Home » Bollettino Europa »Rubriche » Energia e ambiente: piatti caldi sul tavolo UE prima della pausa estiva:

Energia e ambiente: piatti caldi sul tavolo UE prima della pausa estiva

agosto 1, 2016 Bollettino Europa, Rubriche

Prima della pausa estiva le istituzioni di Bruxelles affronteranno ancora due grandi temi: la ratifica degli accordi sul clima decisi a dicembre a Parigi e gli obiettivi sull’efficienza energetica.

Il governo della Slovacchia, Paese membro che ha iniziato la Presidenza di turno il 1°luglio e la concluderà tra sei mesi, ha riunito a Bratislava, in maniera informale, i ministri UE che si occupano di cambiamento climatico. La maggior parte degli Stati ha confermato l’impegno a ratificare il prima possibile il documento finale della COP21. Il ministro dell’Ambiente slovacco Laszlo Solymos, punta a concludere l’operazione già entro quest’anno, e dunque prima della chiusura del proprio semestre di Presidenza del Consiglio UE. “Si tratta di un argomento di massima rilevanza, e l’Unione Europea non deve perdere l’entusiasmo mostrato durante i negoziati di questo accordo”, ha detto Solymos.

Sempre in campo ambientale, tra le priorità della Presidenza Slovacca del Consiglio UE ci sono, inoltre, il completamento del processo di ratifica e la preparazione per la firma dell’Accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l’UE e il Canada, oltre alla prosecuzione dei negoziati sul trattato per il Partenariato transatlantico sul commercio e gli investimenti (TTIP) con gli Stati Uniti. Il Paese intende anche agire efficacemente sul progetto dell’Unione Energetica e sulle questioni di sicurezza energetica, ponendo l’attenzione sulle aree del mercato interno dell’energia, dell’efficienza dei consumi e delle connessioni fisiche delle reti energetiche. Il ministero ritiene poi prioritario il legame tra energia e ambiente, e vuole continuare il perseguimento degli obiettivi UE per il 2030 nel favorire una economia a basso impatto ambientale. Lavorerà, quindi, a favore di una riduzione delle emissioni di gas serra (CO2) del 40%, un miglioramento dell’efficienza energetica del 27% e un aumento della quota di energia da fonti rinnovabili al 27% del totale.

Sul fronte parlamentare, invece, gli eurodeputati hanno approvato la risoluzione per l’attuazione della direttiva sull’efficienza energetica, basata sulla relazione della Commissione Europea. Il Parlamento UE ha chiarito come, oggi più che mai, sia necessario avviare interventi di riqualificazione energetica sempre più concreti e integrati, in vista anche degli obiettivi climatici e ambientali dell’Accordo Parigi 2020. Il documento sottolinea come l’incremento dell’efficienza energetica e il conseguente risparmio si costituiscano quali fattori essenziali non solo per il miglioramento e protezione dell’ambiente, ma si contraddistinguano altresì come fattori strategici per il rafforzamento della competitività economica dell’unione stessa, creando nuove opportunità occupazionali.

I parlamentari UE sottolineano come l’autogenerazione e l’autoconsumo siano “diritti fondamentali” e che la prossima revisione della direttiva sulle energie rinnovabili dovrebbe prevedere misure per promuovere e incoraggiare gli investimenti in questi settori. Un mercato più integrato è essenziale per lo sviluppo delle energie rinnovabili e la riduzione dei costi energetici. L’UE dovrà dunque investire maggiormente in programmi di informazione e di sostegno negli Stati membri, che potrebbero aiutare ad aumentare la partecipazione agli attuali regimi obbligatori di efficienza energetica locali, nonché promuovere nuovi progressi tecnici in settori quali raffreddamento, illuminazione e isolamento. Il ruolo dei consumatori, infatti, è decisivo per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica, ad esempio attraverso la ristrutturazione degli edifici ad alta efficienza energetica, che dovrebbe essere una priorità, in modo da aiutare i residenti colpiti da povertà energetica.

Beatrice Credi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende