Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Econviene, l’e-commerce padovano che salva parafarmaci e cosmetici dalla discarica:

Econviene, l’e-commerce padovano che salva parafarmaci e cosmetici dalla discarica

novembre 21, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

La logica è simile a quella del Last Minute Market, ma invece del cibo qui si salvano dallo smaltimento integratori alimentari, parafarmaci e cosmetici, messi in vendita con un forte sconto pur di salvarli dallo spreco. Stiamo infatti parlando di prodotti altrimenti destinati al macero, perché con data di scadenza inferiore a sei mesi, oppure con confezione danneggiata o a fine stock. Tutto quello che gli operatori del settore farmaceutico (farmacie, parafarmacie, grossisti ecc.) solitamente dismettono per motivi commerciali.

“L’idea nasce da quel modello di intercettazione dello spreco, che ha anche una valenza sociale – ci spiega Giuliano Filippi – ma noi siamo un’azienda e abbiamo dovuto individuare un’operazione che convenisse a tutti: alle aziende produttrici, a noi, al cliente finale e all’ambiente“. Una vision, dunque, basata sul principio win-win: vincono tutti nel modello di business di Econviene, la startup di Padova formata da quattro imprenditori: il direttore tecnico Alberto Monico, farmacista, Diego Zancarini e Giuliano Filippi - che si occupano della parte commerciale – e l’informatico Federico Zancarini. Il team che ha permesso i primi passi del portale e-commerce nato a maggio 2018 e che già oggi, a pochi mesi, conta 18.500 utenti unici al mese, circa 600 al giorno, con l’obiettivo di toccare un fatturato di circa 1,5 milioni di euro, entro fine 2019.

Numeri che confermano la fattibilità di questo progetto di “new economy”, dove oltre la sostenibilità economica si contribuisce a quella ambientale, con anche un po’di educazione civica contro lo spreco: “La nostra è anche un’operazione culturale che promuove un consumo attento e consapevole”, dicono i fondatori.

La scommessa non è facile, visto che si tratta di beni legati all’idea di “benessere” e molto regolamentati dalla legge italiana, come ci spiega Alberto Monico – veterano del settore Salute, con esperienza pluridecennale nella logistica e commercializzazione di prodotti farmaceutici e cosmetici: “Tutti i prodotti presenti e commercializzati attraverso il nostro sito provengono da fornitori ufficiali e sono immagazzinati e conservati secondo le normative vigenti: sono perfettamente integri dal punto di vista delle proprietà chimico-fisiche e sono garantiti fino alla loro naturale scadenza, se correttamente conservati anche dall’utilizzatore finale”. La sicurezza è fondamentale: “Ogni prodotto che commercializziamo viene controllato dal team di Econviene per garantire al consumatore il rispetto degli standard. Nel caso di confezione danneggiata, viene verificata l’integrità del prodotto all’interno e quindi applicato un sigillo di qualità”.

Ma il consumatore, gli chiediamo, nella sua scelta è guidato più da un fattore ambientale o da mera convenienza economica? “Stiamo cercando di capire il fenomeno fin da quando siamo partiti. Siamo convinti che valgano entrambe le filosofie, c’è chi guarda più lo sconto e chi l’aspetto ambientale – commenta Giuliano Filippi, l’esperto aziendale di marketing – Ma l’elemento vincente è comunque l’unione delle due tendenze: si risparmia e non si spreca, quindi vi è una gratificazione economica e di utilità sociale ed ambientale“. Accanto ad una serie di prodotti con uno sconto fisso del 20% sul listino Econviene applica uno sconto minimo del 50% sui prodotti “Zero spreco”, con scadenza ravvicinata o fine stock o con il packaging danneggiato.

Econviene ha già avuto un buon successo iniziale nel Triveneto e in Lombardia, la regione autonoma Friuli Venezia Giulia l’ha anche promosso (visto che la sede legale è a Udine), ma i soci sono già impazienti di varcare i confini nazionali: ” Qui abbiamo giocato in casa, c’è stata una forte attenzione dei media locali che ci ha aiutati nel farci conoscere ma possiamo coprire tutto il mercato nazionale – prosegue Filippi – Guardiamo all’estero, ci interesserebbe avere relazioni in Germania, Austria e nel Nord Europa. Abbiamo verificato che in Austria le regole del parafarmaco sono simili alle nostre”. Il messaggio ai potenziali partner è chiaro: il modello potrebbe essere facilmente replicabile all’estero. Econviene è infatti già pensato in formato internazionale e sicuramente l’impatto ecologico derivante dalla distruzione di grandi quantità di confezioni di parafarmaci può essere tanto più ridotto quanto il modello della Aldigiù Srl (questo il nome della società) si espande.

Tra le motivazioni che hanno spinto alla creazione di Econviene c’è, come spesso succede, il tentativo di risolvere un problema. In questo caso quello interno alla filiera produttiva: “– conclude Filippi – Tutto parte dall’eccessiva produzione da parte di chi sta a monte della filiera, ma è tutto il canale che poi se ne rende compartecipe,

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende