Home » Rubriche »Very Important Planet » “Ecomoda non è solo riciclare abiti usati”. Intervista a Walter Dang:

“Ecomoda non è solo riciclare abiti usati”. Intervista a Walter Dang

novembre 26, 2010 Rubriche, Very Important Planet

2 lumiUnico, come i capi di moda che disegna, senza utilizzare cartamodelli o bozzetti. Walter Dang, lo stilista franco-ispano-vietnamita che, nonostante la timidezza nel raccontarsi, ha lavorato per anni nei più grandi atelier di alta sartoria parigina, è un visionario di stile e raffinatezza. E’ innamorato dell’Italia e oggi vive e lavora a Torino. Entrare nella sua elegante boutique nel centro della città è come mettere un piede nel mondo di Alice nel Paese delle meraviglie: capi, tessuti, colori, ogni pezzo è un’idea. Una filosofia rigorosa. Le sue collezioni sono espressione di un’etica, verso l’uomo e verso l’ambiente.


D) Cos’è per lei la moda?

R) E’ il mio equilibrio. Alla vita non chiedo altro che fare vestiti. Realizzo pezzi esclusivi per le mie clienti perché penso che dentro gli abiti la gente abbia bisogno di riconoscersi e di sentirsi protetta. I capi unici fanno tutto questo.

D) Il suo non è pret-à-porter, ma pret-à-couture. Che differenza c’è?

R) Sono stato per anni nel mondo dell’alta moda, ma ne sono uscito disgustato, nonostante amassi da impazzire il mio lavoro. E’ un ambiente superficiale, pura rappresentanza, mero apparire. Mi stavo perdendo. C’è un momento nella vita in cui bisogna fermarsi e ritrovarsi. Capire cosa si chiede a se stessi e dove si sta andando. Quando sono arrivato a Torino, volevo essere il sartino dietro l’angolo, non certo il grande stilista che viene da Parigi e vuole insegnare agli altri come si crea. Per questo non chiamo il mio negozio atelier. Volevo essere un artigiano. Si nota che i miei capi sono “couture”, ma non vogliono essere alta moda nel senso del mercato delle grandi case di moda. Ho un’etica anche nei prezzi: pezzi originali di sartoria a cifre abbordabili perché, a differenza che sulle passerelle, noi non dobbiamo pagare modelle e pubblicità come fanno i grandi stilisti.

D) Per presentare la sua ultima collezione, però, una sfilata l’ha organizzata. Com’è riuscito a realizzare una passerella “a impatto zero”?

R) Era un progetto realizzato con l’Environment Park di Torino, lo scorso aprile, per presentare i capi dell’inverno. Abbiamo voluto fare un evento a forte carattere di sostenibilità, una vera e propria sfilata di moda interamente alimentata da un generatore non inquinante. Penso che il mondo della moda dovrebbe muoversi sempre di più in questa direzione, ad esempio abbandonando le tinture chimiche o le stoffe sintetiche. Ci sono case che producono jeans da 220 euro e che utilizzano colori altamente inquinanti, te ne accorgi perché appena li metti addosso stingono. Ci sono anche realtà virtuose, come a Firenze, dove si sta sviluppando seriamente il discorso dell’eco moda e dell’eco design, che non è solo riciclare abiti usati, come credono in molti.

D) Voi state andando in questa direzione?

R) Lavoriamo sete vegetali, non provenienti dal baco, ma da piante orticacee. Non sopporto i proclami: tipo quelli dei politici, che non hanno alcuna competenza in tema di ambiente e quando siedono in Parlamento sono solo interessati al posto che occupano. Non capisco quelle attrici, tipo Brigitte Bardot, che sventolano ai quattro venti le campagne ambientaliste e poi si truccano con prodotti che, sappiamo tutti, sono testati sui sederi dei conigli.

D) Se avesse la bacchetta magica, avrebbe un suo sogno ambientalista da realizzare?

R) A cinquant’anni lascerò il lavoro nelle mani del mio giovane, ma preziosissimo collaboratore Pietro, e in quelle di Amleto, l’altro mio socio, e andrò a vivere in campagna.

D) Dove?

R) In Andalusia. Oppure in provincia di Torino. Vorrei diventare proprietario di un cascinale, stare tranquillo in mezzo alla natura e continuare a realizzare i miei capi per pura passione.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende