Home » Rubriche »Very Important Planet » Franco Trentalance, il “Peccatore” del vino bio: “diffido delle persone che non amano l’ambiente”:

Franco Trentalance, il “Peccatore” del vino bio: “diffido delle persone che non amano l’ambiente”

aprile 14, 2017 Rubriche, Very Important Planet

Vent’anni di onorata carriera da pornodivo, 400 pellicole da protagonista illuminato dalle luci rosse e poi, alla soglia dei cinquant’anni, arrivederci e grazie. Senza rinnegare nulla. Franco Trentalance, origini molisane ma nato a Bologna, da due mesi ha abbandonato la nudità professionale e iniziato “quattro nuove carriere, per sostituirne una”. Da poche settimane vive di teatro, uno spettacolo che ha fatto sold out, firma fatture come mental coach, ha scritto un libro, ma soprattutto si è dedicato alla terra. Con un’azienda romagnola produce “Il Peccatore“, etichetta con chiaro inchiostro autobiografico, un Sangiovese superiore biologico, presentato nei giorni scorsi al Vinitaly. Perché Franco ama l’ambiente e le sue donne devono superare un test tutto green, lo spiega nell’intervista, per entrare nelle sue grazie.

D)  Franco da due mesi niente set porno,  come occupi il tuo tempo?

R) Mi dedico totalmente alle attività di cui mi occupavo, con meno tempo, anche prima. Quattro carriere nuove per sostituirne una. In particolare teatro, mental coaching, vino e  scrittura.

D) Iniziamo dal teatro, “Trattare con cura” ha fatto il pieno a Bologna. Sold out. Il pubblico apprezza. C’è tanta ironia, tanto di te e del sesso?

R) Le persone, senza distinzione di ceto sociale, mi hanno sempre chiesto come funziona sul set e quindi ho scritto uno spettacolo sul mondo “a tripla x” dove rivelo i retroscena di un pianeta di cui in tanti parlano, ma nessuno conosce bene. Poi l’attrazione uomo/donna, questi due animali che si cercano di continuo con dinamiche diverse nell’approccio, nello sviluppo e nella conclusione del rapporto. Siamo a metà tra tutorial e racconto biografico, ma non fine a stesso. Il 2 maggio sarò  in scena a Milano, un antipasto della stagione teatrale.

D) Calchi il palcoscenico e scrivi. Passione che coltivi da tempo, sei alla terza opera dopo “Trattare con cura” e “Tre giorni di buio”, con Gianluca Versace. Siamo curiosi di conoscere la  tua ultima fatica letteraria…

R) Si tratta di un thriller, partito molto bene. S’ intitola “Il guardiano del parco”,  scritto con Marco Limberti e ambientato nell’Appennino Tosco-Emiliano. Il 25 aprile ci consegneranno un premio al FIPILI Horror Festival, che raduna tutti gli appassionati di film horror. Cosa c’entriamo noi con un libro? Il romanzo nasce da una sceneggiatura, abbiamo realizzato anche delle clip, il film è rimasto in frigorifero ma all’editore è piaciuta l’idea. In questo caso è nato prima il film e poi il libro. Abbiamo un mucchio di materiale foto e video. Per questo siamo stati premiati.

D) Veniamo all’ultima impresa, quella agricola. Sei diventato produttore di vino, con un’etichetta presentata all’ultimo Vinitaly, com’e nata questa idea?

R)  Sono emiliano-romagnolo e grande appassionato di enogastronomia. Ho cercato  un partner per produrre un vino del quale essere orgoglioso, che mi rappresentasse: un Sangiovese superiore biologico. Un rosso, poi usciremo con un bianco. Seguo la politica dei piccoli passi. E’ prodotto nella Tenuta Santa Lucia, a Mercato Saraceno in provincia di Cesena, zona vocata a certi uvaggi. Sono veramente orgoglioso della scelta di produrre con un’azienda biodinamica!

D) L’hai battezzato “Il Peccatore” e non poteva essere diversamente…

R) Chiaro  riferimento al mio percorso, che non rinnegherò mai. Come ha detto San Giovanni “Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi”… Va da sé che qui il peccato è quello di gola e  in questo senso è bene essere un peccatore.

D) Torniamo al biologico, perché questa scelta?

R) Ha un carattere etico e io adoro la natura. Sono amico di tanti sindaci e quando vedo costruire qualcosa mi arrabbio: diffido un po’ delle  persone che non amano  l’ambiente. Se uno non sta bene nella natura ha qualche problema con la sua personalità. Per stare con una donna faccio un test: prima in discoteca, poi una camminata nel bosco e a tirare con l’arco. Se si rompe le balle parte malissimo. Se è astemia, le fa schifo leggere, non le piace il bosco di cosa parliamo? Anche se fosse una super gnocca, grazie e arrivederci!

D) Pane, eros e natura! Ma quali sono gli oltraggi ambientali che ti fanno più arrabbiare?

R)  L’acqua… Quante bottiglie produciamo? I nostri nonni non ci crederebbero, loro neanche la pagavano. Trasportiamo tonnellate di plastica, non riesco a capirlo. Una follia!

D) Innamorato  e affascinato dalla natura, ma in concreto cosa fai per tutelarla nella vita di tutti i giorni?

R)  Cerco, non per tirchieria, di risparmiare acqua, luce e gas. A Castel Maggiore, dove abito, ho appena donato 8 alberi. Mi piace godere di un viale alberato in cui passerò tante volte nella mia vita e che ti può cambiare la qualità della giornata…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende