Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Eurven: Greeny, la raccolta differenziata con l’incentivo:

Eurven: Greeny, la raccolta differenziata con l’incentivo

febbraio 19, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche

Dare un premio a chi fa bene la raccolta differenziata: un ulteriore buon motivo per continuare a impegnarsi, un riconoscimento per la sua buona azione. Eurven, azienda veneta che dal 2009 produce riciclatori ad alta tecnologia, specifici per le diverse tipologie di rifiuto, è partita da questo principio. Le macchine Greeny sono in grado di riconoscere il tipo di rifiuto (oltre  a carta, vetro, plastica e lattine, ritirano anche batterie, oli esausti, lampadine e presto RAEE, i rifiuti elettrici ed elettronici) e ritirarlo se è corretto, comprimerlo per ridurne il volume e restituire all’utente un omaggio.

Abbiamo puntato su due leve: da una parte il vantaggio economico, perché secondo noi bisogna dare un motivo alla persone per fare la raccolta differenziata, e chi rispetta l’ambiente è giusto che sia incentivato; dall’altro lato abbiamo reso le nostre macchine belle e divertenti, in modo che alle persone piaccia usarle”, spiega il general manager Carlo Alberto Baesso.

Messa a punto l’idea, si è dovuto lavorare alla costruzione delle macchine, completamente Made in Italy utilizzando dove possibile plastica e alluminio riciclati. Eurven fa parte del gruppo Euromeccanica, che produce tecnologie di precisione per grandi multinazionali, dalla Mercedes alla Miele. “Abbiamo pensato di applicare la meccanica e l’elettronica di precisione alla raccolta differenziata, andando al di là del sistema del vuoto a rendere, su cui si concentrano invece i nostri concorrenti stranieri, ma che da noi non esiste. All’inizio abbiamo incontrato diversi problemi: l’Italia è un Paese in cui i rifiuti non sono visti come una risorsa, ma come un problema. Inoltre, il settore è molto complesso dal punto di vista burocratico, ogni Comune ha un sistema diverso di gestione dei rifiuti”. Superate le difficoltà, però, la tecnologia ha conquistato molti grandi clienti: dai marchi della grande distribuzione, come Conad, Pam, Ikea o Leroy Merlin, ad Autrogrill, Gardaland, Mirabilandia, Costa Crociere e, più di recente, anche molti Comuni e scuole.

I grandi marchi della GDO la utilizzano soprattutto come strumento di marketing: nei centri commerciali, Greeny in cambio dei rifiuti differenziati, per esempio le bottiglie di vetro, restituisce un buono sconto o carica dei punti omaggio sulla carta fedeltà dell’utente. I riciclatori la danno in comodato ai propri clienti finali”. E per gli enti locali con finanze ristrette che vorrebbero installarla, Eurven ha studiato una soluzione: “Proponiamo l’affitto a partire da 75 euro al mese. La spesa può essere coperta dalla vendita di spazi pubblicitari supereconomici ai negozi della zona, con la stessa logica applicata nella GDO: Greeny dà all’utente un coupon da utilizzare negli esercizi commerciali convenzionati, che con una cifra bassissima, circa 10 euro al mese, possono farsi pubblicità sul monitor di Greeny, mantenendone così l’affitto”. In un circolo virtuoso che fa guadagnare tutti e che permette di coniugare raccolta differenziata di qualità, incentivi per i cittadini e opportunità promozionali per i piccoli negozi, che in tempi di crisi non se la passano troppo bene. “Poniamo un unico vincolo: chiediamo ai Comuni la garanzia che i rifiuti raccolti tramite Greeny vengano avviati al riciclo. Basterebbe uno su mille che non lo fa, ed Eurven ci perderebbe la faccia”.

In circa cinque anni di attività, Eurven ha già installato 700 macchine, espandendosi anche in Brasile, Romania, Inghilterra e Paesi arabi. Oggi ha un fatturato di circa 1 milione di euro e una decina di persone che lavorano a tempo pieno su Greeny. Ha ottenuto diversi riconoscimento, dal Premio Città Impresa al premio Natura. In queste settimane, l’azienda sta facendo gli ultimi ritocchi a due diverse macchine per il recupero dei RAEE. Una è pensata per la raccolta di cellulari usati: in cambio del vecchio telefonino restituisce un buono sconto da spendere per l’acquisto di quello nuovo. L’altra è progettata per il ritiro di piccoli elettrodomestici: sarà in grado di riconoscere l’oggetto introdotto e darà all’utente un coupon da utilizzare all’interno del punto vendita dove è installata. E c’è già stata una sperimentazione per il recupero di cialde e capsule di caffè da avviare al riciclo. “In futuro – riflette Baesso – si riciclerà tutto. Basterà avere il motivo per farlo”.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

dicembre 4, 2020

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

La sostenibilità e l’attenzione alle tematiche ambientali e sociali si sta confermando tema chiave per le aziende, in quanto strumento importante di competitività e di attrattività verso gli investitori e il mercato, come dimostra il sondaggio Ipsos sul tema dell’economia circolare, presentato all’EcoForum di Legambiente lo scorso ottobre, secondo il quale un’impresa su quattro investe [...]

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

novembre 12, 2020

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

FCA Italy S.p.A., società interamente controllata dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles N.V., ed ENGIE EPS, player tecnologico dell’energy storage e della mobilità elettrica, hanno stipulato un Memorandum d’Intesa per costituire una joint venture che dia vita ad un’azienda leader nel panorama europeo della e-Mobility e che potrà avvalersi delle risorse finanziarie e della consolidata esperienza [...]

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

ottobre 28, 2020

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

La salvaguardia dell’ambiente dagli elementi inquinanti è il tema del quarto appuntamento con “A qualcuno piace Green”, il viaggio in un’Italia sorprendentemente sensibile e innovativa sui temi ambientali con il biologo marino e divulgatore Raffaele Di Placido, in onda giovedì 29 ottobre alle ore 21.10 su laF (Sky 135, on Demand su Sky e su Sky Go). “Salute e benessere” [...]

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende