Home » Rubriche »Very Important Planet » Davide Longo: camminare tra letteratura e paesaggio:

Davide Longo: camminare tra letteratura e paesaggio

settembre 7, 2012 Rubriche, Very Important Planet

Davide Longo è scrittore, regista di documentari, autore di testi teatrali e autore radiofonico. Nei suoi libri, la montagna è una presenza quasi costante: un ambiente “selvatico, spopolato, poco frequentato”, che proprio da queste caratteristiche trae il suo fascino. Ha esordito nel 2001 con il romanzo “Un mattino a Irgalem“, con il quale ha vinto il Premio Grinzane opera prima e il Premio Via Po. Nel 2004 è uscito il suo secondo romanzo “Il Mangiatore di Pietre“, Premio Città di Bergamo e Premio Viadana. Per Einaudi l’antologia “Racconti di Montagna” (2007). Vive a Torino dove insegna scrittura presso la Scuola Holden. Nella sua casa in Val Varaita (Cuneo) organizza residenze letterarie, in cui piccoli gruppi di persone vengono ospitati per due o tre giorni di scrittura e trekking. Oggi e domani sarà al Festivaletteratura di Mantova, dove reinterpreterà l’Ariosto nelle stanze di Palazzo Te.

D) Longo, nei suoi libri è quasi sempre presente la montagna. Qual è il suo rapporto con l’ambiente in quota?

R) È un rapporto molto stretto. Ho una casa sulla montagna cuneese, in Val Varaita, vado in montagna da quando avevo quattro anni. È però una montagna molto diversa da quella turistica di Trentino e Valle d’Aosta. Selvatica, spopolata, poco frequentata, ma proprio per questo mi affascina. In montagna vado a scrivere, a lavorare, e nella mia casa organizzo anche corsi di scrittura abbinati a trekking letterari: mi piace mescolare letteratura e paesaggio.

D) A proposito di trekking, lei terrà anche una camminata spirituale in occasione di Torino Spiritualità. Cosa le piace del camminare?

R) Camminare è una forma di meditazione molto semplice e accessibile a tutti. Mi piace portare le persone a camminare per rapportarsi con il paesaggio a una velocità diversa, più lenta . Ogni paesaggio è come una persona diversa: così la montagna, per esempio, ha un’infinità di sfumature.

D) Spesso però siamo abituati a usare solo la parola montagna per indicare quel tipo di paesaggio. Perché secondo lei?

R) Perché gli italiani non sono un popolo molto legato alla montagna, che associano principalmente a sentimenti come la solitudine, la noia, la fatica. I popoli nordici, al contrario, che non hanno molta montagna sul loro territorio, la amano. Quando vado a camminare, sui sentieri incontro sempre tanti tedeschi e olandesi e pochi italiani.

D) Ha mai raccontato questi trekking in un racconto o un romanzo?

R) No, non ho mai raccontato questi trekking lunghi in un libro. Bisognerebbe trovare un modo appropriato, letterario, per farlo, e per il momento non mi è ancora venuto in mente.

D) Lei è nato a Carmagnola, un paese originariamente agricolo. Che rapporto ha con quel mondo?

R) Come gran parte delle famiglie di Carmagnola, anche la mia famiglia è per tradizione una famiglia contadina. Carmagnola è stata fino agli anni Sessanta un piccolo centro dedito all’agricoltura e al piccolo artigianato. Poi, quando è arrivata la fonderia Fiat le cose sono cambiate. Prima era un posto in cui uscendo di casa si trovavano subito i campi e in parte è ancora così. Il paesaggio in cui sono cresciuto è una campagna molto piatta, molto calda in estate, umida e nebbiosa in inverno.  Ma non ho mai parlato di questo paesaggio nei miei romanzi, preferendo la montagna e la collina: Carmagnola è anche vicina alle Langhe e al Roero, dove c’erano i miei miti Fenoglio e Pavese, che hanno raccontato quel territorio.

D) In passato ha collaborato anche con Slow Food. Che rapporto c’era tra l’associazione e i luoghi in cui è nata?

R) Io ho fatto il liceo a Bra, e molti miei compagni di scuola lavorano adesso in Slow Food. Pur non avendo partecipato al movimento da cui poi nacque l’associazione, ricordo che per quei luoghi fu un fenomeno esaltante. E’ stata una delle poche organizzazioni in Italia in cui i giovani hanno rivestito ruoli anche molto importanti. Penso che anche questa sia stata la sua forza.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Millenials Fest 2017: a Siena idee e innovazioni tra cibo e territorio

settembre 26, 2017

Millenials Fest 2017: a Siena idee e innovazioni tra cibo e territorio

La prima piattaforma che consente a chi vive in città di coltivare a distanza alberi da frutta biologici, attraverso l’adozione interattiva. Prodotti per il cibo del futuro a base di grilli, la prima batteria a flusso realizzata con una molecola organica che permette di immagazzinare energia da fonti rinnovabili in maniera economica ed ecologica e [...]

“A seminar la buona pianta” torna a Milano dal 29 settembre

settembre 25, 2017

“A seminar la buona pianta” torna a Milano dal 29 settembre

Il festival culturale “A Seminar la Buona Pianta“, firmato Aboca, giunge alla sua sesta edizione e ritorna a Milano, dal 29 settembre al 1 ottobre, con l’obiettivo di continuare a indagare il rapporto uomo-mondo vegetale e la volontà di contribuire a formare, nella popolazione italiana, una maggiore coscienza e responsabilità sullo sviluppo sostenibile e la salute umana. Anche [...]

Borse di studio UNESCO “MAB Young Scientists Award”. Fino al 30 novembre

settembre 22, 2017

Borse di studio UNESCO “MAB Young Scientists Award”. Fino al 30 novembre

Fin dal 1989 il Programma Uomo e Biosfera dell’UNESCO ha finanziato, con borse di studio del valore massimo di 5.000 dollari, giovani scienziati che abbiano condotto ricerche sugli ecosistemi, sulle risorse naturali e sulla biodiversità. Mediante tali borse di studio (chiamate “MAB Young Scientists Awards”), il programma MAB sta investendo in una nuova generazione di [...]

Puliamo il Mondo festeggia 25 anni

settembre 22, 2017

Puliamo il Mondo festeggia 25 anni

25 anni di impegno civile, sociale e di volontariato ambientale con 15 milioni di persone coinvolte in tutta Italia e 100mila aree ripulite. Sono i numeri di Puliamo il Mondo, la storica campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai e in programma questo week-end 22, 23 e 24 settembre [...]

Green City Milano 2017: l’evoluzione del verde meneghino a confronto con Lione e Mosca

settembre 19, 2017

Green City Milano 2017: l’evoluzione del verde meneghino a confronto con Lione e Mosca

“Siamo arrivati alla terza edizione di Green City Milano e non posso che ringraziare i cittadini e le associazioni che hanno organizzato oltre 500 eventi in tutta la città. Sarà un’occasione per raccontare la strada che Milano sta intraprendendo dal punto di vista del verde…”. Esordisce così Pierfrancesco Maran, Assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura del [...]

Urbanpromo Green: a Venezia si parla di sviluppo urbano sostenibile

settembre 19, 2017

Urbanpromo Green: a Venezia si parla di sviluppo urbano sostenibile

Il 21 e 22 settembre, presso la Scuola di Dottorato dell’Università IUAV di Venezia a Palazzo Badoer, si terrà la prima edizione di Urbanpromo Green, una manifestazione che segna l’ampliamento della proposta di Urbanpromo, organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit, che agli eventi incentrati sul social housing e sulla rigenerazione urbana – in [...]

Settimana europea della Mobilità: il focus 2017 è sulla “condivisione”

settembre 18, 2017

Settimana europea della Mobilità: il focus 2017 è sulla “condivisione”

Ogni anno la Settimana Europea della Mobilità – dal 16 al 22 settembre – si concentra su un particolare argomento relativo alla mobilità sostenibile, sulla cui base le autorità locali sono invitate a organizzare attività per i propri cittadini e a lanciare e promuovere misure permanenti a sostegno. Per l’edizione 2017 è stato scelto come focal [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende