Home » Rubriche »Very Important Planet » Francesco “Fry” Moneti (Modena City Ramblers): “La montagna rende più creativi”:

Francesco “Fry” Moneti (Modena City Ramblers): “La montagna rende più creativi”

ottobre 18, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Ci sarebbe solo l’imbarazzo della scelta per le domande da fare ai Modena City Ramblers. Dall’Irlanda di “Riportando tutto a casa“, all’America Latina di “Terra e Libertà“, passando per la Resistenza di “Appunti Partigiani“, gli argomenti caldi toccati dai Modena City Ramblers in vent’anni di carriera sono davvero tanti. Tuttavia il prossimo concerto del gruppo, in programma a Torino il 24 ottobre (ore 21:30, Monte dei Cappuccini), dà la possibilità di scoprire un lato più sconosciuto della band: il loro legame con la montagna. I Modena City Ramblers suoneranno in occasione della chiusura dei festeggiamenti per il 150° anniversario di fondazione del Club Alpino Italiano che dal 22 al 27 settembre ha organizzato una serie di eventi per ricordare la sua fondazione avvenuta 150 anni fa nel capoluogo subalpino ad opera di Quintino Sella.

Ma cosa affascina della montagna? Per i Modena City Ramblers la montagna è il luogo ideale dove andare a rifugiarsi in vista di un nuovo album. Come afferma Francesco “Fry” Moneti, chitarra e violino dei MCR, «la situazione al contatto con la natura, scevra da tanti fattori critici della città, rende più creativi».

D) Francesco “Fry” Moneti, qual è il legame tra i Modena City Ramblers e la montagna?

R) Io sono toscano e da sempre sono stato abituato a muovermi tra colline e montagne. Il nostro cantante invece abita proprio in montagna. Nel corso della nostra attività ci è capitato di lavorare in diverse occasioni in posti di montagna, in particolare in fase di preparazione di un disco. Abbiamo verificato che la montagna è un luogo in cui la nostra attenzione è al massimo e la composizione riesce molto bene. La situazione al contatto con la natura scevra da tanti fattori critici della città (dall’inquinamento acustico ai ritmi concitati) rende più creativi. Quello con la montagna è quindi un rapporto che i Modena City Ramblers nutrono da sempre pur non abitando tutti in montagna. Aggiungo, inoltre, che la montagna spesso rappresenta “salvezza” nel corso dei tour estivi. Le tappe nei posti in montagna ci permettono di rifiatare: in questo modo riusciamo a dormire lontani dal caldo torrido.

D) Tra i personaggi delle vostre canzoni compaiono i partigiani, figure che si collocano nell’immaginario montano del periodo bellico. Occupandovi di queste storie che rapporto avete percepito tra la montagna e i partigiani?

R) I partigiani non avevano un rapporto di svago come può essere il nostro modo di vivere la montagna. Dovevano dormire con un occhio aperto perché il pericolo era incombente, il nemico poteva arrivare da un momento all’altro. Tuttavia avevano un legame molto più forte di noi, uomini del XXI secolo, fatto sia di vita che di morte. Nella lotta di liberazione partigiana molte battaglie e molti atti eroici sono avvenuti in posti di montagna.

D) Nelle vostre canzoni non ci sono però solamente luoghi e montagne italiane…

R) Nel 1997 facemmo un album dal titolo “Terra e Libertà” fortemente intriso di suggestioni sudamericane. In quel periodo avemmo la fortuna di conoscere e collaborare con una serie di scrittori famosi, tra cui Luis Sepúlveda, Paco Ignacio Taibo, Daniel Chavarria e Carlos Fuentes. Quell’esperienza culminò con tour internazionale che ci portò in alcuni luoghi suggestivi che rievocavano le storie raccontate dagli scrittori. Dalle regione delle Asturie in Spagna fino in America Latina (Bolivia, Cuba, Messico, Guatemala). In Messico siamo stati ospitati dalle comunità zapatiste e abbiamo avuto l’opportunità di stare insieme a loro tra le montagne. Stando con loro ti rendi conto che le persone che vivono in montagna hanno un atteggiamento molto diverso da coloro che vivono in città. Al contrario di quello che accade in ambito urbano, in montagna devi sottostare ai ritmi della natura e c’è, inoltre, una specie di compenetrazione tra uomo e natura che rende le persone più “ruvide” ma forse anche più vere.

D) Oltre alla montagna, in passato il tema ambientale è entrato all’interno delle vostre canzoni?

R) Nel 2001 per il quotidiano La Stampa partecipammo alla realizzazione della compilation “A come Ambiente” con un brano inedito dedicato al nostro Pianeta dal titolo “Madre Terra”. Insieme ai Modena City Ramblers parteciparono alla compilation anche altri gruppi, tra cui gli Africa Unite, i Mau Mau e i Sud Sound System. Ora è da un po’ che non riproponiamo dal vivo questo brano. Questa domanda mi apre delle prospettive: potrebbe essere un pezzo da rispolverare e da mettere in scaletta visto che il tema ambientale è quanto mai attuale. Attraverso le nostre canzoni cerchiamo infatti di schierarci a favore della tutela dell’ambiente. Siamo dei cantastorie e quello che possiamo, e cerchiamo di fare, è sensibilizzare alle tematiche ambientali la gente e il pubblico che incontriamo in ogni concerto.

Giuseppe Iasparra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

luglio 14, 2017

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

La sfida della sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici passa anche per le Alpi. Patrimonio di inestimabile valore per i paesaggi e luoghi unici, oggi l’arco alpino italiano è anche la culla di tante esperienze virtuose, moderne e rispettose dell’ambiente, in grado di dar impulso ad una nuova economia e incentivare un turismo [...]

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

luglio 13, 2017

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

Ford e Deutsche Post DHL Group nel mese di giugno 2017 hanno siglato un accordo con StreetScooter per la produzione di un nuovo veicolo con alimentazione elettrica da dedicare ai servizi di consegna. I partner sono ora all’opera per la realizzazione di un veicolo furgonato di grandi dimensioni da utilizzare per le consegne quotidiane. Deutsche Post [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende