Home » Bollettino Europa »Rubriche » Due progetti europei di eco-innovazione: Landcare Med e Geowave:

Due progetti europei di eco-innovazione: Landcare Med e Geowave

dicembre 15, 2014 Bollettino Europa, Rubriche

In mezzo alle tante difficoltà dell’Unione Europea, ecco due esempi virtuosi di innovazione sostenibile e cooperazione tra Stati. Il primo si chiama Landcare Med e mette insieme Paesi Mediterranei della riva nord e della riva sud. Accanto all’Italia ci sono, infatti, Tunisia e Libano uniti dal principio che i rifiuti rurali e urbani non sono un peso bensì un’opportunità di crescita per le comunità e un guadagno per la collettività. La scommessa si gioca a livello locale con il coinvolgimento di quattro comuni: Decimoputzu in provincia di Cagliari, Medjez el Bab in Tunisia, Haret Saida e Zebdin nel sud del Libano.

Ideato da ricercatori dell’Università di Cagliari e finanziato per il 90% dall’Unione Europea tramite il programma EnpiCbc Bacino del Mediterraneo, il progetto – della durata di due anni e del costo di due milioni di Euro – ha l’obiettivo primario di creare una rete transfrontaliera tra i comuni, le comunità, le società private, gli enti istituzionali e di ricerca del Mediterraneo per promuovere una migliore gestione dei rifiuti rurali e domestici. Visto che, da un’indagine dei bisogni sul territorio, è emersa la necessità da parte degli agricoltori dell’area di un sostegno per gestire questo tipo di scarti, presenti in grande quantità in queste aree. Ecco perché saranno definiti gli strumenti e le metodologie necessarie per il corretto riciclo dei “materiali nobili” contenuti nei rifiuti e per il trattamento innovativo ed eco-sostenibile del rifiuti organici di origine rurale e domestica. Anche attraverso la realizzazione di quattro centri di raccolta e trattamento dotati di impianti pirolitici, in grado di trasformare i rifiuti in biochar, un fertilizzante naturale capace di migliorare la resa delle colture.

Un’altra attività del progetto è quella di sensibilizzazione dei cittadini, degli studenti, degli agricoltori e degli operatori che si occupano direttamente dello smaltimento dei rifiuti e naturalmente dei rappresentanti istituzionali. Per esempio, attraverso corsi di formazione per agricoltori o incontri in una decina di scuole del sud del Libano in cui verranno realizzati giochi educativi per informare gli studenti.

Il secondo progetto riguarda invece l’energia verde, o meglio, quella che viene dai mari. GEOWAVE, (Geotechnical design solutions for the offshore renewable wave energy industry) L’energia prodotta dalle onde si ottiene sfruttando il movimento di galleggianti ancorati al fondo del mare con dei cavi che si avvolgono e svolgono sull’asse di un alternatore, oppure sfruttando il movimento dell’aria al di sopra delle onde, ma si è ancora in fase sperimentale.

Il progetto sviluppa sistemi di ancoraggio e ormeggio ad alto potenziale partendo da un semplice dato di fatto: l’energia che caratterizza le onde oceaniche sulla costa occidentale d’Europa non ha eguali nel mondo. Tuttavia, il costo dei convertitori di energia del moto ondoso in mare aperto è molto alto: la nuova tecnologia di ancoraggio e ormeggio tenterà di diminuirlo.

Gli scienziati hanno lavorato, infatti, ad un convertitore di energia legato ad un nuovo concetto di ormeggio e ancoraggio. La raccolta dei dati sulle prestazioni ha permesso la selezione di geometrie per le ancore in funzione di un profilo di configurazione dell’ormeggio, della profondità dell’acqua e del fondale marino, tentando di ridurre al minimo l’impatto su quest’ultimo, il carico sull’ancora e la resistenza del convertitore al movimento. I risultati consentiranno un più conveniente ormeggio del convertitore di energia del moto ondoso.

Lo sfruttamento della grande energia delle onde in Europa potrebbe contribuire in modo significativo all’impegno dell’UE a soddisfare il 20% del fabbisogno energetico con fonti rinnovabili entro il 2020. La Regione è un ottimo banco di prova per i nuovi sistemi di ormeggio e di ancoraggio in mare aperto. L’implementazione di questa tecnologia vorrebbe, inoltre, dire mettere l’UE in prima linea nel mercato globale delle energie rinnovabili, creare posti di lavoro e contribuire alla lotto al cambiamento climatico globale.

Beatrice Credi

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende