Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Equilibrium: l’azienda “a prova di futuro” punta tutto sulla canapa:

Equilibrium: l’azienda “a prova di futuro” punta tutto sulla canapa

febbraio 27, 2013 Campioni d'Italia, Rubriche

Riparte oggi la rubrica settimanale Campioni d’Italia, dedicata a storie di aziende, associazioni e pubbliche amministrazioni virtuose per il loro impegno nell’ambito della sostenibilità ambientale.

Il general manager Paolo Ronchetti la definisce “un’azienda a prova di futuro”. Equilibrium è nata a Lecco due anni fa con il lancio del Biomattone in canapa e calce, ma i suoi prodotti non sono l’unico elemento innovativo della società, che al posto dei brevetti preferisce un approccio “open source” con la sola registrazione dei marchi e ha l’ambizione di fare dell’edilizia un’industria di prossimità, che produca per i cantieri vicini, sempre usando materiali naturali.

L’idea alla base di Equilibrium viene a Ronchetti mentre si trova in Irlanda per frequentare un master sullo sviluppo sostenibile al Dublin Institute of Technology e lavorare come ricercatore alla collegata Futures Academy: “Ho partecipato a un progetto di ricerca finanziato dal governo irlandese sull’applicazione dei composti di canapa, calce e additivi minerali alla bioedilizia. Sistemi di isolamento usati in Francia da alcuni pionieri già da vent’anni e poi studiati anche dalle università. A fine 2010, sono tornato in Italia con l’idea di dare vita a un’azienda basata su queste tecnologie. Ho trovato un socio di capitali, Barbara Ceschi a Santacroce, e nel 2011 è nata Equilibrium”.

Dopo i primi mesi di ricerca sui materiali e le tecniche costruttive, “abbiamo stretto una partnership con un impianto che produceva blocchi in calcestruzzo. Era in difficoltà, e grazie a noi si è riconvertito”. Il primo passo di quella “riconversione economica, sociale e ambientale” che più volte Ronchetti richiama durante l’intervista, come obiettivo costante dell’azienda.

La produzione inizia tra l’estate e l’autunno 2011, contemporaneamente all’apertura del primo cantiere che utilizza i Biomattoni, blocchi prefabbricati ottenuti combinando il truciolato vegetale di canapa con un legante a base di calce idrata e additivi naturali. Una miscela messa a punto da Equilibrium e chiamata Natural Beton. I blocchi sono utilizzabili per l’isolamento termico e acustico degli edifici: cappotti esterni, coibentazione di tetti e pavimenti. “Abbiamo unito l’innovazione alla tradizione: fino a qualche secolo fa, in edilizia si utilizzavano materiali naturali. Ad essi, noi abbiamo aggiunto caratteristiche innovative, in linea con le richieste di oggi: l’efficienza energetica e il comfort abitativo”. Grazie alle proprietà dei due ingredienti principali (la calce è un disinfettante naturale, mentre ogni pezzetto di canapulo è ricco di microscopici alveoli colmi di aria in cui si susseguono continui processi di micro-condensazione ed evaporazione), Natural Beton garantisce traspirabilità e protegge dagli attacchi di muffe, umidità, agenti atmosferici. I Biomattoni contribuiscono anche a soddisfare i requisiti del sistema di certificazione dell’edilizia sostenibile LEED.

Caratteristiche a cui si aggiunge l’impatto positivo sulle emissioni di anidride carbonica, a partire dal processo di produzione, a basso impiego di energia, e dalla materia prima: “La canapa è una pianta molto rigogliosa e in 4 mesi può raggiungere i 6-7 metri di altezza, sequestrando una grande quantità di CO2 che noi andiamo a inglobare nelle abitazioni, raggiungendo così un bilancio di carbonio negativo, vantaggioso anche in termini di scambio di quote di emissione”. Un quadro a cui si aggiunge la scelta costante del chilometro zero: “La calce viene estratta in diversi stabilimenti del nord e centro Italia del gruppo Unicalce, mentre la canapa viene prodotta in Piemonte, Emilia Romagna e Marche e lavorata a Carmagnola, in provincia di Torino. L’edilizia sta diventando sempre più a filiera corta, non è conveniente produrre canapa in Lombardia per usarla in Puglia: per soddisfare la nostra richiesta crescente, nel 2013 ci saranno in varie parti d’Italia più di 1.000 ettari coltivati a canapa, contro i 50 di adesso, ed entreranno in funzione altri tre impianti di trasformazione”.

I primi tempi sono stati duri: “Tentavamo di rivolgersi a imprese e ingegneri, che però non ci ascoltavano. Il target non era pronto. Abbiamo allora deciso di andare a parlare direttamente con i privati, trovando persone che sapevano cosa cercavano, informate e consapevoli. Questo ci ha permesso di arrivare alle imprese attraverso i clienti, il passaparola, la chiacchiera di cantiere, e adesso sono loro a cercare noi”. Dopo un anno e mezzo di attività, il bilancio è più che positivo: “Nel 2012 abbiamo fatturato 400.000 euro, un ottimo risultato per una start up innovativa come la nostra. Il 20% viene investito in Ricerca e Sviluppo. Abbiamo creato 8 nuovi posti di lavoro, una rete di 21 informatori tecnico-commerciali, e coinvolto sui cantieri 20 imprese”. In un anno, sono stati posati 1.000 metri cubi di Biomattone e Natural Beton, per un totale di 43 tonnellate di CO2 “catturate” negli edifici grazie all’utilizzo della canapa. “Siamo passati dai piccoli cantieri ai grandi, e in questi giorni stiamo chiudendo contratti per fornire il Biomattone per interi complessi residenziali”.

Il futuro di Equilibrium, però, non è solo nell’edilizia. A metà marzo, durante la fiera milanese sulla sostenibilità Fa’ la cosa giusta, sarà presentata una nuova linea di prodotti alimentari a base di canapa: “Olio di semi di canapa, semi decorticati, farina, pasta, biscotti, cioccolato con semi di canapa. Sono alimenti nutraceutici, che hanno effetti positivi sull’organismo, a partire dalla riduzione del colesterolo”. E che permetteranno anche di non buttare via niente delle piante coltivate per i prodotti destinati all’edilizia. I passi successivi saranno l’integrazione verticale per lavorare autonomamente la bacchetta di canapa e il tessile. Sempre guardando al futuro.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende