Home » Rubriche »Very Important Planet » Enrico Rava, il jazzista che cerca il silenzio d’alta quota:

Enrico Rava, il jazzista che cerca il silenzio d’alta quota

luglio 31, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Dal 7 al 9 agosto la Valle d’Aosta sarà il palcoscenico di tre giornate di musica contemporanea, elettronica e improvvisativa. Si svolgerà infatti la sesta edizione del festival CHAMOISic presso Chamois, situato a 1.815 metri di altitudine nella Valle d’Aosta. Il piccolo Comune dagli anni Cinquanta ha scelto di essere collegato al resto del mondo da una funivia piuttosto che da una strada. È l’unica città d’Italia in cui le automobili non possono circolare. Per arrivarci ci si deve immergere nella natura percorrendo a piedi o in bicicletta un sentiero dalla vicina La Magdeleine, oppure prendere la funivia in partenza da Buisson. Ospite di questo evento sarà, fra gli altri, Enrico Rava, uno dei jazzisti italiani più conosciuti e apprezzati a livello internazionale. Per questa occasione, si metterà alla guida del Rava New Quartet, formato da giovanissimi talenti e con cui inciderà quest’anno un nuovo album targato ECM. Greenews.info è riuscito a strappargli qualche riflessione su ambiente e inquinamento (acustico).

D) Enrico Rava, che effetto fa andare a suonare ad alta quota al Chamoisic 2015?

R) Domenica 9 agosto sarà la mia prima volta a questo festival, per ora posso solo dire che mi fa molto piacere essere stato invitato all’interno di questa cornice naturale così singolare.

D) Come vive l’ambiente e la natura?

R) Ho un rapporto ottimo, infatti da anni ho scelto di vivere al mare. E siccome rispetto molto la natura, cerco di comportami bene con i piccoli gesti di tutti i giorni.

D) Qual è la fonte di ispirazione per la sua musica?

R) Penso che la musica si ispiri alla musica stessa, null’altro…

D) Ha mai pensato di introdurre i suoni della natura nelle sue composizioni?

R) Sì, è successo a Puerto Rico, quando sono stato a contatto con la foresta tropicale. Avevo pensato di registrare il canto di milioni di uccelli e poi suonarci sopra, ma il progetto alla fine non è mai stato realizzato…

D) Quanto è importante la montagna per lei?

R) Fra mare e montagna sono sempre stato più attratto dal primo, dove sono nato. Solo in questi ultimi anni sto sviluppando un trasporto maggiore nei confronti della montagna.

D) Una sua citazione recita «Le regole sono importanti, ma per trovare una chiave nuova è necessario trasgredirle»: crede che questa riflessione possa valere anche per costruire una coscienza ambientale più diffusa?

R) Con quella riflessione mi riferivo in particolare al mondo dell’arte. Non so fino a che punto possa essere applicata anche al settore green, soprattutto se si intende costruire una coscienza ambientale.

D) In qualità di musicista di fama internazionale, ha partecipato a molti eventi in giro per il mondo. Pensa sia possibile ridurre l’impatto ambientale dell’industria musicale?

R) Non credo che l’impatto ambientale dell’industria musicale sia particolarmente pesante, pertanto, onestamente, non ho mai ritenuto necessario soffermarmi sulle possibili pratiche per ridurlo…

D) Però si parla tanto di inquinamento delle acque o della terra, ma molto poco di quello acustico: di questo cosa pensa?

R) Su questo concordo che si debba intervenire. L’inquinamento acustico è pazzesco e il silenzio sembra qualcosa di introvabile. Il lavoro da fare in questo senso a mio avviso è immenso e spazia in tutti i campi dell’attività umana!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende