Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Eugea: fiori, bruchi e farfalle, l’ecologia urbana per tutti:

Eugea: fiori, bruchi e farfalle, l’ecologia urbana per tutti

marzo 3, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Eugea è nata a Bologna nel 2007 e forse non poteva nascere altrove. Lo spin off universitario che ha inventato l’ecologia urbana per tutti è il risultato di una lunga tradizione scientifica – nel capoluogo emiliano ha sede l’ateneo più antico d’Europa – e di quel fermento civico e culturale che contraddistingue la città.

Eugea è nata dagli studi accademici sulla lotta biologica uniti a una concezione originale dell’area urbana, e prima ancora del ruolo dell’istituzione universitaria: “Pensavamo che la città fosse da una parte un ecosistema artificiale, ma rappresentasse allo stesso tempo dall’altra un bacino per accogliere animali selvatici, in particolare insetti. Partendo da questa idea, volevamo fare qualcosa a favore dei cittadini, creando un ponte tra università e società. In questo senso, Eugea è anche una grande sfida culturale”, dice oggi Gianumberto Accinelli, entomologo allievo del noto naturalista Giorgio Celli scomparso nel 2011, alla guida dello spin off accademico fin dall’inizio. A dare impulso a Eugea fu lo stesso Celli, che credeva nel potere formativo della “scienza spiegata”: “Per parlare ai cittadini, diceva Celli, non bisogna essere solo scienziati, ma avere anche altre competenze. Altrimenti si può restare nelle aule universitarie, e allora in quel caso è sufficiente il linguaggio accademico”.

La prima idea nasce nel 2004. “L’anno successivo io e una mia collega abbiamo vinto un concorso europeo per sviluppare il progetto. La società si è costituita nel 2007”. I primi prodotti sono i semini delle piante da coltivare sul balcone, un primo passo per dar vita a quei corridoi verdi che potrebbero far aumentare in città farfalle e coccinelle. Otto anni fa sembrano l’altro ieri, ma nel 2007 quasi nessuno, almeno in Italia, aveva capito le potenzialità del terrazzo e del davanzale come spazi da trasformare in un pezzo di natura. “Dopo sono arrivati gli insetti utili, e le soluzioni per combattere le zanzare. La città infatti può essere anche l’habitat naturale di insetti dannosi, di cui possiamo disfarci per esempio con il Ciclopino, un piccolo crostaceo, chiamato copepode, che è un eccellente predatore di zanzare e può vivere in fontane, tombini e bidoni d’acqua”.

Legato all’idea della creazione dei corridoi verdi, due anni fa è nato anche “Effetto Farfalla”, un progetto di monitoraggio partecipato dei lepidotteri lanciato da Accinelli e dall’esperto in conservazione della biodiversità Gustavo Gandini in collaborazione con Eugea. “Chiediamo alle persone di coltivare in giardino o sul balcone certi tipi di piante che resistono in città e attirano le farfalle grazie al loro nettare fluido e, una volta creata l’oasi, di registrarsi sul sito Effettofarfalla.net, segnalando via via gli avvistamenti dei lepidotteri”. Dopo la partenza a Milano, a marzo 2013, il progetto si è diffuso anche a Bologna e Ferrara e si sta lavorando per arrivare a Roma nei prossimi mesi.

Nell 2009 Eugea ha dato vita anche all’omonima casa editrice, “perché senza gli aspetti culturali – continua Accinelli – l’ecologia urbana non si può fare. Abbiamo pubblicato molti libri, in buona parte per bambini e ragazzi, ma altri dedicati anche agli adulti. L’ultimo, per esempio, sin intitola “La meravigliosa vita delle farfalle” ed è una raccolta di storie di farfalle in stile narrativo”. I volumi della serie “I giardini letterari”, invece, sono dedicati a poeti e scrittori, e sono accompagnati da una bustina di semi per ricostruire un piccolo angolo verde con le piante descritte dall’autore.

Gli ultimi prodotti lanciati sono “L’arca delle farfalle”, una fioriera in legno con tre vasetti e i semi da coltivare per creare una piccola oasi verde per i lepidotteri, e “Bruco Lando”, un kit per osservare dal vetro la metamorfosi dal bruco alla farfalla. Tutte proposte, dalle prime fino a quelle più recenti, risultato degli studi di Ecologia applicata condotti all’università di Bologna: “Il nostro rapporto con la ricerca è strettissimo. Continuiamo a coltivare la nostra anima da scienziati”.

I prodotti Eugea sono tutti in carta certificata FSC e le consegne di alcuni prodotti a Bologna e hinterland avvengono in bici. Alla sostenibilità ambientale si affianca quella sociale: “Tutta la parte organizzativa, logistica e produttiva è affidata a un gruppo di cooperative sociali della città, che impiegano soggetti svantaggiati”.

Dal 2011 Eugea, che nel frattempo è diventata partecipata della Regione Emilia Romagna – “un’operazione miracolosa in questi tempi di vacche magre”, commenta Accinelli – esporta anche in Germania, Austria e Svizzera. “Conquistare un mercato estero costa molto, avendo poche risorse ci siamo concentrati per il momento su questi Paesi, dove i nostri prodotti vanno molto bene. Quest’anno vorremmo arrivare anche in Gran Bretagna”. E anche in Italia, “siamo pronti per una diffusione commerciale capillare. Abbiamo dei bei prodotti, spiegati bene, adesso dobbiamo solo proporli a un pubblico più ampio”. Proprio questo sarà l’aspetto su cui lavorare di più in futuro: “Le persone che oggi si avvicinano a Eugea hanno un livello culturale abbastanza alto, eppure l’ecologia urbana e l’amore per la natura sono temi universali. Pensiamo quindi che sia una nostra responsabilità metterci in gioco e trovare nuovi linguaggi”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende