Home » Rubriche »Very Important Planet » Conquisterò il Vietnam con l’ecodesign. Intervista a Miss Earth Italia.:

Conquisterò il Vietnam con l’ecodesign. Intervista a Miss Earth Italia.

ottobre 8, 2010 Rubriche, Very Important Planet

Ilenia Arnolfo, Courtesy of Letizia Tortello_

Bella, spigliata, ma soprattutto “impegnata”. Ilenia Arnolfo, 26 anni, nata a Savigliano (CN), 1 metro e 76, lunghi capelli castani e grandi occhi color nocciola delle Langhe. E’ lei la vincitrice della seconda edizione italiana del titolo “Miss Earth”, il concorso che unisce la bellezza all’impegno per l’ambiente. Ha conquistato la fascia presentando alla giuria il business plan per un progetto di eco-design. A dicembre partirà poi per il Vietnam per la finale mondiale, dove rappresenterà l’Italia. Con un piccolo sogno “verde” nel cassetto. Chissà se una buona dose di entusiasmo giovanile e gli studi universitari in comunicazione internazionale e gestione aziendale la aiuteranno a realizzarlo.

D) Ilenia, perché hai deciso di prendere parte alle selezioni?

R) A dir la verità è stato un caso. Qualche tempo fa mi sono presentata ad un colloquio alla sede Onu di Torino. Sceglievano i partecipanti per un concorso in collaborazione con l’Unep, il programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente. Ho visto l’annuncio di Miss Earth e ho pensato “Perché no?”. Coniugava bellezza e contenuti più seri.

D) Hai già lavorato nel mondo della moda?

R) Sì, parecchie volte. Sono stata il volto di alcune pubblicità di Gucci, del gruppo Miroglio, della Ferrero, di Sky. Ho avuto una parte anche nel prossimo film della Littizzetto, “Fuoriclasse”: facevo ciò che non disprezzerei di fare nella vita, la presentatrice tv.

D) Come hai guadagnato la fascia di Miss Terra?

R) Alla commissione è piaciuto il mio studio aziendale di eco-design: ho progettato, con tanto di business plan, un salone dell’oggettistica a tema ambientale. Ho pensato a tutto: luogo, Torino; target dei frequentatori, giovani dai 18 ai 24 anni; canale di promozione a costo zero, i social network come Facebook; espositori, i piccoli artigiani d’Italia che producono pezzi di arredamento appetibili, ma a prezzi modici. Il ricavato della manifestazione, che secondo me potrebbe aggirarsi sui 5.000 euro, dovrebbe essere devoluto alla Regione Piemonte per la piantumazione degli alberi in città, o per lo sviluppo di nuove aree verdi. Ho realizzato anche un oggetto a basso costo che dovrebbe fare da mascotte: un fiore in alluminio, plastica e carta, tutto con materiali riciclati.

D) Tra tacchi alti e passerelle, per vincere, è servito più il progetto eco-sostenibile o la tua bellezza da “madre natura”? Dicci la verità…

R) Beh, senz’altro le sfilate non sono mancate. Come in ogni concorso di bellezza, hanno voluto farci indossare il costume da bagno e poi l’abito da sera. Abbiamo anche esibito i nostri talenti artistici: io ho portato una danza orientale, leggera, immediata, dal significato interculturale. Altre hanno cantato la lirica e ballato. Comunque ho incontrato gli amministratori delegati del gruppo sponsor, il Bonprix, e mi sono sembrati intenzionati a sostenere il mio impegno per l’ambiente. Magari diventerò testimonial.

D) A parte la modella, cos’altro fai nella vita?

R) Mi sono laureata in comunicazione internazionale con una tesi in economia gestionale, sviluppata per lo più in Spagna durante l’Erasmus. Ho studiato il caso del gruppo Zara, che ha messo a punto un piano pionieristico secondo un’economia sostenibile: tecnologie avanzate, ma basso consumo energetico. Sono molto interessata a questi argomenti, a capire come funzionano le aziende.

D) Vita da miss o carriera da manager? Cosa pensi sia meglio?

R) Ho lavorato molto nella moda per pagarmi gli studi. Il mio interesse è rivolto alle aziende. Sto facendo uno stage in L’Oreal, realtà che apprezzo anche per i progetti di solidarietà che porta avanti. Ad esempio, fanno uno studio sulla condizione della donna in paesi meno fortunati del nostro, un altro di bellezza rivolto alle donne malate di cancro. Apprezzo l’impegno.

D) Facciamo il test a Miss Earth. Da uno a dieci, quanto è ambientalista?

R) Non sono una convinta ambientalista. Ma amo gli animali. E non potrei stare senza la campagna. Bisognerebbe indire più giornate in bicicletta e costruire piste ciclabili ovunque. E poi, dovremmo imparare dai miei amici delle Canarie a risparmiare l’acqua. Loro, che ne hanno così poca, mi hanno insegnato che è un bene raro e prezioso, alle loro latitudini. Ma di questo noi ci rendiamo troppo poco conto.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende