Home » Campioni d'Italia »Rubriche » CoopFond, il fondo mutualistico che sostiene le piccole imprese. Ecco come funziona:

CoopFond, il fondo mutualistico che sostiene le piccole imprese. Ecco come funziona

dicembre 2, 2020 Campioni d'Italia, Rubriche

Prestiti e finanziamenti a tassi agevolati, o ancora meglio  aiuti a fondo perduto, ma anche sostegni di vario genere, possono rappresentare l’ultima possibilità, per molte piccole imprese, di salvarsi dal fallimento e rinascere. Oggi più che mai, visto il contesto economico reso ancor più difficile dalla crisi Covid.

Lo dimostrano le storie di alcune imprese, come la Cartiera Pirinoli, piccola azienda del cuneese finita sull’orlo del fallimento già nella precedente crisi, quella del 2008. A quell’epoca, un gruppo di tenaci dipendenti presidiò lo stabilimento giorno e notte per tre anni, impedendo che i macchinari andassero in malora, e successivamente dieci di loro si presentarono come cooperativa all’asta fallimentare, acquistando impianti e attrezzature. Oggi la cartiera ha un business florido, vendendo cartoncino riciclabile a mezzo mondo, in un perfetto modello di economia circolare e sostenibile. La sua  rinascita è stata possibile anche grazie al sostegno finanziario di Legacoop, con il suo fondo mutualistico CoopFond.

Si tratta di un fondo che interviene come sostegno concreto, attraverso finanziamenti (anche a fondo perduto), in tutte le fasi di vita di un’impresa, dalla nascita, agli investimenti per lo sviluppo, fino agli interventi per uscire da situazioni di crisi. Con un solo vincolo: il fondo opera esclusivamente a favore di cooperative, di consorzi creati da cooperative o di imprese anche di capitali ma comunque controllate da cooperative. È stato costituito, infatti, per la promozione e lo sviluppo della cooperazione in Italia, settore dal quale provengono le sue risorse (riceve il 3% degli utili delle cooperative aderenti all’associazione che sono circa 10.000).

Ma come funziona esattamente? Innanzitutto, per avanzare una richiesta di sostegno occorre entrare in contatto con CoopFond. Il più delle volte questo primo contatto avviene con l’intermediazione delle articolazioni territoriali o settoriali di Legacoop, che possono poi seguire la cooperativa nella quotidianità. “In queste settimane stiamo lavorando per far sì che questo primo contatto possa svilupparsi anche online, dando, attraverso l’interazione digitale, un primo orientamento all’impresa e aprendo l’istruttoria”, assicura il direttore generale Simone Gamberini. Ma non solo. Periodicamente vengono organizzati dei bandi.   “Abbiamo appena chiuso due bandi: Futura, per sostenere la liquidità delle piccole cooperative, attraverso l’erogazione di finanziamenti fino a 25mila euro a tasso zero, e Coop 2030 che si propone di incentivare la transizione verso la sostenibilità in questa fase di ripartenza mettendo a disposizione 600.000 euro”, racconta Gamberini.

La cooperativa energetica WeForGreen Sharing, che produce energia 100% rinnovabile, per esempio, è stata tra le dieci che si sono aggiudicate il bando Coop 2030, grazie ad un progetto che prevede la realizzazione di una comunità di autoconsumo collettivo di energia elettrica prodotta da un impianto di produzione condiviso. Nel frattempo è sempre attivo il progetto Coopstartup, che da sette anni lavora per sostenere una via cooperativa alla creazione di imprese giovani che nascono per valorizzare un’idea innovativa. Il progetto opera attraverso bandi realizzati in collaborazione con territori e settori di Legacoop ma anche con il sostegno di imprese e soggetti esterni. Attualmente sono aperti il primo bando Coopstartup in Sardegna e i secondi in Friuli Venezia Giulia e nei territori dell’Emilia Ovest, che comprende le province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Nel processo di selezione CoopFond cerca di sviluppare un’attenzione particolare a tutto ciò che permette la crescita di un’economia sostenibile ed inclusiva e, soprattutto nei bandi, quando per le graduatorie si ha la necessità di inserire criteri e priorità, privilegia le cooperative che presentano una forte presenza under 40 e femminile o che agiscono in territori particolarmente svantaggiati o su beni confiscati alla criminalità organizzata. Passata la selezione, il passo successivo riguarda il sostegno, individuando la formula più adatta a seconda della situazione e della storia di impresa. “La partecipazione del fondo nell’impresa viene decisa congiuntamente ed è sempre temporanea, solitamente si parla di una durata di sette anni – precisa Gamberini – Non ha una funzione di controllo, ma di accompagnamento al percorso di startup o di sviluppo o di riposizionamento che è stato intrapreso. A parte i contributi a fondo perduto, ogni finanziamento viene erogato con precise indicazioni sulle modalità e i termini di restituzione. Il rapporto che si instaura è di sostegno e collaborazione, come testimonia l’altissima percentuale dei rientri che registriamo”.

Nei suoi primi 25 anni di attività, CoopFond ha sostenuto 1.200 realtà, di cui 900 cooperative e finanziarie e 300 enti ed associazioni, erogando complessivamente 1 miliardo di euro. Nel corso dell’ultimo esercizio ha approvato ben 107 interventi per un valore di oltre 16 milioni. Tra gli interventi recenti anche quello nei confronti di BluEnergy Revolution, una startup innovativa, spin-off dell’Università di Genova, che sta esplorando la possibilità di utilizzare l’idrogeno come propulsore per le imbarcazioni da diporto. Un progetto che sta entrando in una fase interessante: entro metà del 2021 verrà realizzato il primo prototipo, entro la fine dello stesso anno dovrebbe avvenire la prima installazione a bordo di un’imbarcazione a vela. Una storia di impresa che è solo all’inizio ma che potrebbe innescare una rivoluzione per la nautica.

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende