Home » Rubriche »Very Important Planet » Bunna, il Natural Mystic del reggae italiano:

Bunna, il Natural Mystic del reggae italiano

Amianto, petrolio, scorie, immondizia, sprechi, discariche, polveri sottili. L’inquinamento non dà scampo alle grandi città. Meglio vivere sul fiume, in una lingua di terra, circondata dal verde dei prati e delle montagne del pinerolese. Come fa Bunna, al secolo Vitale Bonino, classe 1964, leader, voce e chitarra degli Africa Unite, il più noto gruppo raggae italiano, in questi giorni anche membro della giuria del Festival Cinemambiente di Torino, il concorso cinematografico internazionale dedicato alle pellicole a tema ambientale.

Con una tournée europea che toccherà Berlino, Bruxelles, Londra, L’Aia, Dublino, Parigi, Madrid, Barcellona, Valencia, lui e il gruppo festeggiano quest’anno i 30 anni di storia insieme, coronati da un libro (stampato rigorosamente su carta riciclata), dal titolo “Trent’anni in levare. Storia della storia degli Africa Unite”, pubblicato il 25 maggio da Chinaski Edizioni.

D) Bunna, quali sono i temi civili affrontati dai film di Cinemambiente in concorso quest’anno?

R) E’ molto presente la tematica dei rifiuti, un problema drammatico per l’Italia, ma non solo. L’apertura della manifestazione è stata dedicata al lungometraggio di Lucy Walker dal titolo Waste Land”, cioèterra desolata”, ma anche “terra devastata”, girato in una delle più grandi discariche del mondo, Jardim Gramacho, alla periferia di Rio de Janeiro. Mi ha impressionato, perché i temi ambientali hanno per me un’importanza speciale. Ogni settimana conduco anche una trasmissione su Radio Life Gate, Natural Mysticche non parla solo di musica, ma ha stretti legami con lo stato di salute della natura e dell’informazione.

D) Che importanza hanno, secondo te, manifestazioni di sensibilizzazione come la rassegna di Torino?

R) Sono un’opportunità preziosa per avvicinare la gente a problematiche che altrimenti non verrebbero approfondite. La politica dovrebbe fare di più, rappresentare le necessità di tutti, e invece è quanto mai lontana. Ma la piazza ha ancora qualche mezzo per protestare. Ciascuno di noi ha un ruolo importante nella salvaguardia dell’ambiente. Dobbiamo abbandonare la filosofia del “cosa ci posso fare?” e incominciare la rivoluzione dal nostro quotidiano.

D) Tu da dove inizi? Mobilità, energia pulita, comportamenti a basso impatto ambientale?

R) Nella nostra società è sempre difficile essere fedeli e rigorosi, e seguire una linea di vita coerente. Io parto dall’abc: quando posso non uso l’auto, faccio la differenziata, compro frutta, verdura e carne dai produttori consociati in un gruppo di acquisto solidale del pinerolese, in casa tengo una temperatura mai superiore ai 21 gradi.

D) Perchè hai deciso di restare a Pinerolo?

R) Sono rimasto fedele alla città in cui sono nato e in cui è nato il gruppo. Apprezzo la provincia, vado il minimo indispensabile in città. Il caos della metropoli lo trovo pesante. Casa mia è collocata su un lembo di terra, bagnato da due parti da un ruscello. Adoro questa dimensione rilassante, in cui posso fare tutta la musica che voglio senza dover rendere conto a nessuno.

D) In alternativa, dove ti trasferiresti?

R) In Olanda. E’ un paese a misura d’uomo, molto libero – anche sul fronte delle liberalizzazioni…

D) La vostra musica, il reggae, discende da Bob Marley e da una certa cultura vicina alla natura e ai suoi ritmi lenti. Pensiamo al rastafarianesimo. Che cos’è rimasto oggi di quei valori figli degli anni ’70?

R) Gli Africa Unite si rifanno al genere reggae, cercando di trovare nel nostro Paese i riferimenti culturali per fare la nostra musica. Di quell’ispirazione naturalista originaria è rimasto però poco. La “one love philosophy” di Marley si è persa.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

aprile 29, 2020

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

Le offerte “verdi” dell’energia elettrica (quelle cioè provenienti da fonti rinnovabili) non possono più essere considerate “alternative”, perché ormai rappresentano la maggior parte di tutte le tariffe disponibili sul mercato. Per il gas, invece, c’è ancora tanta strada da fare. Sono, in sintesi, i risultati dell’analisi che Selectra – azienda che mette a confronto le tariffe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende