Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Econviene, l’e-commerce padovano che salva parafarmaci e cosmetici dalla discarica:

Econviene, l’e-commerce padovano che salva parafarmaci e cosmetici dalla discarica

novembre 21, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

La logica è simile a quella del Last Minute Market, ma invece del cibo qui si salvano dallo smaltimento integratori alimentari, parafarmaci e cosmetici, messi in vendita con un forte sconto pur di salvarli dallo spreco. Stiamo infatti parlando di prodotti altrimenti destinati al macero, perché con data di scadenza inferiore a sei mesi, oppure con confezione danneggiata o a fine stock. Tutto quello che gli operatori del settore farmaceutico (farmacie, parafarmacie, grossisti ecc.) solitamente dismettono per motivi commerciali.

“L’idea nasce da quel modello di intercettazione dello spreco, che ha anche una valenza sociale – ci spiega Giuliano Filippi – ma noi siamo un’azienda e abbiamo dovuto individuare un’operazione che convenisse a tutti: alle aziende produttrici, a noi, al cliente finale e all’ambiente“. Una vision, dunque, basata sul principio win-win: vincono tutti nel modello di business di Econviene, la startup di Padova formata da quattro imprenditori: il direttore tecnico Alberto Monico, farmacista, Diego Zancarini e Giuliano Filippi - che si occupano della parte commerciale – e l’informatico Federico Zancarini. Il team che ha permesso i primi passi del portale e-commerce nato a maggio 2018 e che già oggi, a pochi mesi, conta 18.500 utenti unici al mese, circa 600 al giorno, con l’obiettivo di toccare un fatturato di circa 1,5 milioni di euro, entro fine 2019.

Numeri che confermano la fattibilità di questo progetto di “new economy”, dove oltre la sostenibilità economica si contribuisce a quella ambientale, con anche un po’di educazione civica contro lo spreco: “La nostra è anche un’operazione culturale che promuove un consumo attento e consapevole”, dicono i fondatori.

La scommessa non è facile, visto che si tratta di beni legati all’idea di “benessere” e molto regolamentati dalla legge italiana, come ci spiega Alberto Monico – veterano del settore Salute, con esperienza pluridecennale nella logistica e commercializzazione di prodotti farmaceutici e cosmetici: “Tutti i prodotti presenti e commercializzati attraverso il nostro sito provengono da fornitori ufficiali e sono immagazzinati e conservati secondo le normative vigenti: sono perfettamente integri dal punto di vista delle proprietà chimico-fisiche e sono garantiti fino alla loro naturale scadenza, se correttamente conservati anche dall’utilizzatore finale”. La sicurezza è fondamentale: “Ogni prodotto che commercializziamo viene controllato dal team di Econviene per garantire al consumatore il rispetto degli standard. Nel caso di confezione danneggiata, viene verificata l’integrità del prodotto all’interno e quindi applicato un sigillo di qualità”.

Ma il consumatore, gli chiediamo, nella sua scelta è guidato più da un fattore ambientale o da mera convenienza economica? “Stiamo cercando di capire il fenomeno fin da quando siamo partiti. Siamo convinti che valgano entrambe le filosofie, c’è chi guarda più lo sconto e chi l’aspetto ambientale – commenta Giuliano Filippi, l’esperto aziendale di marketing – Ma l’elemento vincente è comunque l’unione delle due tendenze: si risparmia e non si spreca, quindi vi è una gratificazione economica e di utilità sociale ed ambientale“. Accanto ad una serie di prodotti con uno sconto fisso del 20% sul listino Econviene applica uno sconto minimo del 50% sui prodotti “Zero spreco”, con scadenza ravvicinata o fine stock o con il packaging danneggiato.

Econviene ha già avuto un buon successo iniziale nel Triveneto e in Lombardia, la regione autonoma Friuli Venezia Giulia l’ha anche promosso (visto che la sede legale è a Udine), ma i soci sono già impazienti di varcare i confini nazionali: ” Qui abbiamo giocato in casa, c’è stata una forte attenzione dei media locali che ci ha aiutati nel farci conoscere ma possiamo coprire tutto il mercato nazionale – prosegue Filippi – Guardiamo all’estero, ci interesserebbe avere relazioni in Germania, Austria e nel Nord Europa. Abbiamo verificato che in Austria le regole del parafarmaco sono simili alle nostre”. Il messaggio ai potenziali partner è chiaro: il modello potrebbe essere facilmente replicabile all’estero. Econviene è infatti già pensato in formato internazionale e sicuramente l’impatto ecologico derivante dalla distruzione di grandi quantità di confezioni di parafarmaci può essere tanto più ridotto quanto il modello della Aldigiù Srl (questo il nome della società) si espande.

Tra le motivazioni che hanno spinto alla creazione di Econviene c’è, come spesso succede, il tentativo di risolvere un problema. In questo caso quello interno alla filiera produttiva: “– conclude Filippi – Tutto parte dall’eccessiva produzione da parte di chi sta a monte della filiera, ma è tutto il canale che poi se ne rende compartecipe,

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende