Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Cocò & Design: la cameretta Made in Tuscany che si monta con i fumetti:

Cocò & Design: la cameretta Made in Tuscany che si monta con i fumetti

febbraio 14, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

“Un figlio ti cambia la vita”, non è sempre una frase fatta. Vedi la storia dell’architetto milanese Roberta Galantino, creatrice di Cocò&Design, marchio italiano specializzato in arredi “bio” per l’infanzia. La libera professionista si è trasformata in imprenditrice quando, in attesa dell’arrivo della bimba adottata, ha iniziato a disegnare camerette e altri oggetti pensati per la pargola. Da quegli schizzi sprizza tanto amore che il marito Giovanni s’illumina e suggerisce di creare una linea d’arredamento.

Roberta, prima di buttarsi negli affari, si lancia però in una ricerca di mercato per trovare arredi belli e sani, ma “non ho trovato aziende che producessero arredamenti green come li volevo io. Quindi ci siamo detti perché non li creiamo noi? Ho iniziato con la ricerca sulla materia prima e siamo partiti con pannelli di canapa che non usava nessuno, a parte per l’isolamento. Conoscevo una persona in un’azienda che li produceva e ho iniziato a fare prototipi, poi presentati al Salone del Mobile di Milano. Ma non ero convinta per la poca resistenza meccanica,  quindi via con un’altra ricerca di mercato e ho scoperto questo multistrato di pioppo, ma senza colle con formaldeide, bensì a base di soia. Sono pannelli prodotti in Italia e certificati in USA e in Australia. “.

La svolta professionale  è arrivata un po’ di anni dopo la laurea in architettura, conquistata al Politecnico di Milano nel 1998, dove nasce l’interesse verso il green, “ma allora – ricorda Roberta – non si usava neanche il termine, era poco conosciuto… Ho studiato in particolare l’inquinamento indoor perché trascorriamo gran parte del nostro tempo all’interno“. Un fil vert che si snoda sotto traccia e ritorna in superficie con l’arrivo della bimba e la necessità di un arredo salutare per i propri figli, ovvero una cameretta a base di “pannello felice, così amo chiamare l’elemento base degli arredi. Utilizziamo vernici derivanti in parte da compostaggio alimentare, che hanno la certificazione dei giocattoli per i bambini. Quindi molto sicure”. E gli arredi non si incollano, si passa all’incastro: “Non esistono viti e bulloni e gli arredi si possono montare tutti insieme in famiglia, per questo le istruzioni sono state fumettate: per coinvolgere i bimbi“.

Ma Roberta e collaboratori non si sono fermati a culle, letti, armadi e sgabelli e alla voce complementi si scopre un altro mondo: “La linea Dolce Cocò ovvero cuscini, coperte ecc. tutti fatti a mano, non è una produzione a carattere industriale”. La differenza arriva innanzitutto dalla materia prima utilizzata: “cuscini con lattice naturale, noccioli di ciliegio e pula di farro certificata da azienda agricola biologica; poi lino,cotone, lana e niente di sintetico“.

Una scelta orientata verso il petrol free che, ci dice Roberta, sta riscuotendo interesse, soprattutto fuori dai confini italiani: “Siamo nati nel 2014, ma siamo veramente operativi da maggio 2017, ad Arezzo, con l’ingresso di un investitore. Sul mercato, dunque, ci siamo da poco. Abbiamo partecipato ad una fiera a Parigi e ho riscontrato interesse da Corea,  Hong Kong, Canada e poi tutto il Nord Europa. L’estero da soddisfazione. Siamo partiti con il commercio  on-line, ma stiamo strutturando la rete commerciale anche perché i nostri sono prodotti che vanno toccati, visti dal vivo“. Un Ikea artigianale dunque? Giammai, Roberta ha un sussulto: “Dicono un bellissimo design low cost, ma la qualità in realtà ha un costo. Il nostro prodotto è di qualità e quindi costa..”. E va pertanto spiegato, toccato, annusato e raccontato, a partire anche dalla sua provenienza geografica: “un Made in Tuscany – precisa la fondatrice – perché lo ritengo espressione di migliore qualità”.

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

febbraio 23, 2018

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

Quest’anno Caterpillar e RAI Radio2 dedicano l’iniziativa “M’illumino di Meno“ alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi, ricordiamocelo, c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. Entro fine giornata del 23 febbraio 2018, la quattordicesima edizione di “M’illumino di Meno” ha dunque l’obiettivo di raggiungere la Luna a piedi con 555 [...]

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende