizi ecosistemici di natura e beni comuni e combinando l’obiettivo della sicurezza alimentare con quello della tutela della biodiversità vegetale e animale. Dunque – continua la Micheloni – i finanziamenti pubblici per la ricerca in agricoltura dovrebbero essere spesi per rispondere alle sfide di interesse collettivo”.

La diffusione dell’agricoltura biologica, grazie ad adeguati finanziamenti e all’innovazione, incarnerebbe meglio di qualsiasi altra pratica, proprio questo interesse collettivo, in quanto è un metodo di produzione in cui si agisce nel rispetto dell’uomo e della natura. I sistemi agro-ecologici però sono ancora poco diffusi a causa di un attaccamento ai tradizionali metodi di produzione agricola. In questo senso, sarebbe di fondamentale importanza un’adeguata informazione e appropriati aiuti finanziari, indispensabili in qualsiasi fase di trasformazione. Inoltre è “prioritario anche che la ricerca si traduca in innovazione sostenibile e accessibile, se non partecipata, ovvero tale da poter essere applicata nei campi e nelle aziende. Horizon 2020 – ha concluso Cristina Micheloni – deve quindi includere misure e metodi per portare i risultati delle indagini scientifiche nei campi, a beneficio della collettività”.

Quello dell’agricoltura sostenibile è stato anche il tema dell’ultimo Consiglio UE su Pesca e Agricoltura del 19 e 20 marzo. La Commissione Europea è infatti al lavoro nella negoziazione della bozza per la nuova Politica Agricola Comune dell’Unione, e il commissario Cioloş, ancora una volta ha ribadito, di fronte ai Ministri dell’Agricoltura dei 27 membri dell’UE, la necessità di una PAC sostenibile dal punto di vista ambientale. Per questo motivo, durante il Consiglio, la Commissione ha presentato il nuovo programma di Partenariato Europeo dell’Innovazione per la “Produttività e lo sviluppo di un’agricoltura sostenibileper il periodo 2014-2020, sempre nell’ambito finanziario di Horizon 2020. I Ministri hanno accolto positivamente l’idea di un partenariato che dovrebbe rappresentare una sorta di ponte tra la ricerca e l’innovazione, da un lato, e la politica rurale dall’altro. Almeno nelle intenzioni, dunque, Horizon 2020 sembra un buon trampolino di lancio per la sostenibilità in campo agricolo e il sostegno agli obiettivi della nuova PAC.

Donatella Scatamacchia

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende