Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Dai ricambi agli elettrodomestici rigenerati. La missione di Astelav contro l’obsolescenza:

Dai ricambi agli elettrodomestici rigenerati. La missione di Astelav contro l’obsolescenza

giugno 21, 2017 Campioni d'Italia, Rubriche

C’è un posto in Italia dove con soli 100 euro si portano a casa una lavatrice perfettamente funzionante e una buona azione di “ecologia reale”. Siamo a Torino, a Porta Palazzo, nel negozio Ri-Generation, una bottega di economia circolare che ha alzato le serrande nel mese di maggio. Un impasto, ben riuscito, tra l’etica sociale del Sermig (Servizio Missionario Giovani) e la capacità imprenditoriale del marchio Astelav. L’azienda che ha permesso di dare gambe e realtà a questo interessante processo antispreco, a favore del riuso e dell’esercito di precari che una lavatrice nuova fiammante non se la può permettere.

In sintesi il progetto è questo: l’Astelav intercetta gli elettrodomestici, anche lavastoviglie e forni, destinati allo smaltimento e li dirotta nel suo laboratorio dove i tecnici li rigenerano – un’operazione che va oltre il rimettere in funzione – per essere venduti nel negozio o via web tramite il sito Ri-Generation. In questo modo invece di smaltire o di ottenere materie prime seconde dal classico riciclo (seppur importante in mancanza di alternative), l’elettrodomestico viene rimesso in circolo.

Questa operazione è possibile grazie all’esperienza di un’azienda leader di mercato come Astelav, che produce ricambi, quindi può fare economie di scala e garantire la sostenibilità di questo circolo produttivo. La storia di questo marchio – sigla di Assistenza Tecnica Lavatrici – affonda paradossalmente le radici proprio negli anni del pieno trionfo del consumismo. Nei Trente Glorieuses, come amano definire il Boom Economico i francesi, quando l’Italia era tra i Paesi al mondo che produceva più frigoriferi, televisioni e lavatrici. “Ho fondato l’azienda nel 1963 e la nostra prima attività era un centro di assistenza tecnica, poi abbiamo scoperto il mondo dei ricambi. All’epoca nessuno se ne occupava e ci siamo creati un nostro spazio di mercato”. E’ la cronologia aziendale nelle parole di Giorgio Bertolino che a 22 anni, a Torino,  iniziò l’attività dove oggi lavorano i figli Riccardo ed Ernesto, con un fatturato da 12 milioni di euro e 50 dipendenti. Ma lui, classe 1941, è sempre in pista e,soprattutto, aperto all’innovazione.

La nuova avventura imprenditoriale ha uno slogan “buonista” (gli “Elettrodomestici che fanno bene”), ma si basa su una chiara governance manageriale che garantisce la sostenibilità economica e, dunque, il futuro dell’iniziativa. “Con la legge 1 contro 1 (il venditore di un elettrodomestico nuovo è tenuto a ritirare e smaltire quello vecchio, NdR) si è creato un sistema dove noi interveniamo. In pratica intercettiamo gli elettrodomestici ovvero i RAEE (Rifiuti da apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) ritirati dalle società di logistica e li prendiamo per allungargli la vita. Anche i privati li possono portare nei nostri punti ritiro: a Torino e Vinovo. Da un anno abbiamo creato un laboratorio all’interno dello stabilimento. Ci lavorano 4 tecnici che non si limitano a riparare”, fanno un intervento più profondo perché la macchina deve dare buone prestazioni. Garantiamo un anno di garanzia“, spiega Bertolino.

L’impatto ecologico, tra le altre cose, è dato dal risparmio energetico prodotto dalla rigenerazione. Si eliminano inoltre i costi di smaltimento: “In questo modo si evitano di spendere soldi per la rottamazione. Ci sono dei grossi impianti dove si recuperano le materie prime seconde che poi oggi, con la discesa dei prezzi, presentano dei problemi di mercato. Noi spendiamo meno e diamo nuova vita all’elettrodomestico. Senza dimenticare che solo il 30% dei RAEE viene smaltito in modo corretto, e il resto….. “.

Ri- Generation è un primo passo per limitare l’obsolescenza tecnologica che porta a disfarsi di un elettrodomestico a volte quasi nuovo perché “l‘assistenza è costosa e, dunque, invece di spendere 150 euro per aggiustare un elettrodomestico, ne spendo 300 per uno nuovo. Tanti RAEE che recuperiamo sono quasi nuovi – denuncia Bertolino – la loro età media è di molto inferiore a quella che per cui sono stati costruiti!”.

C’è il laboratorio, c’è il negozio, ma pure il progetto di trasmettere le competenze tecniche necessarie alle persone che vogliono aggiustare da sole i loro elettrodomestici. E qui si apre una parentesi quasi filosofica con l’amministratore delegato, che esprime una saggezza di un Italia d’altri tempi: “Riparare da soli  il proprio apparecchio  permette di entrare in sintonia con l’oggetto“: parafrasando si ottiene: Lo zen e l’ arte della riparazione della lavatrice. “C’è un movimento, a volte supportato da norme di legge, che sta combattendo contro i giganti industriali per ottenere la possibilità di intervenire sugli smartphone. Su You Tube si diffondono dei tutorial che insegnano, per esempio, come cambiare lo schermo dei tablet“. Frammenti di resistenza all’obsolescenza che spesso è più di mercato che tecnologica. L’ approccio circolare di RI-Generation è anche sociale: “abbiamo salvato delle professionalità tecniche con questo progetto” (alcuni operai della ex Indesit di None, ad esempio). Non a caso Bertolino naviga, in questo progetto, sulla stessa barca del teologo Ernesto Olivero.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende