Home » Rubriche »Very Important Planet » Chiara Maci: “Finalmente la genuinità è tornata di moda”:

Chiara Maci: “Finalmente la genuinità è tornata di moda”

febbraio 8, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Ogni nuova tendenza ha i suoi protagonisti, volti noti e conosciuti al grande pubblico. Chiara Maci è fra coloro che hanno contribuito a diffondere quella passione per la cucina che oggi spopola in Italia (tanto da diventare oggetto di satira di Maurizio Crozza). Blogger, consulente, sommelier e giudice del programma di La7 “Cuochi e Fiamme“, condotto da Simone Rugiati, Chiara gestisce con la sorella Angela uno dei blog di cucina di maggiore successo e recentemente ha pubblicato un libro di ricette ispirato al lavoro nato online (“Sorelle in pentola“, Newton Compton). “L’idea è arrivata dalla gente – racconta – dai lettori del blog, che chiedevano un supporto cartaceo per le nostre ricette”. Perché è vero che i blog di cucina hanno avvicinato anche i più giovani alla gastronomia casalinga ma “non tutti usano internet con fluidità e dimestichezza: il libro rimane un punto fermo per chi, come me e mia sorella, ama creare piatti sempre nuovi”.

D) Libri, tv, blog: l’offerta di cucina “di qualità” sui media continua a crescere. Quali sono le ragioni di questo successo?

R) Le ragioni sono diverse, ma la prima è che ormai la cucina è accessibile a tutti. Oggi le persone preferiscono rimanere in casa e imparare a cucinare piuttosto che comprare un prodotto già pronto. Questo perché la tradizione, la genuinità e la naturalità del cibo sono tornate finalmente di moda.

D) Sperando che non sia solo una moda..

R) Certamente: in fondo tutti possono imparare a cucinare, perché non provarci? Fra blog, libri e tv ormai è quasi impossibile resistere.

D) Il cibo biologico e locale sta lentamente conquistando gli italiani: secondo lei cosa influisce maggiormente sulle scelte quando si fa la spesa?

R) Credo che la situazione sia diversa nelle diverse regioni e città. Quando vivevo al Sud avevo accesso più facilmente a prodotti buoni e locali. Ora a Milano – soprattutto nei supermercati – le verdure sono insapore. Bisognerebbe prendere l’abitudine di fare la spesa al mercato, dove si riesce a spendere meno e avere un prodotto migliore. Per quanto riguarda il biologico, invece, c’è una grande offerta in centri dedicati mentre deve ancora migliorare nella grande distribuzione.

D) Pensa che la crescita del “biologico” sia un bene per l’industria del cibo (agricoltori, produttori e ristoranti)?

R) Non posso dire se sia un bene o no, quello che so è che il consumatore è molto confuso e ancora oggi non riconosce i meriti del biologico: spesso lo vede come un prodotto “di nicchia” e troppo costoso. Il prezzo più alto è ovvio, ma lo è anche la qualità. Credo dovrebbe cambiare la comunicazione in materia, magari partendo proprio dal punto di vista degli agricoltori.

D) Che parte ha il biologico nella tua vita – privata e professionale – in cucina?

R) Il biologico è stato una scoperta degli ultimi anni, grazie ad un’azienda per cui lavoro. Io però sono cresciuta tra la Campania e l’Emilia, a pane e genuinità, si può dire: solo verdure dei contadini, solo prodotti di stagione, solo chilometro zero. Diciamo che, prima ancora di scoprire il bio, il cibo sano ha sempre fatto parte della mia vita.

D) Da sommelier, qual è la tua opinione sui vini biologici?

R) Credo fermamente che le pratiche enologiche debbano essere moderate e controllate. Spesso l’intervento troppo deciso dell’enologo, soprattutto in grandi cantine, rende impersonale il prodotto finale. Più che parlare di vini bio o naturali, è importante lavorare per mantenere le caratteristiche proprie delle uve e il rispetto del territorio, cosa che è sempre più difficile.

D) L’agricoltura “sostenibile” in genere può avere un ruolo di difesa del territorio?

R) Attraverso l’agricoltura si possono rispettare l’ambiente e la biodiversità, ed è il mezzo da potenziare per far fronte ai bisogni mondiali. Renderla il più sostenibile possibile sarebbe un ottimo inizio per una politica di difesa del territorio.

D) Dulcis in fundo, ci consiglieresti un piatto e un vino in abbinamento fra i tuoi preferiti?

R) Le mie tortine biologiche alla confettura, da abbinare magari ad un moscato passito bio. Penso potrebbero essere una buona idea per chiudere!

Matteo Acmè

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende