Home » Rubriche »Very Important Planet » Davide Longo: camminare tra letteratura e paesaggio:

Davide Longo: camminare tra letteratura e paesaggio

settembre 7, 2012 Rubriche, Very Important Planet

Davide Longo è scrittore, regista di documentari, autore di testi teatrali e autore radiofonico. Nei suoi libri, la montagna è una presenza quasi costante: un ambiente “selvatico, spopolato, poco frequentato”, che proprio da queste caratteristiche trae il suo fascino. Ha esordito nel 2001 con il romanzo “Un mattino a Irgalem“, con il quale ha vinto il Premio Grinzane opera prima e il Premio Via Po. Nel 2004 è uscito il suo secondo romanzo “Il Mangiatore di Pietre“, Premio Città di Bergamo e Premio Viadana. Per Einaudi l’antologia “Racconti di Montagna” (2007). Vive a Torino dove insegna scrittura presso la Scuola Holden. Nella sua casa in Val Varaita (Cuneo) organizza residenze letterarie, in cui piccoli gruppi di persone vengono ospitati per due o tre giorni di scrittura e trekking. Oggi e domani sarà al Festivaletteratura di Mantova, dove reinterpreterà l’Ariosto nelle stanze di Palazzo Te.

D) Longo, nei suoi libri è quasi sempre presente la montagna. Qual è il suo rapporto con l’ambiente in quota?

R) È un rapporto molto stretto. Ho una casa sulla montagna cuneese, in Val Varaita, vado in montagna da quando avevo quattro anni. È però una montagna molto diversa da quella turistica di Trentino e Valle d’Aosta. Selvatica, spopolata, poco frequentata, ma proprio per questo mi affascina. In montagna vado a scrivere, a lavorare, e nella mia casa organizzo anche corsi di scrittura abbinati a trekking letterari: mi piace mescolare letteratura e paesaggio.

D) A proposito di trekking, lei terrà anche una camminata spirituale in occasione di Torino Spiritualità. Cosa le piace del camminare?

R) Camminare è una forma di meditazione molto semplice e accessibile a tutti. Mi piace portare le persone a camminare per rapportarsi con il paesaggio a una velocità diversa, più lenta . Ogni paesaggio è come una persona diversa: così la montagna, per esempio, ha un’infinità di sfumature.

D) Spesso però siamo abituati a usare solo la parola montagna per indicare quel tipo di paesaggio. Perché secondo lei?

R) Perché gli italiani non sono un popolo molto legato alla montagna, che associano principalmente a sentimenti come la solitudine, la noia, la fatica. I popoli nordici, al contrario, che non hanno molta montagna sul loro territorio, la amano. Quando vado a camminare, sui sentieri incontro sempre tanti tedeschi e olandesi e pochi italiani.

D) Ha mai raccontato questi trekking in un racconto o un romanzo?

R) No, non ho mai raccontato questi trekking lunghi in un libro. Bisognerebbe trovare un modo appropriato, letterario, per farlo, e per il momento non mi è ancora venuto in mente.

D) Lei è nato a Carmagnola, un paese originariamente agricolo. Che rapporto ha con quel mondo?

R) Come gran parte delle famiglie di Carmagnola, anche la mia famiglia è per tradizione una famiglia contadina. Carmagnola è stata fino agli anni Sessanta un piccolo centro dedito all’agricoltura e al piccolo artigianato. Poi, quando è arrivata la fonderia Fiat le cose sono cambiate. Prima era un posto in cui uscendo di casa si trovavano subito i campi e in parte è ancora così. Il paesaggio in cui sono cresciuto è una campagna molto piatta, molto calda in estate, umida e nebbiosa in inverno.  Ma non ho mai parlato di questo paesaggio nei miei romanzi, preferendo la montagna e la collina: Carmagnola è anche vicina alle Langhe e al Roero, dove c’erano i miei miti Fenoglio e Pavese, che hanno raccontato quel territorio.

D) In passato ha collaborato anche con Slow Food. Che rapporto c’era tra l’associazione e i luoghi in cui è nata?

R) Io ho fatto il liceo a Bra, e molti miei compagni di scuola lavorano adesso in Slow Food. Pur non avendo partecipato al movimento da cui poi nacque l’associazione, ricordo che per quei luoghi fu un fenomeno esaltante. E’ stata una delle poche organizzazioni in Italia in cui i giovani hanno rivestito ruoli anche molto importanti. Penso che anche questa sia stata la sua forza.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende