Home » Rubriche »Very Important Planet » Dalle vette agli abissi. Intervista a Karen Putzer:

Dalle vette agli abissi. Intervista a Karen Putzer

gennaio 28, 2011 Rubriche, Very Important Planet

Un bronzo olimpico, un argento e un bronzo mondiale, otto vittorie alla Coppa del Mondo e un tallone d’Achille, quella maledetta anca che spesso l’ha costretta a casa. Tanti i podi della campionessa di sci alpino di Nova Levante, Karen Putzer, atleta delle Fiamme Oro della Polizia di Stato, la cui voglia di sfide non si placa. Nuove prove e nuovi impegni come quello che l’ha portata ad essere testimonial del marchio Breach, in pista per il progetto “Save the whale campaign”. L’azienda d’abbigliamento sportivo ha deciso, infatti, di dedicare una parte del ricavato della sua collezione al progetto Cetacean Sanctuary Research per il sostegno delle attività di studio e conservazione dei cetacei che l’Istituto Tethys svolge in Mar Ligure, all’interno del Santuario Pelagos.

Karen Putzer, Courtesy of static.sky.itD) Allora Karen, come mai ha scelto di prestare il suo volto per questa campagna?

R) Sono cresciuta tra le mantagne, la natura per me è tutto. Senza la natura, niente al mondo avrebbe senso di esistere per questo ho scelto di impegnarmi personalmente, anche se solo una briciola, per dare una mano alla salvaguardia dei mammiferi marini.

D) Dalla montagna al mare. Una nuova passione?

R) Esatto! Vada per le balene e poi mi sono detta “mi manca proprio il mare”. Non so stare senza mettermi alla prova e così ho deciso di prendermi la patente nautica e dedicarmi alla vela. Ho davanti un altro pezzo di natura da scoprire. E’ un altro spettacolo che lascia senza fiato, come le altitudini anche le profondità hanno il loro fascino. Un fascino trascurato perché troppo inquinamento ormai si riversa in acqua. L’altro giorno riflettevo, ma con tutte le regole che abbiamo, con tutte quelle che si riscrivono è mai possibile che non si sia pensato ad una ulteriore regolamentazione del transito nei mari? Scie di olio, macchie nere, inquinamento acustico……

D) A parte queste grandi campagne, c’è qualcosa che ognuno di noi può fare nel suo piccolo per aiutare l’ambiente?

R) Certo ogni azione, ogni passo che compiamo in questa vita si può, si deve raddrizzare in modo consapevole e sostenibile. Si può iniziare anche dall’abbigliamento, io per esempio ho scelto Breach perché sperimenta nuovi tipi di tessuti. Per esempio grazie alla ricerca è stato sviluppato un nuovo tipo di tessuto, l’Eco Green,  poliestere riciclato dalle bottiglie di plastica, grazie al quale si riduce lo spreco di energia e le emissioni di Co2.

D) Cosa le ha insegnato la montagna?

R) Credo la libertà, un senso di libertà forte e un grande rispetto per la terra e per chi la abita.

D) Una cosa a cui non potrebbe rinunciare…

R) Svegliarmi all’alba e andare in alta quota a vedere il sole che sorge. Ineguagliabile, spettacolo mozzafiato che mi riempie e mi da la carica…

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende