Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Esosport: dalle scarpe da ginnastica il pavimento anticaduta per i parchi giochi:

Esosport: dalle scarpe da ginnastica il pavimento anticaduta per i parchi giochi

febbraio 25, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Cosa succede quando il titolare di un’azienda di riciclo dei rifiuti e maratoneta incontra un giornalista ex runner olimpico? Cosa può nascere quando si prova a unire profit e non profit, utilità ambientale e utilità sociale? Da questo mix di fattori diversi è nato il progetto Esosport, ideato da Nicolas Meletiou, managing director dell’azienda di smaltimento di rifiuti da ufficio ESO, per dare una seconda vita alle scarpe da corsa, che si trasformano così in pavimenti anti caduta per parchi giochi per bambini. Le scarpe vecchie vengono raccolte in negozi, scuole e palestre dei Comuni aderenti all’iniziativa, che pagando una somma di iscrizione e le spese di trasporto delle scarpe ricevono in cambio la pavimentazione per riqualificare parchi esistenti o crearne di nuovi.

Come spesso succede, il progetto nasce per caso. “Nel 2009 ero a Firenze dal mio allenatore Fulvio Massini: insieme chiamammo Marco Marchei, ex maratoneta olimpico e direttore di Runner’s World“. Sentendo che Nicolas si occupava per lavoro di rifiuti, Marchei lanciò subito la palla: “A casa ho 15 paia di scarpe da corsa ormai esauste, alcune le ho indossate durante gare importanti, ma non le butto perché so che finirebbero in discarica. Non c’è un modo riutilizzarle per ricavare qualcosa di utile?”, chiede. Quella domanda fa accendere la lampadina, anche se poi per passare dall’idea iniziale al progetto finale sono serviti due anni e mezzo di test e sperimentazioni. “Abbiamo subito assoldato degli ingegneri chimici per studiare come passare dalle suole al pavimento anticaduta e come tenere insieme la gomma triturata delle scarpe. Poi abbiamo studiato i box di raccolta e i meccanismi di funzionamento, contattato tutti i Comuni d’Italia e dato il via al progetto”, continua Meletiou.

Ma come avviene tecnicamente il riciclo delle scarpe? “Il processo si svolge tutto in Italia: la suola in gomma viene separata dalle parti in canapa o plastica, tutto poi viene triturato. I gommini, con l’aggiunta di agglomeranti, vengono poi pressati per produrre la pavimentazione, mentre il resto viene ceduto ad altre aziende, che lo utilizzano per riempire i palloni da volley e da basket”. Al momento, sul processo industriale sta lavorando un’azienda di Modena, ma l’obiettivo per il futuro è costruire un impianto ad hoc a Opera (Milano), dove ha sede la ESO, dando vita a uno specifico ramo d’azienda che lavori sul riciclo di attrezzature sportive e la produzione di pavimentazione con gomma riciclata dalle calzature. Nel frattempo, ESO sta anche lavorando per sottoporre la pavimentazione in gomma a una certificazione ISO.

Oggi Esosport coinvolge una quarantina di Comuni, dal Nord fino alla Campania: “Collaboriamo con grandi città come Roma, Firenze e Genova, ma anche con centri più piccoli come Crema o Faenza. Il meccanismo è semplice: quando nel comune sono state raccolte le scarpe sufficienti per l’area giochi, produciamo la pavimentazione e la cediamo gratuitamente alla città, che deve solo pagare una fee d’entrata nel progetto e le spese di ritiro delle scarpe”. L’unica condizione è che il parco, nuovo o riqualificato, si chiami “Il Giardino di Betty”: “E’ un omaggio a mia moglie Elisabetta, morta prematuramente quattro anni fa dopo una lunga malattia. Lei era direttore tecnico di ESO, e aveva lavorato in prima persona al progetto Esosport, che le stava molto a cuore”, continua Meletiou.

Ad oggi sono state raccolte quasi 100.000 paia di scarpe e i Comuni aderenti stanno aumentando – l’ultimo arrivato, a fine gennaio, è Saronno, in provincia di Varese -. I Giardini già aperti sono due, uno a Opera e uno a Firenze, mentre i prossimi saranno realizzati a Genova e a Roma. “Il nostro obiettivo – aggiunge Meletiou – è minimizzare l’accumulo dei rifiuti in discarica e innescare nelle persone la convinzione che è possibile riciclare, ottenendo materia prima seconda utilizzabile per altri scopi, anche in nicchie come quella delle scarpe da corsa”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

dicembre 4, 2020

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

La sostenibilità e l’attenzione alle tematiche ambientali e sociali si sta confermando tema chiave per le aziende, in quanto strumento importante di competitività e di attrattività verso gli investitori e il mercato, come dimostra il sondaggio Ipsos sul tema dell’economia circolare, presentato all’EcoForum di Legambiente lo scorso ottobre, secondo il quale un’impresa su quattro investe [...]

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

novembre 12, 2020

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

FCA Italy S.p.A., società interamente controllata dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles N.V., ed ENGIE EPS, player tecnologico dell’energy storage e della mobilità elettrica, hanno stipulato un Memorandum d’Intesa per costituire una joint venture che dia vita ad un’azienda leader nel panorama europeo della e-Mobility e che potrà avvalersi delle risorse finanziarie e della consolidata esperienza [...]

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

ottobre 28, 2020

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

La salvaguardia dell’ambiente dagli elementi inquinanti è il tema del quarto appuntamento con “A qualcuno piace Green”, il viaggio in un’Italia sorprendentemente sensibile e innovativa sui temi ambientali con il biologo marino e divulgatore Raffaele Di Placido, in onda giovedì 29 ottobre alle ore 21.10 su laF (Sky 135, on Demand su Sky e su Sky Go). “Salute e benessere” [...]

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende