Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Dall’Italia al Mondo, grazie alle 3T:

Dall’Italia al Mondo, grazie alle 3T

settembre 21, 2011 Campioni d'Italia, Rubriche

Se state camminando sul pavimento di un aeroporto, di una scuola, un ospedale o – meglio per voi – vi state allenando su una superficie da gioco, avete buone possibilità che il prodotto sotto i vostri piedi provenga da Gallo d’Alba, nel cuore delle Langhe. Ogni giorno infatti i passeggeri del “Pendolino” e del “Cisalpino” di Trenitalia, così come delle metropolitane di  New York, Londra, Roma Torino, i pazienti degli ospedali Valdichiana e del Tampa General Hospital negli stati Uniti, i visitatori della Biblioteca di Deusto a Bilbao, camminano su pavimentazioni della MONDO SpA.

Mondo è oggi un gruppo internazionale composto da trenta consociate dislocate tra Europa, America e Asia, che impiega più di 1500 collaboratori in 11 impianti produttivi (5 in Italia, 3 in Spagna, 1 in Lussemburgo, Canada e Cina) per la commercializzazione dei propri prodotti in almeno 196 paesi. Ma la storia dell’azienda arriva da una banale e rivoluzionaria intuizione del fondatore. Come racconta Corrado Olocco nell’articolo sulla Gazzetta d’Alba, in occasione dei 60 anni dell’azienda: “nel 1948, a Gallo d’Alba, nasceva una ditta per la produzione di palloni per bambini e balon da pallone elastico. Il fondatore, Edmondo Stroppiana, scelse per la neonata azienda il proprio diminutivo, decidendo di chiamarla Mondo. Forse c’era qualcosa di premonitore in quella decisione, visto il respiro internazionale acquisito in mezzo secolo dalla fabbrica, oggi leader mondiale nel campo delle pavimentazioni sportive.”

Nessuna megalomania, dunque, nella scelta di un nome universale, ma al contrario quella geniale semplicità che ha contraddistinto molti imprenditori di successo di queste terre, da Michele Ferrero a Oscar Farinetti. Ma anche l’importanza delle 3T, che hanno proiettato l’azienda in una dimensione internazionale: tenacia, tecnologia e turf, il tappeto erboso sintetico che non necessita di irrigazione e ha conquistato gli stadi e i campi da gioco di mezzo mondo.

Il 31 agosto scorso i campi in erba sintetica Mondoturf sono approdati anche alla Serie B italiana, nello stadio Romeo Menti di Castellamare di Stabia, dove è stato realizzato un manto con la nuova tecnologia brevettata Ecofill, un riempitivo granulare in materiale 100% riciclabile, che possiede tutte le proprietà del terreno di gioco naturale ma è privo, al contrario dei riempitivi tradizionali, di metalli pesanti, ammine aromatiche e idrocarburi aromatici policiclici (IPA). Ecofill permette ai giocatori movimenti di accelereazione, rotazione, trazione e torsione con risultati del tutto simili a quelli ottenuti su un campo in erba naturale, ma senza bisogno di irrigazione. Il prodotto è stato inoltre sottoposto ai test riservati solitamente ai giocattoli per l’infanzia superando la prova, in quanto non rilascia sostanze volatili e non produce odori irritanti, nemmeno nelle situazioni di caldo più intenso e nei climi tropicali.

Del resto, ricorda Maurizio Stroppiana, 37 anni, nipote del fondatore Ferruccio, “già la prima pista realizzata a Mantova nel 1972, a differenza di quanto facevano i concorrenti in quel periodo, escludeva l’uso di mercurio“, una delle sostanze più pericolose in questo tipo di business. Prima ancora che le severe normative europee in materia di tossicità dei materiali diventassero stringenti, la Mondo si era infatti imposta volontariamente un bollino ambientale che suonava come un monito e, al tempo stesso, come una filosofia aziendale: Respect, Reduce, Recycle. “A priori – precisa il direttore marketing e vendite – escludiamo tutte quelle materie prime che possono essere tossiche e durante la produzione evitiamo l’uso di agenti che in qualsiasi modo possano mettere in pericolo la salute degli operai“.

Il tetto fotovoltaico della Mondo di Gallo d’Alba

Ma la sostenibilità ambientale, come noto, è un work in progress legato all’evoluzione delle tecnologie e l’azienda sta studiando come migliorare i propri risultati facendosi carico dell’intero riciclo dei materiali in uso visto che, già oggi, utilizza, in diversi ambiti, materie prime “post-consumer”, ovvero già usate. Nel frattempo Mondo ha sposato la causa delle energie rinnovabili, ricoprendo l’intera superficie del tetto aziendale con un impianto fotovoltaico integrato da 4,6 MWp: 35.000 metri quadrati che produrranno energia in quantità equivalente al fabbisogno di oltre 1.667 famiglie, evitando l’immissione in atmosfera di oltre 2.000 tonnellate di anidride carbonica, 2.750 chilogrammi di anidride solforosa, 1.700 chilogrammi di ossidi di azoto e 85 chilogrammi di polveri sottili. “Ci auguriamo che l’impianto nato sul nostro tetto possa essere da esempio anche per altre aziende“, dichiara soddisfatto il giovanissimo amministratore delegato Marco Stroppiana, “così che l’energia solare diventi sempre più utilizzata e si risparmi una notevole immissione in atmosfera di sostanze nocive”.

La prossima sfida sarà la fornitura per le Olimpiadi di Londra 2012, dove la Mondo sarà fornitore olimpico ufficiale per la decima volta consecutiva, a partire dalle Olimpiadi di Montreal del 1976.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende