Home » Rubriche »Very Important Planet » Dorothea Wierer, la biatleta col pallino della montagna:

Dorothea Wierer, la biatleta col pallino della montagna

febbraio 26, 2016 Rubriche, Very Important Planet

Classe 1990, la biatleta altoatesina Dorothea Wierer aveva solo 16 anni quando a Torino si aprivano le XX Olimpiadi Invernali (che la città ricorda in questi giorni), ma già nel 2007 entra a far parte della nazionale italiana e un anno dopo, nel 2008, diventa la prima italiana ad aver vinto una medaglia d’oro ai Mondiali giovanili, a Ruhpolding (Germania) nell’individuale. Da allora, ha continuato a raccogliere successi, fra i più recenti quello ai Mondiali di Kontiolahti nel 2015, dove ha vinto la medaglia di bronzo nella staffetta. Affascinante fisico da modella (l’edizione russa di Playboy l’avrebbe voluta in copertina), sposata, piena di energia, infallibile al tiro, la sua grinta è contagiosa. Greenews.info l’ha intervistata in attesa dei Campionati di Oslo, che partiranno a marzo.

D) Dorothea, come ti stai preparando per i campionati di Oslo?

R) Riposo un po’. Abbiamo fatto un lungo tour in America e soprattutto nella seconda tappa mi sono sentita un po’ stanca. La programmazione era comunque già stata fatta prima dell’inizio della stagione. Quindi spero di arrivare ai Mondiali al top della forma!

D) Quali sono gli obiettivi della tua carriera sportiva?

R) A questi Mondiali mi auguro di poter confermare quanto ho fatto di buono durante la stagione. Ma il sogno della vita di ogni atleta è e rimane un oro olimpico

D) Come è nata la tua passione per questa disciplina, apparentemente poco femminile?

R) Sono nata ad Anterselva che è la culla del biathlon in Italia. Lì tutti provano ad andare sugli sci da fondo e a sparare al poligono. A me è piaciuto e ho deciso di farne la mia professione, tutto qui.

D) Nel tuo caso, è nata prima la passione per lo sport o la passione per la montagna?

R) Il mio è uno sport che si pratica in montagna, sono nata in montagna. Le due cose vanno di pari passo. La montagna per me è sport e salute.

D) Quanto è importante per te oggi il rapporto con la natura?

R) L’ambiente pulito e sano della montagna mi dà pace, mi riconcilia con me stessa e mi permette di stare bene quando sono lontana dalle piste di gara. Mi piace passeggiare nei boschi o fare una corsa sui sentieri di montagna. Penso che tutti debbano provare il senso di tranquillità e di pace che la montagna trasmette. Cosa c’è di più bello di un prato completamente verde, o di una montagna imbiancata?

D) Ci sono delle azioni quotidiane che compi per rispettare l’ambiente?

R)  Nulla di particolare. Io cerco di godere della montagna senza per questo rovinarne gli equilibri. Sappiamo infatti che la mano dell’uomo può guastare il paesaggio e l’ambiente…

D) Raccontaci della tua vita in appartamento con la squadra: com’è nata l’idea e qual è lo spirito che la anima?

R) In squadra siamo anche amici, viviamo a stretto contatto per la maggior parte dell’anno. La vita in appartamento ci permette di avere una cucina come piace a noi, sana, leggera e italiana, ovunque ci troviamo. E in più possiamo risparmiare un po’ sui budget che ci servono per fare attività!

D) Nei tuoi allenamenti e nei tuoi viaggi hai ancora trovato dei luoghi che si possono considerare “incontaminati”?

R) Quasi tutti, perché gareggiamo in località che spesso sono molto lontane dai grandi centri, dove quindi la natura la fa da padrona. Khanty-Mansiysk in Russia, per esempio, ma anche Presque Isle negli Stati Uniti, o Canmore in Canada. Sono veramente molti, per fortuna.

D) Secondo te qual è l’emergenza ambientale che ha più urgenza di essere risolta?

R) Non sono un’esperta, ma credo che sia chiaro che l’inverno sta diventando sempre più caldo e la neve arriva sempre più tardi… Penso che questo sia indubbiamente legato ai cambiamenti climatici.

D) Qual è dunque la raccomandazione che vorresti lasciare alle generazioni future?

R) Come ho già detto, l’equilibrio che la natura offre è bellissimo e delicato. Bisogna fare attenzione ai propri comportamenti ed avere rispetto per la natura e per l’ambiente che ci circondano!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende