Home » Rubriche »Very Important Planet » Faso, un basso per l’ambiente:

Faso, un basso per l’ambiente

maggio 15, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Uno dei bassisti più noti e virtuosi d’Italia, Faso – aka Nicola Fasani – presta la sua tecnica e abilità non solo a Elio e le storie tese, ma anche al trio Bobo e alla Biba Band. La musica tuttavia non è la sua unica passione. È conosciuto infatti anche come speaker radiofonico ed è il presidente della squadra Ares Milano Baseball. Il 2 giugno parteciperà al Torino Jazz Festival con il trio Bobo. A Greenews.info ha raccontato il suo punto di vista sull’ambiente. E non solo.

D) Faso, come definisci il tuo rapporto con l’ambiente?

R) È il rapporto di un cittadino che ha sempre vissuto in città, sempre circondato da cemento e che pertanto sa apprezzare la natura e la campagna. E infatti, quando sono in tour con il trio o con Elio e le storie tese, amo concedermi una pausa particolare: il pranzo in mezzo alla campagna. Piuttosto che andare in un ristorante, preferiamo comprarci della frutta o un buon prosciutto, ci inoltriamo in qualche stradina di campagna e facciamo un pic nic. E abbiamo realizzato che è davvero il top.

D) Come rispetti tutti i giorni la natura che ti circonda?

R) Quello che faccio con attenzione è evitare di buttare le carte per terra e se vedo qualcuno che lo fa lo riprendo, anche a costo di discutere. La città non è la nostra pattumiera, nessuno fa attenzione, è un peccato. Sarebbe necessario partire dall’asilo per educare a rispettare anche un ambiente di cemento, perché sempre ambiente è.

D) Quale problematica ambientale secondo te è più urgente e meriterebbe un intervento immediato?

R) L’acqua per me è un argomento delicatissimo. Ricordo con amarezza quando degli ignoti scaricarono delle cisterne di idrocarburi nelle acque del fiume vicino il nostro studio di registrazione. Penso che un’azione simile dovrebbe essere punita con sanzioni gravissime, invece noi con l’acqua siamo un paese scellerato. L’acqua è di tutti e prima di trattarla male o commercializzarla bisognerebbe pensarci bene. Abbiamo un paese meraviglioso, è ora di imparare a rispettarlo, basta con i casi come  la Liguria. Mi viene in mente di aver letto che Leonardo da Vinci, quando era stato incaricato dagli Sforza di creare armamenti per la difesa della regione, aveva presentato il progetto di una città del futuro dove l’elemento chiave era proprio l’acqua, perché secondo lui sarebbe diventata sempre più importante. Già allora Leonardo aveva intuito che l’acqua è un bene che non ci si può permettere di rovinare…

D) Secondo te, quanto la musica può servire come veicolo di educazione e coscienza culturale?

R) Può servire. Tant’è vero che nel tempo molti artisti si sono dedicati alla questione ambientale, ne cito uno per tutti, Peter Gabriel, uno dei miei miti personali. Lui ha composto una bellissima canzone per i titoli di coda del film di animazione Wall E, che tratta splendidamente il tema dell’inquinamento del Pianeta. Il brano di Gabriel si intitola Down to Earth e il messaggio che vuole comunicare è che noi umani desideriamo andare ovunque, esplorare ogni luogo, ma viviamo nel posto più bello che ci sia, con le montagne e il mare, e non dobbiamo permetterci di inquinarlo.

D) Quanto il senso dell’umorismo e dell’ironia possono diventare mezzo di comunicazione per contenuti importanti e di interesse pubblico?

R) Con Elio e le storie tese non abbiamo mai voluto fare il gruppo “impegnato”, è la nostra cifra stilistica, ma crediamo si possa anche parlare di temi seri. Cito il nostro brano Parco Sempione, che parla dello scempio attuato dall’amministrazione precedente sul bosco di Gioia per costruire il nuovo palazzo di Formigoni, quando invece c’era il Pirelli, uno dei primi grattacieli d’Italia,  in stato di semi abbandono che poteva essere ristrutturato. Ovviamente vincono gli appalti e le mazzette. La mia città è piena di edifici sfitti, ma si continua a costruire. Basterebbe ristrutturare, gli edifici che ci sono già sono più che sufficienti per soddisfare la domanda di case!

D) Secondo te è possibile fare musica a basso impatto?

R) In generale credo di sì. Se penso al trasporto, è un problema complesso da risolvere perché c’è bisogno di grandi tir per spostare l’attrezzatura, ma sono convinto che in percentuale siano pochissimi i camion usati a questo scopo rispetto, per esempio, ai tir che portano l’acqua confezionata dal sud al nord e viceversa, come ricordava tempo fa Beppe Grillo. Una soluzione semplice potrebbe essere che ogni luogo si attrezzi per avere il proprio palco. Per quanto riguarda l’energia, se fornita da pannelli solari o energie eolica, sarebbe un’alternativa davvero interessante.

D) Sei appassionato di baseball: quanto l’attività sportiva ti ha avvicinato all’ambiente?

R) Da quando alleno i ragazzi, mi sono accorto che arrivare al campo, spegnere il cellulare e godermi il verde mi fa sentire molto felice. D’altra parte tutto lo sport di base, ovvero quello praticato non da professionisti, invita a uscire di casa e a entrare in contatto con la natura. Anche solo andare al parco e palleggiare è sano, un’abitudine che esorto tutti a fare sempre più!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende