Home » Campioni d'Italia »Rubriche » “Casa Comune”, la nuova sfida di Don Ciotti è una scuola ispirata all’enciclica del Papa:

“Casa Comune”, la nuova sfida di Don Ciotti è una scuola ispirata all’enciclica del Papa

giugno 5, 2019 Campioni d'Italia, Rubriche

Il linguaggio, lo strumento comunicativo sulla natura più antico e tra i più efficaci, è quello religioso. La connessione tra natura e mondo del divino ha una fortissima valenza comunicativa. Lo sa bene Papa Francesco, che nel 2015 vi ha dedicato l’enciclica Laudato Si’. Un documento che ha messo in moto riflessioni, meditazioni, ma anche tante azioni virtuose a beneficio dell’ambiente. Don Luigi Ciotti descrive l’enciclica come un “canto d’amore per la Terra, ma anche un’esortazione agli uomini affinché ne abbiano cura”. E ora, dopo decenni di impegno sul fronte ambientale con i suoi volontari, il sacerdote veneto ha deciso di lanciarsi in una nuova sfida dal nome, appunto, di “Casa Comune, una gemmazione del Gruppo Abele.

Una nuova avventura che ha preso il via, senza tanto clamore, in Val di Susa, ad Avigliana, a febbraio scorso, con l’obiettivo di diffondere il verbo della “Laudato Sì”, ovvero la coscienza ambientale tra i cittadini, attraverso il pensare ed il fare . “Per accendere questa ecologia dentro di noi abbiamo bisogno di un percorso di riflessione e conoscenza che non si fermi alla superficie delle cose – sottolinea don Ciotti – ma che ci consenta di guardare senza filtri ai grandi problemi e alle possibili azioni da intraprendere, insieme”.

Questa volontà di riflettere ed agire per l’ambiente si traduce in diverse iniziative, come i corsi di formazione. Uno strumento per saldare il sapere col fare, per utilizzare la filosofia del fondatore del Gruppo Abele: “trasformando il Laudato sì’ in un Laudato qui, la contemplazione in un’azione coraggiosa di custodia dell’armonia nel rapporto fra l’uomo e la natura, fra gli uomini stessi e fra le società umane”. La visione è chiaramente globale, come ci conferma la giornalista Mirta Da Pra, responsabile e coordinatrice dei moduli formativi della Casa Comune.

Si tratta di una vera e propria scuola con diversi moduli, dove non mancano mai le lezioni dedicate a biodiversità, cambiamenti climatici, religione ed ecologia”. La religione della natura non è però catechismo, l’approccio è laico. Da Pra fa un esempio concreto per capire meglio metodo e mission: “Il modulo dal 10 al 12 giugno è dedicato al Pianeta Acqua e ci sarà un approfondimento sulla simbologia e su come le diverse religioni si rapportano ad essa”. A sfogliare titoli e competenze del corpo docente si scopre così che accanto al noto Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, c’è Mariachiara Giorda, storica delle religioni all’Università Roma Tre. E poi è confermata la disponibilità alla collaborazione da parte di Carlo Petrini di Slow Food e di Cinemambiente. Saperi distinti e solo apparentemente lontani. L’obiettivo è comune, ovvero far capire l’iniqua distribuzione dell’oro blu, l’inquinamento di fiumi e mari, lo sfruttamento e lo spreco. Come tutelare questa preziosa risorsa. “Un altro elemento chiave per capire questo tema è la riflessione su pace e migrazioni, perché per l’acqua si scatenano numerose guerre e le migrazioni sono determinate anche in relazione alle condizioni idriche ed ambientali”. Un modo per ricordare che i problemi sociali, spesso, poggiano anche su fondamenta ecologiche, soprattutto nel Sud del mondo.

“C’è la teoria, ma all’interno dei moduli si mettono in evidenza strategie operative reali”, ci spiega la coordinatrice, che elenca anche altre tematiche care all’associazione: “Il corso sul cibo, cibo e salute, e sulle grandi, medie e piccole aziende che hanno una certa responsabilità e possono contrastare o meno il cambiamento climatico con i loro metodi di produzione. Abbiamo trovato tante esperienze positive”… Come dire: c’è del buono ecologico anche nell’industria e nella produzione.

Tematiche delicate, che attraversano saperi e discipline diverse, compresa l’economia reale. “Per fortuna abbiamo trovato tanti esperti disponibili ad accompagnarci in questo percorso”, ammette Mirta. “La tecnica non basta da sola per salvare il mondo, ma non se ne può fare a meno, come indica la Laudato si’ che promuove il dialogo tra il linguaggio tecnico-scientifico e quello sociale e antropologico”.

Casa Comune è una scuola molto aperta al mondo, ma con spirito glocal. La suggestiva location è la “Certosa 1515” vicino ai laghi di Avigliana. Un luogo che si presta anche ad iniziative e laboratori immersi nella natura. “Un luogo di sosta e di pensiero. A fine luglio proponiamo una settimana di studio vacanza dove si fanno lezioni nel bosco, si studiano da vicino esperienze di bioedilizia, il recupero sostenibile delle dimore tradizionali e l’applicazione di sistemi a risparmio energetico”. C’è riflessione e meditazione, ma anche insegnamenti pratici per affrontare e attenuare i problemi climatici. I prezzi sono accessibili e per coinvolgere più persone gli organizzatori hanno pensato anche a soluzioni in sacco a pelo. L’importante è condividere sottolinea Da Pra: “Tutti insieme. L’enciclica ha un taglio laico e questo l’ha resa così popolare tra tanti gruppi e persone”. Anche la tutela dell’ambiente, in fondo, è vocazione e missione, ma non da soli.

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende