Home » Off the Green »Rubriche » “Evasori ambientali”. Una nuova inchiesta a puntate di Greenews.info:

“Evasori ambientali”. Una nuova inchiesta a puntate di Greenews.info

settembre 12, 2013 Off the Green, Rubriche

Ma siamo sicuri che la vera soluzione ai problemi del paese, la panacea di tutti i mali, sia la lotta all’evasione fiscale, così come viene intesa e praticata in Italia? Ovvero come tolleranza nei confronti del grande evasore e accanimento nei confronti dell’evasore “per sopravvivenza”? E’ uguale evadere per comprarsi uno yacht o evadere per non licenziare un operaio? Che ci sia ”un’evasione fiscale di sopravvivenza” lo ha riconosciuto anche il Viceministro all’Economia Stefano Fassina (Pd), scatenando un’esplosione disgustosa di ipocrisia e fintissima indignazione. Lo sapevamo già tutti che c’è ed è conseguenza dell’insostenibile livello di pressione fiscale, che mette molti imprenditori, professionisti e commercianti di fronte alla scelta tra “evadere” e chiudere bottega. Non potendo loro disporre dei meccanismi di “elusione” riservati invece, dalle leggi nazionali, alle grandi multinazionali, capaci di spostare i profitti dove la tassazione è minima (Lussemburgo, Irlanda ecc.) e i costi dove la tassazione è altissima (in Italia, per fare un esempio a caso), secondo un meccanismo così semplice che sarebbe offensivo dell’intelligenza dei legislatori pensare che sia loro “sfuggito” e non sia, invece, una inconfessabile volontà politica. Secondo il senatore statunitense Carl Levin – scrive Nicholas Shaxson ne “Le isole del tesoro” - il meccanismo dei prezzi di trasferimento applicato dalle multinazionali secondo una pratica borderline, ma legalizzata, è “l’equivalente societario dei conti segreti offshore dei singoli evasori fiscali“. Perché, dunque, accanirsi contro il barista Davide che non emette quattro scontrini dei caffè e lasciare impunito il boss Golia? La collettività avrebbe sicuramente un vantaggio maggiore dal recupero fiscale nei confronti del “gigante”. E lo Stato recupererebbe forse credibilità tra i cittadini.

Ma se slittiamo sul piano del benefici/costi per la collettività scopriamo che c’è molto di più. Quanto costano al contribuente i danni ambientali per inquinamento delle risorse comuni? Quanto costa al contribuente la negligenza dello Stato italiano nel recepimento e applicazione delle direttive europee in materia ambientale, causa di procedure di infrazione e sanzioni? Quante risorse sottraggono agli interventi ambientali le immeritate “pensioni d’oro” di politici e manager pubblici? Quanto hanno evaso, a danno (economico e di salute) della collettività, l’Ilva e tutti gli amministratori compiacenti? Ecco, tutti costoro sono, dalla nostra prospettiva, evasori ambientali.

#evasoriambientali, in parallelo a #bioedintorni e #ideeperlambiente, sarà una nuova inchiesta a puntate che Greenews.info porterà avanti, nelle prossime settimane, per riequilibrare – almeno a livello informativo – una situazione divenuta odiosa e insostenibile per la maggior parte dei professionisti, commercianti e piccoli imprenditori italiani, vessati dal fisco e presentati continuamente, dai media, in un unico calderone, come il cancro dell’Italia, con l’accusa infamante di “sottrarre risorse alla collettività”. E’ forse giunta l’ora di attivare quella “contabilità ambientale” che è finora rimasta occulta, consentendo agli inquinatori (che magari pagano le tasse regolarmente, chi lo sa?) di passare impunemente per virtuosi e impedendo ai produttori di biologico, alle imprese delle rinnovabili (accusate da più parti di aumentare i costi della bolletta energetica) e a tutti i sani operatori della green economy, di veder riconosciuto – anche fiscalmente – il beneficio che apportano alla collettività.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende