Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Fondazione UniVerde e SOS Terra: l’orgoglio green sbarca anche a Torino:

Fondazione UniVerde e SOS Terra: l’orgoglio green sbarca anche a Torino

ottobre 18, 2017 Campioni d'Italia, Rubriche

Far emergere, a livello nazionale, il gran fermento ecologico e ambientale che anima i territori locali e infondere orgoglio agli uomini e alle donne che percorrono la via sostenibile nelle loro imprese ed associazioni. E’questo il senso del “Green Pride” la campagna promossa dalla Fondazione UniVerde che da alcuni anni attraversa l’Italia spaziando tra i diversi settori della green economy e che oggi debutta a Torino nella sua versione regionale piemontese, in collaborazione con la Onlus SOS TERRA .

“La Fondazione nasce nel 2008 e mette insieme personalità storiche dell’ambientalismo italiano, come Gianfranco Amendola, e prestigiosi legami internazionali come quello con l’associazione di Jeremy Rifkin”, spiega il presidente ed ex Ministro dell’Ambiente e dell’Agricoltura Alfonso Pecoraro Scanio. “Mi piace parlare di attivismo civico. Le azioni che ho portato avanti nelle sedi istituzionali continuano nella società civile. La Fondazione non si limita a pubblicare rapporti, studi e ricerche ma sostiene campagne politiche a favore dell’ambiente“. In sinstesi un altro modo di “fare politica”, in forma più concreta e operativa.

Tra le tante battaglie (alcune vinte, altre perse ma mai abbandonate, altre in corso d’opera) a Pecoraro Scanio piace ricordare “quella No-Triv, quella per evitare la cessione dell’Isola di Budelli, in Sardegna, ad un milionario straniero, poi i 2 milioni di firme raccolte per far diventare patrimonio dell’umanità, con il riconoscimento Unesco, la pizza napoletana. Uno strumento utile contro il falso Made in Italy. Ma siamo attivi anche nel fronte che si oppone all’accordo di libero scambio CETA con il Canada”.

Sempre in trincea, ma oltre l’attività sul campo anche la ricerca e lo studio devono poter offrire le basi all’azione. “Curiamo tre rapporti. A iniziare da quello dedicato a Gli Italiani e il Solare, giunto alla XV° edizione, che presenteremo il 16 novembre a Milano. Poi il rapporto dedicato a Gli Italiani e lo Sviluppo Sostenibile, che presentiamo di solito alla BIT – la Borsa del Turismo, e infine il terzo Gli Italiani e l’Agricoltura“. Ma la Fondazione non si ferma qui.” Il nostro concorso fotografico Obiettivo Terra, in collaborazione con la Società Geografica Italiana, quest’anno si è tradotto in una mostra alle Nazioni Unite, che ho inaugurato il 10 ottobre a New York, durante il Columbus Day dove facciamo conoscere  le bellezze italiane”, racconta Pecoraro Scanio. ”Poi organizziamo Mediterraneo da Remare con Mare Vivo e la Guardia Costiera, una campagna contro la plastica con barche a vela, canoe, gondole con 50 tappe da giugno a settembre lungo le coste italiane; dal Friuli a La Maddalena in Sardegna”.

Intanto il Green Pride va avanti e giunge alla settima edizione: “E’ la raccolta e la pubblicizzazione delle buone pratiche ecologiste e sociali, un sostegno alle realtà che stanno costruendo una nuova società. Lo facciamo sia con eventi tematici sia territoriali ovvero dal Green Pride sul turismo sostenibile a quello di oggi a Torino, che ha l’obiettivo di sostenere comitati ed imprese green che lavorano ed agiscono nel territorio”.

E’qui che entra in scena Angelo Marino, ingegnere e presidente della Onlus SOS Terra, divenuta il “braccio operativo” della Fondazione: “L’associazione è un’idea nata e sviluppata grazie alle tante collaborazioni sul territorio della Fondazione. Si tratta di comitati, associazioni, imprese che hanno necessità di una cassa di risonanza nazionale, realtà frammentate che fanno cose lodevoli e a  cui spesso manca un sostegno istituzionale“. Ovvero, c’è tutto un mondo green da sostenere, come ripete Greenews.info da anni. “Lavoriamo ad una piattaforma web che darà voce a tutte queste realtà del territorio - spiega Marinoper esempio aiutiamo le start up che operano nella green economy e che non hanno risorse per entrare nei circuiti istituzionali. Abbiamo accompagnato tre start up sarde a New York grazie ad una collaborazione con un incubatore d’impresa di Capoterra. A Torino è nata la collaborazione con SocialFare, acceleratore torinese di startup ad alta innovazione sociale che oggi presenterà le proprie attività e una serie di startup che hanno partecipato ai loro programmi di accelerazione: da Rebox a Shike a L’Alveare che dice Sì e Crické.” L’importanza di fare networking.

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende