Home » Rubriche »Very Important Planet » Conquisterò il Vietnam con l’ecodesign. Intervista a Miss Earth Italia.:

Conquisterò il Vietnam con l’ecodesign. Intervista a Miss Earth Italia.

ottobre 8, 2010 Rubriche, Very Important Planet

Ilenia Arnolfo, Courtesy of Letizia Tortello_

Bella, spigliata, ma soprattutto “impegnata”. Ilenia Arnolfo, 26 anni, nata a Savigliano (CN), 1 metro e 76, lunghi capelli castani e grandi occhi color nocciola delle Langhe. E’ lei la vincitrice della seconda edizione italiana del titolo “Miss Earth”, il concorso che unisce la bellezza all’impegno per l’ambiente. Ha conquistato la fascia presentando alla giuria il business plan per un progetto di eco-design. A dicembre partirà poi per il Vietnam per la finale mondiale, dove rappresenterà l’Italia. Con un piccolo sogno “verde” nel cassetto. Chissà se una buona dose di entusiasmo giovanile e gli studi universitari in comunicazione internazionale e gestione aziendale la aiuteranno a realizzarlo.

D) Ilenia, perché hai deciso di prendere parte alle selezioni?

R) A dir la verità è stato un caso. Qualche tempo fa mi sono presentata ad un colloquio alla sede Onu di Torino. Sceglievano i partecipanti per un concorso in collaborazione con l’Unep, il programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente. Ho visto l’annuncio di Miss Earth e ho pensato “Perché no?”. Coniugava bellezza e contenuti più seri.

D) Hai già lavorato nel mondo della moda?

R) Sì, parecchie volte. Sono stata il volto di alcune pubblicità di Gucci, del gruppo Miroglio, della Ferrero, di Sky. Ho avuto una parte anche nel prossimo film della Littizzetto, “Fuoriclasse”: facevo ciò che non disprezzerei di fare nella vita, la presentatrice tv.

D) Come hai guadagnato la fascia di Miss Terra?

R) Alla commissione è piaciuto il mio studio aziendale di eco-design: ho progettato, con tanto di business plan, un salone dell’oggettistica a tema ambientale. Ho pensato a tutto: luogo, Torino; target dei frequentatori, giovani dai 18 ai 24 anni; canale di promozione a costo zero, i social network come Facebook; espositori, i piccoli artigiani d’Italia che producono pezzi di arredamento appetibili, ma a prezzi modici. Il ricavato della manifestazione, che secondo me potrebbe aggirarsi sui 5.000 euro, dovrebbe essere devoluto alla Regione Piemonte per la piantumazione degli alberi in città, o per lo sviluppo di nuove aree verdi. Ho realizzato anche un oggetto a basso costo che dovrebbe fare da mascotte: un fiore in alluminio, plastica e carta, tutto con materiali riciclati.

D) Tra tacchi alti e passerelle, per vincere, è servito più il progetto eco-sostenibile o la tua bellezza da “madre natura”? Dicci la verità…

R) Beh, senz’altro le sfilate non sono mancate. Come in ogni concorso di bellezza, hanno voluto farci indossare il costume da bagno e poi l’abito da sera. Abbiamo anche esibito i nostri talenti artistici: io ho portato una danza orientale, leggera, immediata, dal significato interculturale. Altre hanno cantato la lirica e ballato. Comunque ho incontrato gli amministratori delegati del gruppo sponsor, il Bonprix, e mi sono sembrati intenzionati a sostenere il mio impegno per l’ambiente. Magari diventerò testimonial.

D) A parte la modella, cos’altro fai nella vita?

R) Mi sono laureata in comunicazione internazionale con una tesi in economia gestionale, sviluppata per lo più in Spagna durante l’Erasmus. Ho studiato il caso del gruppo Zara, che ha messo a punto un piano pionieristico secondo un’economia sostenibile: tecnologie avanzate, ma basso consumo energetico. Sono molto interessata a questi argomenti, a capire come funzionano le aziende.

D) Vita da miss o carriera da manager? Cosa pensi sia meglio?

R) Ho lavorato molto nella moda per pagarmi gli studi. Il mio interesse è rivolto alle aziende. Sto facendo uno stage in L’Oreal, realtà che apprezzo anche per i progetti di solidarietà che porta avanti. Ad esempio, fanno uno studio sulla condizione della donna in paesi meno fortunati del nostro, un altro di bellezza rivolto alle donne malate di cancro. Apprezzo l’impegno.

D) Facciamo il test a Miss Earth. Da uno a dieci, quanto è ambientalista?

R) Non sono una convinta ambientalista. Ma amo gli animali. E non potrei stare senza la campagna. Bisognerebbe indire più giornate in bicicletta e costruire piste ciclabili ovunque. E poi, dovremmo imparare dai miei amici delle Canarie a risparmiare l’acqua. Loro, che ne hanno così poca, mi hanno insegnato che è un bene raro e prezioso, alle loro latitudini. Ma di questo noi ci rendiamo troppo poco conto.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende