Home » Rubriche »Very Important Planet » Frankie Hi-nrg la canta a tutti. “Cultura e ambiente non possono andare al risparmio”:

Frankie Hi-nrg la canta a tutti. “Cultura e ambiente non possono andare al risparmio”

maggio 13, 2016 Rubriche, Very Important Planet

Un rapper italiano che piace anche ai mostri sacri come Run DMC e Beastie Boys, che lo hanno voluto sul palco per aprire i loro concerti. A Frankie hi-nrg mc, classe 1969, (al secolo Francesco Di Gesù), non serve la pagellina per confermare il suo estro musicale. Un punto di riferimento della scena hip hop italiana, ma aperto alle contaminazioni – una intensa collaborazione con Fiorella Mannoia - e  una forte attenzione ai temi sociali. E ora musica e arte insieme con Artune: 10 musicisti italiani che compongono la prima guida emozionale alle opere dei musei italiani. Una delle sue tante idee originali di cui ci parla in questa intervista.

D Frankie ci spieghi questa iniziativa?

R) E’ una formula di promozione artistica dove una forma d’arte si sposa con un’altra. Abbiamo chiesto a dieci artisti cinque brani a testa e di associare una loro canzone, a piacimento, ad un’opera d’arte. Una guida emozionale con un commento dell’artista che in questo modo introduce lo spettatore alla visione. Hanno aderito al progetto Elisa, Simone Cristicchi, Giuliano Sangiorgi, Paola Turci, Andrea Mirò, Neri Marcorè, Andy Fluon (Bluvertigo), Dario Vergassola, Claudio Coccoluto.

D) L’obiettivo?

R) Aiutare le persone a superare il timore reverenziale per l’arte, il senso d’inadeguatezza che certa scuola ci lascia addosso. Uno spunto, un pretesto per avvicinare tutti alla bellezza. Si devono aiutare le persone in quanto ignoranti. Si può fruire di questa nuova forma di racconto su Spotify, la piattaforma di streaming musicale,  o con lo smartphone davanti alle opere selezionate dagli artisti. Ci si può collegare su www.artune.it.

D) Di quale bellezza parliamo?

R) La ricerca del bello, non del cosiddetto bello. C’è un concetto di bellezza proprio e un altro basato sull’adeguarsi, sull’omologarsi ai gusti imperanti. Ti faccio un esempio: uno dei cosiddetti sex symbol degli anni scorsi era Serena Grandi, ma deve il suo successo a come è stata proposta, c’è dietro un gran lavoro perché fosse considerata una delle donne più belle. Il gusto collettivo è, dunque, andato in quella direzione. E’ necessaria, invece,  la tranquillità di osservare un’opera con il candore del fanciullo, quelli che meglio di tutti si pongono davanti all’arte.

D) I musei educano alla bellezza per come sono gestiti oggi?

R) Con grande difficoltà, si ha più la tutela delle opere che il lavoro di crescita culturale. Sono gestiti spesso da volenterosi operatori culturali che sacrificano tempo e capitali per organizzare eventi mentre il Ministro Franceschini considera il museo come una scatola dove la gente deve pagare per vedere delle opere. Poi ha il coraggio di chiedere di suonare gratuitamente per la “Festa della Musica” quando già si suona a gratis…

D) Vedo che non corre buon sangue con i “piani alti” della cultura nazionale…

R) Gli faccio io una proposta: si smetta di far aspettare 1 anno e 4 mesi per essere pagati dalla pubblica amministrazione! Nel prossimo futuro spero che arrivi un ministro vero

D) Parliamo di ambiente, mi indichi l’emergenza ambientale più grave secondo te?

R) Un’emergenza di natura psicologica che appartiene a tutti noi, non è visibile, c’è l’abbiamo dentro la testa ed è da affrontate molto velocemente. Si tratta di una straordinaria chiusura verso gli altri, verso la novità, la creatività, il belloSento parlare quasi esclusivamente di denaro, il soggetto sono sempre i soldi, questa è l’emergenza ambientale più grave e della quale meno ci accorgiamo.

D) E’ dunque una brutta economia quella che rovina tutto. Vedi altre emergenze che possano essere risolte più nell’immediato?

R) L’inquinamento delle coste, delle falde acquifere, il dissesto idrogeologico. Per fare esempio: Genova ogni anno smottaIl problema è che queste emergenze vengono non affrontate, cioè affrontate al risparmio; ma non si può andare al risparmio su un’eventuale catastrofe! Finché ci sarà, tra virgolette, “voglia di risparmiare” sulle cose necessarie si andrà sempre peggio. E infine, per capirci, quando i soldi ci sono tanti si rubano!

D) Riflessioni importanti sullo stato del pianeta e dell’economia, ma tu cosa fai ogni giorno, nel tuo piccolo, per rispettare l’ambiente?

R) Non rispondo alle provocazioni…

Si chiude così l’intervista con Frankie, che sale sul treno – anche questa è una risposta concreta all’ultima domanda – per andare alla mostra, a Palazzo Madama a Torino, ”Da Poussin agli Impressionisti. Tre secoli di pittura francese”, che ha contributo a rendere più piacevole al pubblico con la forza della musica.

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende