Home » Rubriche »Very Important Planet » Chiara Francini: la madrina del TFF si racconta a Greenews.info:

Chiara Francini: la madrina del TFF si racconta a Greenews.info

novembre 20, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Nota conduttrice di Colorado insieme a Diego Abatantuono, Chiara Francini è uno dei volti del grande e piccolo schermo italiani. Ha lavorato infatti sia per la tv – in soap opere, show televisivi, serie – sia per il cinema (con Pieraccioni, Neri Parenti e Carlo Vanzina fra gli altri), senza dimenticare il teatro. Ha raccolto diversi  riconoscimenti professionali, fra cui il Premio Guglielmo Biraghi nel 2011 al 68º Festival Internazionale del cinema di Venezia  come “Attrice Rivelazione dell’Anno“. Per il suo talento fresco e la sua versatilità è stata scelta come madrina del Torino Film Festival, che da oggi fino al 28 novembre offrirà a Torino una finestra sul cinema attuale italiano e non.

D) Chiara, che effetto ti fa la nomina di madrina del Torino Film Festival?

R) Non avrei potuto sperare di meglio perché l’ho sempre seguito da spettatrice. Il TFF è una rassegna prestigiosa che rende onore a Torino, cui fra l’altro sono molto legata perché, a parte il festival, ho anche appena finito di girare un film proprio in questa cttà. Mi è sempre piaciuta per il suo aspetto regale ed elegante.

D) Ti dividi spesso fra cinema teatro e televisione, quale fra questi preferisci?

R) Hanno tutti delle caratteristiche peculiari. Cinema a tv mi danno tempo per interagire con il personaggio e capirlo di più, il teatro invece non prevede atti ripetibili, quindi ha un approccio molto differente. I tre media toccano tre pubblici con una fascia di ampiezza altrettanto diversa, ma questo deve essere il mio obiettivo: per essere una professionista completa devo poter raggiungere il pubblico più ampio ed eterogeneo possibile.

D) Che rapporto hai con l’ambiente?

R) Il mio fidanzato è svedese, lui è molto attento alla natura, grazie a lui ho imparato il rispetto per la natura: non ho la macchina, cammino molto, nel tempo libero vado in montagna a godermi il paesaggio. Anche se vivo in città l’ambiente per me è fondamentale, mi serve un contatto costante anche solo con una passeggiata.

D) Cosa ti ha insegnato il contatto con un Paese come la Svezia?

R) Quello che per noi è dovere per loro sono semplici azioni naturali da compiere da quando si nasce. Mi ha insegnato la necessità di concepire l’ambiente e la natura come un essere umano, con una vita che va rispettata.

D) Quali gesti compi quotidianamente per prenderti cura dell’ambiente?

R) Faccio la raccolta differenziata, scelgo con attenzione i prodotti biologici, cerco di impostare il rapporto nel modo più naturale possibile. Non sono vegana né vegetariana, in realtà non seguo mai diete, mangio sempre tutto quello che mi piace!

D) Che stile di vita hai per tenerti in forma?

R) Non bevo, non fumo, cammino molto, non vado in palestra, cerco di condurre una vita sana evitando fritti, bevendo molte centrifughe e spremute. Non è un regime imposto, mi viene naturale…

D) Spesso citi il tuo passato toscano: quanto senti ancora il legame con la terra di origine?

R) Io sono toscana, continuo a rimanere una ragazza di provincia. Per la mia formazione professionale è stato importante il mio percorso di vita, l’educazione calvinista ricevuta mi ha dato la forza e la stoffa per essere qui.

D) Hai mai pensato di dedicare la tua professione a una tematica sociale come l’ambiente?

R) Finora non mi è mai successo ma mi piacerebbe. Ognuno è testimonial prima di tutto con la propria condotta di vita, ma mi piacerebbe occuparmi di ambiente anche in maniera più compita e puntuale.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende