Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Fresh-App: dalle bucce di mele e arance nasce a Napoli una bevanda innovativa:

Fresh-App: dalle bucce di mele e arance nasce a Napoli una bevanda innovativa

novembre 11, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Bucce di mele e arance, creatività partenopea e una tecnologia che permette di estrarre in poche ore oli essenziali e sostanze benefiche dai vegetali, mantenendone inalterata la qualità. Fresh-App, la bevanda creata all’Università Federico II di Napoli e vincitrice un mese fa della medaglia d’argento al concorso europeo di eco-innovazione alimentare Ecotrophelia, nasce dalla combinazione sapiente di pochi ingredienti.

Ora, mentre nel capoluogo campano è in fase di costituzione lo spin-off che dovrà occuparsi della produzione e distribuzione, Fresh-App si prepara ad arrivare sul mercato. “E’ una bevanda dissetante, leggermente gassata, a bassa gradazione alcolica, adatta anche per gli aperitivi, sia da sola, sia miscelata con altre per ottenere cocktail”, spiega il docente Daniele Naviglio, che ha lavorato al progetto insieme ai colleghi Pierpaolo Scarano, Carla Manfredi e Monica Gallo e a un team di neolaureati e ricercatori (Emmanuele Parisi, Davide Luglio, Simona Giacobbe, Laura Le Grottaglie, Manuela Vitulano, Mario Raiola, Lorenzo Aletta, Christian Pepe, Ilaria Sorrentino, Fulvio Ventuno, Sabato Volino).

Tutto è cominciato nei laboratori di Chimica analitica del Dipartimento di Chimica di Monte Sant’Angelo, dove si lavora molto sul recupero di scarti alimentari da produzioni industriali. “Quando siamo venuti a conoscenza del concorso, avevamo già iniziato a mettere a punto questa bevanda partendo da scarti di lavorazione che prima erano considerati rifiuti”.

Decisiva è stata la tecnologia brevettata nel 1998 dallo stesso Naviglio e già utilizzato anche nel settore dell’erboristeria e nella produzione di liquori: “E’ un sistema che, attraverso l’alternanza di cicli di pressione e depressione, consente l’estrazione dei composti colorati e aromatici dalla matrice alimentare senza alterare le caratteristiche chimiche. Rispetto ai normali processi di macerazione, che durano settimane, tutto avviene in poche ore: grazie al ridotto contatto tra parte solida e parte liquida, i composti si mantengono integri, senza ossidazioni o degradazioni. Per utilizzare le bucce di mela questo era l’unico metodo possibile, perché nella macerazione tendono a ossidarsi facilmente”.

Oltre al sapore gradevole e al carattere ecologico, ad attirare l’attenzione sul prodotto è stato anche il contenuto di sostanze benefiche: “Gli oli essenziali degli agrumi hanno molte proprietà, tra cui quelle espettoranti, mentre dalle bucce di mela vengono polifenoli, antociani e antiossidanti, utili nel contrasto allo stress e ai radicali liberi conseguenza dell’invecchiamento”. Per il packaging, il team ha scelto di utilizzare delle bottiglie di alluminio che, spiegano dall’università, “uniscono un aspetto giovane e gradevole a caratteristiche tecnologiche interessanti. Infatti, oltre a preservare il prodotto dalla luce e dai gas esterni, l’alluminio è riciclabile all’infinito e facile da compattare”.

Fresh-App ha ottenuto la medaglia d’argento nella competizione europea dopo essersi classificata al primo posto a livello nazionale, davanti ad altre cinque idee imprenditoriali presentate dall’università di Parma, dall’università di Modena e Reggio Emilia e dalla Seconda Università degli Studi di Napoli, che hanno proposto una pasta a base di canapa (Canapella), una pasta a base di farina di grillo (CrickEat), uno snack a base di gocce di miele (Honey Drops), un biscotto a base di quinoa (Quindì) e uno snack legato alle tipicità agronomiche territoriali delle diverse regioni italiane (Vorticella). Nella finale europea, il team napoletano ha dovuto competere con quelli di altri 15 Paesi europei.

Dopo il buon risultato ottenuto, continua Naviglio, “sono già arrivate diverse manifestazioni di interesse da parte di aziende alimentari e nei primi taste panel abbiamo ottenuto percentuali di gradimento che superano l’80%”. Per poter bere Fresh-App all’ora dell’aperitivo non bisognerà aspettare molto: “Il prodotto sarebbe già pronto per la commercializzazione. Adesso stiamo lavorando alla costituzione della società, che per i primi anni avrà la forma di uno spin-off universitario”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende