Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Eurven: Greeny, la raccolta differenziata con l’incentivo:

Eurven: Greeny, la raccolta differenziata con l’incentivo

febbraio 19, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche

Dare un premio a chi fa bene la raccolta differenziata: un ulteriore buon motivo per continuare a impegnarsi, un riconoscimento per la sua buona azione. Eurven, azienda veneta che dal 2009 produce riciclatori ad alta tecnologia, specifici per le diverse tipologie di rifiuto, è partita da questo principio. Le macchine Greeny sono in grado di riconoscere il tipo di rifiuto (oltre  a carta, vetro, plastica e lattine, ritirano anche batterie, oli esausti, lampadine e presto RAEE, i rifiuti elettrici ed elettronici) e ritirarlo se è corretto, comprimerlo per ridurne il volume e restituire all’utente un omaggio.

Abbiamo puntato su due leve: da una parte il vantaggio economico, perché secondo noi bisogna dare un motivo alla persone per fare la raccolta differenziata, e chi rispetta l’ambiente è giusto che sia incentivato; dall’altro lato abbiamo reso le nostre macchine belle e divertenti, in modo che alle persone piaccia usarle”, spiega il general manager Carlo Alberto Baesso.

Messa a punto l’idea, si è dovuto lavorare alla costruzione delle macchine, completamente Made in Italy utilizzando dove possibile plastica e alluminio riciclati. Eurven fa parte del gruppo Euromeccanica, che produce tecnologie di precisione per grandi multinazionali, dalla Mercedes alla Miele. “Abbiamo pensato di applicare la meccanica e l’elettronica di precisione alla raccolta differenziata, andando al di là del sistema del vuoto a rendere, su cui si concentrano invece i nostri concorrenti stranieri, ma che da noi non esiste. All’inizio abbiamo incontrato diversi problemi: l’Italia è un Paese in cui i rifiuti non sono visti come una risorsa, ma come un problema. Inoltre, il settore è molto complesso dal punto di vista burocratico, ogni Comune ha un sistema diverso di gestione dei rifiuti”. Superate le difficoltà, però, la tecnologia ha conquistato molti grandi clienti: dai marchi della grande distribuzione, come Conad, Pam, Ikea o Leroy Merlin, ad Autrogrill, Gardaland, Mirabilandia, Costa Crociere e, più di recente, anche molti Comuni e scuole.

I grandi marchi della GDO la utilizzano soprattutto come strumento di marketing: nei centri commerciali, Greeny in cambio dei rifiuti differenziati, per esempio le bottiglie di vetro, restituisce un buono sconto o carica dei punti omaggio sulla carta fedeltà dell’utente. I riciclatori la danno in comodato ai propri clienti finali”. E per gli enti locali con finanze ristrette che vorrebbero installarla, Eurven ha studiato una soluzione: “Proponiamo l’affitto a partire da 75 euro al mese. La spesa può essere coperta dalla vendita di spazi pubblicitari supereconomici ai negozi della zona, con la stessa logica applicata nella GDO: Greeny dà all’utente un coupon da utilizzare negli esercizi commerciali convenzionati, che con una cifra bassissima, circa 10 euro al mese, possono farsi pubblicità sul monitor di Greeny, mantenendone così l’affitto”. In un circolo virtuoso che fa guadagnare tutti e che permette di coniugare raccolta differenziata di qualità, incentivi per i cittadini e opportunità promozionali per i piccoli negozi, che in tempi di crisi non se la passano troppo bene. “Poniamo un unico vincolo: chiediamo ai Comuni la garanzia che i rifiuti raccolti tramite Greeny vengano avviati al riciclo. Basterebbe uno su mille che non lo fa, ed Eurven ci perderebbe la faccia”.

In circa cinque anni di attività, Eurven ha già installato 700 macchine, espandendosi anche in Brasile, Romania, Inghilterra e Paesi arabi. Oggi ha un fatturato di circa 1 milione di euro e una decina di persone che lavorano a tempo pieno su Greeny. Ha ottenuto diversi riconoscimento, dal Premio Città Impresa al premio Natura. In queste settimane, l’azienda sta facendo gli ultimi ritocchi a due diverse macchine per il recupero dei RAEE. Una è pensata per la raccolta di cellulari usati: in cambio del vecchio telefonino restituisce un buono sconto da spendere per l’acquisto di quello nuovo. L’altra è progettata per il ritiro di piccoli elettrodomestici: sarà in grado di riconoscere l’oggetto introdotto e darà all’utente un coupon da utilizzare all’interno del punto vendita dove è installata. E c’è già stata una sperimentazione per il recupero di cialde e capsule di caffè da avviare al riciclo. “In futuro – riflette Baesso – si riciclerà tutto. Basterà avere il motivo per farlo”.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende