Home » Rubriche »Very Important Planet » Franco Trentalance, il “Peccatore” del vino bio: “diffido delle persone che non amano l’ambiente”:

Franco Trentalance, il “Peccatore” del vino bio: “diffido delle persone che non amano l’ambiente”

aprile 14, 2017 Rubriche, Very Important Planet

Vent’anni di onorata carriera da pornodivo, 400 pellicole da protagonista illuminato dalle luci rosse e poi, alla soglia dei cinquant’anni, arrivederci e grazie. Senza rinnegare nulla. Franco Trentalance, origini molisane ma nato a Bologna, da due mesi ha abbandonato la nudità professionale e iniziato “quattro nuove carriere, per sostituirne una”. Da poche settimane vive di teatro, uno spettacolo che ha fatto sold out, firma fatture come mental coach, ha scritto un libro, ma soprattutto si è dedicato alla terra. Con un’azienda romagnola produce “Il Peccatore“, etichetta con chiaro inchiostro autobiografico, un Sangiovese superiore biologico, presentato nei giorni scorsi al Vinitaly. Perché Franco ama l’ambiente e le sue donne devono superare un test tutto green, lo spiega nell’intervista, per entrare nelle sue grazie.

D)  Franco da due mesi niente set porno,  come occupi il tuo tempo?

R) Mi dedico totalmente alle attività di cui mi occupavo, con meno tempo, anche prima. Quattro carriere nuove per sostituirne una. In particolare teatro, mental coaching, vino e  scrittura.

D) Iniziamo dal teatro, “Trattare con cura” ha fatto il pieno a Bologna. Sold out. Il pubblico apprezza. C’è tanta ironia, tanto di te e del sesso?

R) Le persone, senza distinzione di ceto sociale, mi hanno sempre chiesto come funziona sul set e quindi ho scritto uno spettacolo sul mondo “a tripla x” dove rivelo i retroscena di un pianeta di cui in tanti parlano, ma nessuno conosce bene. Poi l’attrazione uomo/donna, questi due animali che si cercano di continuo con dinamiche diverse nell’approccio, nello sviluppo e nella conclusione del rapporto. Siamo a metà tra tutorial e racconto biografico, ma non fine a stesso. Il 2 maggio sarò  in scena a Milano, un antipasto della stagione teatrale.

D) Calchi il palcoscenico e scrivi. Passione che coltivi da tempo, sei alla terza opera dopo “Trattare con cura” e “Tre giorni di buio”, con Gianluca Versace. Siamo curiosi di conoscere la  tua ultima fatica letteraria…

R) Si tratta di un thriller, partito molto bene. S’ intitola “Il guardiano del parco”,  scritto con Marco Limberti e ambientato nell’Appennino Tosco-Emiliano. Il 25 aprile ci consegneranno un premio al FIPILI Horror Festival, che raduna tutti gli appassionati di film horror. Cosa c’entriamo noi con un libro? Il romanzo nasce da una sceneggiatura, abbiamo realizzato anche delle clip, il film è rimasto in frigorifero ma all’editore è piaciuta l’idea. In questo caso è nato prima il film e poi il libro. Abbiamo un mucchio di materiale foto e video. Per questo siamo stati premiati.

D) Veniamo all’ultima impresa, quella agricola. Sei diventato produttore di vino, con un’etichetta presentata all’ultimo Vinitaly, com’e nata questa idea?

R)  Sono emiliano-romagnolo e grande appassionato di enogastronomia. Ho cercato  un partner per produrre un vino del quale essere orgoglioso, che mi rappresentasse: un Sangiovese superiore biologico. Un rosso, poi usciremo con un bianco. Seguo la politica dei piccoli passi. E’ prodotto nella Tenuta Santa Lucia, a Mercato Saraceno in provincia di Cesena, zona vocata a certi uvaggi. Sono veramente orgoglioso della scelta di produrre con un’azienda biodinamica!

D) L’hai battezzato “Il Peccatore” e non poteva essere diversamente…

R) Chiaro  riferimento al mio percorso, che non rinnegherò mai. Come ha detto San Giovanni “Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi”… Va da sé che qui il peccato è quello di gola e  in questo senso è bene essere un peccatore.

D) Torniamo al biologico, perché questa scelta?

R) Ha un carattere etico e io adoro la natura. Sono amico di tanti sindaci e quando vedo costruire qualcosa mi arrabbio: diffido un po’ delle  persone che non amano  l’ambiente. Se uno non sta bene nella natura ha qualche problema con la sua personalità. Per stare con una donna faccio un test: prima in discoteca, poi una camminata nel bosco e a tirare con l’arco. Se si rompe le balle parte malissimo. Se è astemia, le fa schifo leggere, non le piace il bosco di cosa parliamo? Anche se fosse una super gnocca, grazie e arrivederci!

D) Pane, eros e natura! Ma quali sono gli oltraggi ambientali che ti fanno più arrabbiare?

R)  L’acqua… Quante bottiglie produciamo? I nostri nonni non ci crederebbero, loro neanche la pagavano. Trasportiamo tonnellate di plastica, non riesco a capirlo. Una follia!

D) Innamorato  e affascinato dalla natura, ma in concreto cosa fai per tutelarla nella vita di tutti i giorni?

R)  Cerco, non per tirchieria, di risparmiare acqua, luce e gas. A Castel Maggiore, dove abito, ho appena donato 8 alberi. Mi piace godere di un viale alberato in cui passerò tante volte nella mia vita e che ti può cambiare la qualità della giornata…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende