Home » Off the Green »Rubriche » “Evasori ambientali”. Una nuova inchiesta a puntate di Greenews.info:

“Evasori ambientali”. Una nuova inchiesta a puntate di Greenews.info

settembre 12, 2013 Off the Green, Rubriche

Ma siamo sicuri che la vera soluzione ai problemi del paese, la panacea di tutti i mali, sia la lotta all’evasione fiscale, così come viene intesa e praticata in Italia? Ovvero come tolleranza nei confronti del grande evasore e accanimento nei confronti dell’evasore “per sopravvivenza”? E’ uguale evadere per comprarsi uno yacht o evadere per non licenziare un operaio? Che ci sia ”un’evasione fiscale di sopravvivenza” lo ha riconosciuto anche il Viceministro all’Economia Stefano Fassina (Pd), scatenando un’esplosione disgustosa di ipocrisia e fintissima indignazione. Lo sapevamo già tutti che c’è ed è conseguenza dell’insostenibile livello di pressione fiscale, che mette molti imprenditori, professionisti e commercianti di fronte alla scelta tra “evadere” e chiudere bottega. Non potendo loro disporre dei meccanismi di “elusione” riservati invece, dalle leggi nazionali, alle grandi multinazionali, capaci di spostare i profitti dove la tassazione è minima (Lussemburgo, Irlanda ecc.) e i costi dove la tassazione è altissima (in Italia, per fare un esempio a caso), secondo un meccanismo così semplice che sarebbe offensivo dell’intelligenza dei legislatori pensare che sia loro “sfuggito” e non sia, invece, una inconfessabile volontà politica. Secondo il senatore statunitense Carl Levin – scrive Nicholas Shaxson ne “Le isole del tesoro” - il meccanismo dei prezzi di trasferimento applicato dalle multinazionali secondo una pratica borderline, ma legalizzata, è “l’equivalente societario dei conti segreti offshore dei singoli evasori fiscali“. Perché, dunque, accanirsi contro il barista Davide che non emette quattro scontrini dei caffè e lasciare impunito il boss Golia? La collettività avrebbe sicuramente un vantaggio maggiore dal recupero fiscale nei confronti del “gigante”. E lo Stato recupererebbe forse credibilità tra i cittadini.

Ma se slittiamo sul piano del benefici/costi per la collettività scopriamo che c’è molto di più. Quanto costano al contribuente i danni ambientali per inquinamento delle risorse comuni? Quanto costa al contribuente la negligenza dello Stato italiano nel recepimento e applicazione delle direttive europee in materia ambientale, causa di procedure di infrazione e sanzioni? Quante risorse sottraggono agli interventi ambientali le immeritate “pensioni d’oro” di politici e manager pubblici? Quanto hanno evaso, a danno (economico e di salute) della collettività, l’Ilva e tutti gli amministratori compiacenti? Ecco, tutti costoro sono, dalla nostra prospettiva, evasori ambientali.

#evasoriambientali, in parallelo a #bioedintorni e #ideeperlambiente, sarà una nuova inchiesta a puntate che Greenews.info porterà avanti, nelle prossime settimane, per riequilibrare – almeno a livello informativo – una situazione divenuta odiosa e insostenibile per la maggior parte dei professionisti, commercianti e piccoli imprenditori italiani, vessati dal fisco e presentati continuamente, dai media, in un unico calderone, come il cancro dell’Italia, con l’accusa infamante di “sottrarre risorse alla collettività”. E’ forse giunta l’ora di attivare quella “contabilità ambientale” che è finora rimasta occulta, consentendo agli inquinatori (che magari pagano le tasse regolarmente, chi lo sa?) di passare impunemente per virtuosi e impedendo ai produttori di biologico, alle imprese delle rinnovabili (accusate da più parti di aumentare i costi della bolletta energetica) e a tutti i sani operatori della green economy, di veder riconosciuto – anche fiscalmente – il beneficio che apportano alla collettività.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende