Home » Racconti d'Ambiente »Rubriche » “Cosmetici sicuri?”: una guida per orientarsi tra migliaia di additivi:

“Cosmetici sicuri?”: una guida per orientarsi tra migliaia di additivi

febbraio 25, 2014 Racconti d'Ambiente, Rubriche

A come Abies Balsamea, Z come Zinc Sulphate. In mezzo ci sono migliaia di additivi contenuti nelle decine di prodotti cosmetici con cui entriamo in contatto ogni giorno, spesso senza conoscerne il vero contenuto. Alcuni ingredienti di shampoo e dentifrici sono stati associati per esempio all’insorgenza di asma, nausea e dermatite; i coloranti per capelli possono essere cancerogeni. Le etichette dei prodotti spesso non aiutano. “Cosmetici sicuri?“, da poco pubblicato dalla casa editrice Terre di Mezzo, vuole aiutare i consumatori a districarsi in un labirinto di sigle e nomi impronunciabili. Grazie alla sua grafica intuitiva, permette di individuare a colpo d’occhio i componenti pericolosi , quelli da evitare e quelli innocui , indicando quali cosmetici li contengono e quali problemi per la salute comportano. Di seguito pubblichiamo l’introduzione, scritta dall’autore del volume Bill Statham, ricercatore, scrittore ed editore australiano.

L’uso degli additivi alimentari e degli ingredienti cosmetici è in una certa misura avvolto nella confusione. Da una parte le “grandi aziende” ci assicurano che tutte queste sostanze chimiche sono completamente sicure, mentre dall’altra ci sono quanti sostengono che tutti gli additivi e gli ingredienti sintetici sono dannosi. La verità sta da qualche parte nel mezzo, e questo libro rappresenta un tentativo di guidare all’acquisto consapevole nel caos delle informazioni conflittuali.

Certo, in un mondo ideale non avremmo bisogno di libri come questo. Il cibo che mangeremmo sarebbe prodotto da ingredienti naturali, senza il ricorso a pesticidi, fungicidi, erbicidi chimici, né ormoni della crescita e antibiotici. Inoltre, gli alimenti sarebbero privi di coloranti sintetici, conservanti, esaltatori di gusto, riempitivi e molti altri additivi usati per trasformare sostanze poco appetibili, altamente lavorate e prive di nutrienti nell’illusione di qualcosa di buono da mangiare. Sempre nel mondo ideale, i cosmetici e i prodotti per la cura della persona conterrebbero solo estratti vegetali puri e non tossici, e sarebbero privi di ingredienti sgradevoli o pericolosi contaminanti.

Purtroppo, il nostro mondo è lontano dall’ideale di chiunque. Viviamo a un ritmo frenetico e le auto, i computer, il denaro e i cibi veloci potrebbero non portare a una vita sana e felice. La ricchezza ha la precedenza sulla salute; il progresso scientifico è normalmente guidato da potenti multinazionali che mirano al profitto; i legislatori sembrano ignorare le richieste dei consumatori e prendere le parti delle “grandi aziende”; anche in questo caso il profitto regna sovrano.

Viviamo tutti continuamente circondati da molte migliaia di agenti chimici, un’impressionante percentuale dei quali pericolosa per la salute e l’ambiente. In un database sono registrati quasi 25 milioni di nomi di agenti chimici. L’inadeguatezza dei test condotti sulle sostanze chimiche è reale oggi come ieri, e alcune di queste sostanze finisce nei nostri cibi e nei prodotti cosmetici. Molti scienziati, preoccupati, ritengono che dovremmo adottare il principio, o l’approccio precauzionale, secondo cui se si sospetta che un’azione o una politica rischi di causare danni alle persone o all’ambiente, in assenza di consenso scientifico sul fatto che l’azione o la politica sia effettivamente pericolosa, l’onere della prova sulla non pericolosità ricade su quanti intraprendono questa azione. O, detto in parole più semplici, l’incertezza scientifica sommata al sospetto pericolo richiedono cautela. L’approccio opposto è stato ed è tuttora la norma. Ne sono due esempi lampanti le sigarette e l’asbesto. Queste due sostanze sono state affibbiate ai consumatori ignari per molto tempo dopo che i pericoli associati al loro uso erano stati riconosciuti e compresi appieno.

Quindi, finché non arriverà il momento in cui vivremo in un mondo ideale, Mangiasano vi aiuterà a rendere il viaggio in questo mondo un pochino più sicuro e facile. Vi aiuterà a riconoscere i cibi sicuri, affinché possiate tutelare la vostra salute, quella della vostra famiglia e quella dell’ambiente.

Bill Statham*

*Vive in Australia. Ricercatore, scrittore ed editore, si interessa in particolare di educazione alla salute. Per oltre dieci anni ha studiato e praticato l’omeopatia. “Cosmetioci sicuri?” e “Mangia sano, leggi l’etichetta!” (entrambi pubblicati in Italia da Terre di mezzo Editore), inizialmente autoprodotti, sono diventati ben presto dei bestseller in patria, con edizioni in altri nove Paesi.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende