Home » Campioni d'Italia » Risorse Smart, la start up siciliana che “piazza” i sottoprodotti agricoli:

Risorse Smart, la start up siciliana che “piazza” i sottoprodotti agricoli

settembre 16, 2015 Campioni d'Italia

“Convincere gli agricoltori a conferire la paglia alla Laterlite all’inizio non è stato facile, ma dopo il primo pagamento, arrivato puntuale dall’azienda a 30 giorni dalla fattura, il mio telefono non la smetteva più di squillare: tutti offrivano la paglia”. Roberta Selvaggi, agronoma, 26 anni, è la fondatrice, insieme ad altre tre socie (l’architetta Marilù Federico, la giornalista Grazia Sicali e l’agronoma Mariagrazia Signorello), tutte siciliane come lei, di Risorse Smart, start up che si propone di far incontrare la domanda e l’offerta di sottoprodotti agricoli, perché non vadano più a finire in discarica, ma vengano valorizzati.

La collaborazione con lo stabilimento Laterlite in provincia di Enna, che produce argilla espansa per l’edilizia e utilizza la paglia per alimentare gli altiforni, è il primo progetto su cui hanno lavorato Roberta e le sue colleghe ed è un esempio di incontro riuscito. “Alle imprese, che possono essere impianti di digestione anaerobica, aziende agricole che desiderano stimare il potenziale energetico dei propri sottoprodotti, o società che in vario modo possono valorizzare queste matrici, offriamo un supporto logistico, ma anche normativo, perché spesso si ha paura di gestire in modo diverso dal conferimento in discarica queste biomasse. La normativa però è chiara e noi possiamo aiutare le aziende a valorizzare questi scarti nel pieno rispetto delle regole”.

La Laterlite, per esempio, “ha di recente convertito i suoi forni, che prima bruciavano carbone proveniente dalla Russia e ora sono alimentati con paglia di grano duro siciliano. Lo stabilimento ha bisogno di 7.000 tonnellate all’anno di paglia, 2.000 rotoballe a settimana”.

Risorse Smart coordina la logistica e il conferimento della biomassa, secondo un preciso calendario: “L’anno scorso abbiamo coinvolto 56 fornitori, quest’anno 72. Il nostro non è un lavoro semplice: l’impresa ha bisogno di un flusso costante di paglia da giugno a novembre, mentre gli agricoltori si trovano a gestire un prodotto stagionale e hanno necessità agricole e logistiche, condizionate anche dal meteo”. Se si incastra tutto, però, il sistema si rivela conveniente per tutti: all’azienda il combustibile costa molto meno, i fornitori ricevono una remunerazione per la paglia conferita di almeno 55 euro a tonnellata più IVA, che costituisce un’integrazione del reddito, e sui territori si innesca un piccolo indotto per l’imballo e il trasporto della biomassa.

Il caso di un piccolo birrificio di Ragusa è altrettanto esemplificativo: “Lo stabilimento produce ogni due settimane 100 chili di trebbie, lo scarto di lavorazione dell’orzo maltato: per lo smaltimento in discarica sarebbero serviti 700 euro, un prezzo inaccessibile per dei giovani imprenditori. Grazie a Risorse Smart, le trebbie vengono invece conferite gratuitamente a un impianto a biogas, con risparmi consistenti per l’azienda”.

Il team di Risorse Smart ha anche stimato il potenziale energetico dei sottoprodotti agricoli siciliani, che tra sansa e acque di vegetazione, scarti di macellazione, siero del latte, pastazzo degli agrumi, residui colturali, deiezioni animali, colture in rotazione e secondi raccolti e colture dedicate, ammontano a quasi 1,4 milioni di tonnellate. “Assumendo di utilizzarne anche solo il 30%, perché alcune hanno già altri utilizzi, questa quota basterebbe ad alimentare 20 impianti di digestione anaerobica da 500 kW, in grado di fornire energia a più di 3.000 abitazioni”. Ad oggi, gli impianti di questo tipo in Sicilia sono solo tre, a cui se ne aggiunge un altro che produce energia elettrica attraverso la combustione di cippato. “Il problema della Sicilia è la mancanza di domanda”, spiega Roberta Selvaggi, che con le socie punta però ad espandere l’attività anche al resto d’Italia e all’estero, attraverso la realizzazione di una piattaforma on line per l’incontro di domanda e offerta nel settore degli scarti agricoli.

La speranza delle imprenditrici sta nel biometano: “Da poco il GSE ha emesso le linee guida per la sua immissione in rete, e il settore sta attirando gli interessi degli investitori. Ci auguriamo di veder sorgere nuovi impianti per la produzione di biometano anche in Sicilia, con i quali potremmo collaborare per l’approvvigionamento di biomasse”.

In attesa di conoscere l’esito del bando pubblico Smart Start, da cui potrebbero arrivare i finanziamenti per realizzare la piattaforma on line, le imprenditrici siciliane il 3 ottobre saranno ospiti a Expo per spiegare la loro idea. Nel frattempo, il lavoro continua: “Stiamo facendo ricerca sulla possibilità di usare nei digestori anche le pale dei fichi d’India o la sulla. Oggi questi impianti sono alimentati in buona parte con colture dedicate, ma l’ottimale sarebbe integrarle con i sottoprodotti, risparmiando loro la discarica”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende