Home » Campioni d'Italia »Rubriche » GAI Pride, il successo del gruppo d’acquisto per le auto sostenibili:

GAI Pride, il successo del gruppo d’acquisto per le auto sostenibili

aprile 15, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Dici gruppo d’acquisto e pensi a cassette di verdure, pane a lievitazione naturale, formaggi genuini. Ma se questo modello funziona per la spesa – si sono detti Gianalfredo Furini e Luca Dal Sillaro – perché non usarlo anche per acquistare auto (per di più se si tratta di mezzi sostenibili: ibridi, elettrici, a metano, ancora troppo cari per il grande pubblico)?

L’idea, nata un po’ per caso, ha funzionato e oggi attraverso il GAI (Gruppo d’acquisto ibrido) sono già state acquistate da famiglie e professionisti 333 auto ibride e 4 elettriche. “Io e Luca ci siamo conosciuti nel 2012 su un forum on line dedicato alle auto ibride. Entrambi volevamo comprare una macchina di questo tipo e parlando a Luca, che già faceva parte di un gas, è venuta l’idea di sperimentare questa formula anche per l’auto”, racconta Gianalfredo. Così, i due contattano i concessionari, mettono insieme altre persone interessate e alla fine dimostrano che l’idea funziona: “Acquistammo 16 auto ibride con uno sconto del 20%. Nel 2013 poi abbiamo messo insieme un secondo gruppo, per un totale di circa 50 auto acquistate”. A cui se ne aggiungono altri nel 2014, per un totale di otto gruppi già chiusi.

Le scommesse più recenti riguardano le auto elettriche e quelle a metano. “Le prime per adesso sono poco richieste perché hanno un’autonomia ridotta e in giro ci sono poche colonnine di ricarica. Per le auto a metano, invece, abbiamo in lista 500 persone: stiamo lavorando per portare a termine il primo acquisto. Inoltre, stiamo anche mettendo a punto un’iniziativa sulle biciclette elettriche su richiesta di un sindaco della Liguria”.

Il funzionamento del GAI è semplice: “Dopo l’iscrizione al gruppo, chiediamo alle persone di inviarci le informazioni su quale auto vogliono comprare – modello, allestimenti, colore – e sull’auto che desiderano dare eventualmente in permuta. Noi scegliamo solo la casa automobilistica sulle base di criteri di qualità, mentre ognuno è libero di optare per il modello che preferisce. Iniziamo poi a chiedere preventivi ai concessionari: fino ad oggi abbiamo avuto contatti con una ventina e lavorato con sette o otto. Non accettiamo mai sconti inferiori a quelli praticati al gruppo precedente, ma allo stesso tempo ci teniamo ad acquistare dai concessionari: è un periodo di difficoltà per molti di loro, questa iniziativa può dare una boccata d’ossigeno. All’inizio non conoscevano il meccanismo ed erano un po’ diffidenti, ma poi hanno capito che con questo modello c’è un beneficio per tutti”. Di solito, in due mesi e mezzo dall’iscrizione si può tornare a casa al volante della nuova auto, con un risparmio che può arrivare a 6-7.000 euro, sconti su gomme e accessori, e una guida a minor impatto ambientale. Il GAI non ha ancora fatto stime ufficiali, ma secondo la Toyota, per esempio, una Yaris ibrida su 10.000 chilometri percorsi emette circa 300 chili di CO2 in meno rispetto a una Yaris a benzina.

Finora, al GAI hanno partecipato persone di tutti i tipi: “Giovani famiglie, anziani, persone desiderose di risparmiare, automobilisti attenti al rispetto dell’ambiente. Molte sono persone già iscritte a un gas tradizionale. Sul nostro sito c’è anche un’area social dedicata alla nostra community, e ogni anno organizziamo un evento dedicato a loro. Lo abbiamo chiamato GAI pride, con un gioco di parole: il clou è la gara tra auto ibride, dove vince chi consuma di meno, ma ci sono anche momenti di socializzazione e divertimento”.

Per Gianalfredo, ex impiegato, e Luca, insegnante, la gestione del gruppo d’acquisto si è presto trasformata in un lavoro: “Ci siamo costituiti come associazione culturale: le attività del GAI si sostengono attraverso il tesseramento dei soci. Il nostro lavoro invece è ripagato grazie alle provvigioni che riceviamo dai concessionari, pari all’1-2% del costo di ogni auto”. Oggi il GAI cura gruppi d’acquisto per Jacopo Fo e il suo progetto Alcatraz, per l’associazione Altroconsumo e per aziende interessate a offrire questa possibilità ai dipendenti. “In futuro vorremmo lavorare di più con le imprese: alcune ci hanno contattato per l’acquisto delle flotte aziendali. Lo stesso lavoro potremmo farlo con gli enti pubblici locali. Tra i nuovi mezzi su cui vorremmo provare a lavorare, ci sono gli scooter elettrici, interessanti per chi si muove in città”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende