Home » Rubriche »Very Important Planet » Gavino Murgia, un sax che suona tra grotte naturali e siti archeologici:

Gavino Murgia, un sax che suona tra grotte naturali e siti archeologici

dicembre 22, 2017 Rubriche, Very Important Planet

Nato nel 1971 nell’”Atene sarda”, la città di Nuoro, così chiamata per aver dato i natali al premio Nobel Grazia Deledda e ad altri scrittori ed artisti, Gavino Murgia è un jazzista che inizia a suonare, all’età di dodici anni, il sax alto. Amore per la musica nutrito dalla fornitissima discoteca del padre, mentre a quindici anni inizia a suonare con vari gruppi pop e funky e a collaborare con alcune compagnie teatrali in Sardegna. Una grande immersione e tanto studio del jazz, senza dimenticare la musica tradizionale sarda, fino ad emergere nella scena nazionale ed internazionale. Ha collaborato con Bobby McFerrin, Rabih Abou Kalil, Al di Meola, Gianna Nannini. Vinicio Caposella, Piero Pelù e tantissimi altri artisti. Il 28 dicembre prossimo sarà sul palco della rassegna “Cinema Musica Società” a Dorgali, paese della costa orientale sarda, dove andrà in scena un progetto di memoria storica dedicato ai 30 anni del festival internazionale “Cala Gonone Jazz con le immagini, spesso inedite, dei maggiori jazzisti al mondo che hanno suonato su quel palco. Ecco cosa ha raccontato a Greenews.info…

D) Gavino, parlaci dei tuoi ultimi lavori…

R) Mi piace raccontare di “Officium Divinum” un progetto dedicato a Jan Garbarek, un omaggio al suo lavoro, con la Hilliard Ensemble,‘Officium Defuntorum’. E’ l’accostamento del jazz – ovvero del sax – che improvvisa con questa musica antica: i canti religiosi del Cantar Lontano Ensemble. Un repertorio che abbraccia un periodo che va dal 1200 fino al 1550. Voglio poi ricordare un altro lavoro:  Endless con il quartetto composto da me, Michel Godard, Luciano Biondini, Patrice Heral, dove si possono ascoltare diversi strumenti, alcuni molto originali come launeddas, tuba e percussioni nordafricane. Con loro ci sono in cantiere altri lavori ed è già pronto il disco con i Blast Quartet

D) Presto salirai invece sul palco della rassegna di Dorgali, dove ti si vedrà anche nelle immagini storiche di “Cala Gonone Jazz”. La serata del 29 dicembre a “Cinema e Musica” sarà dedicata ai 30 anni della rassegna, attraverso la colonna sonora e visiva delle immagini dei concerti e delle notti sotto le stelle. Lì hai suonato anche con Rabih Abou-Khalil, che ricordi hai?

R) Si tratta di un rapporto molto forte e di una collaborazione che continua ancora oggi. Lui è uno straordinario musicista libanese, forse il più importante. Ha venduto un milione di dischi!

D) Hai suonato in tanti Paesi nel mondo: dalla Finlandia allo Yemen, in diverse location, ma si dice che ami particolarmente quelle legate alla natura. E’ vero?

R) Sì certo,  ma amo anche i monumenti artistici, come le chiese antiche. Poi siti spesso legati ad un filo storico lunghissimo, con l’archeologia. Mi piace moltissimo suonare ed instaurare un rapporto stretto con l’ambiente in cui suono, cerco di avvicinarmi il più possibile al suo essere. Ho avuto la fortuna e l’opportunità di suonare in luoghi incantevoli. Per esempio Sana’a, la capitale dello Yemen, una delle città più antiche e più belle al mondo. Alle origini della civiltà… Emozionante anche suonare a Baalbek in Libano, non a caso dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Ma naturalmente non posso dimenticare la Sardegna e il suo ricco patrimonio archeologico, dove ho avuto modo di suonare in numerosi siti preistorici: dal villaggio nuragico di Serra OrriosSa Domu e s’Orcu,la tomba dei giganti della Giara di Siddi dove ho suonato con Paolo Fresu Bebo Ferra. Poi le grotte dove ho suonato: da quella di Ispinigoli a Dorgali a quelle di Frasassi nelle Marche che sono straordinarie. Sale naturali, che sembrano esposizioni di installazioni contemporanee. Suonare in questi posti ti influenza: c’è la risposta della musica, un feedback sonoro. Luoghi che ti consentono di giocare con il suono dell’ambiente.

D) Ambiente, appunto: qual è, secondo te, il pericolo maggiore che corre il pianeta dal punto di vista ambientale?

R) Tutto quello che leggiamo sui giornali mi spaventa moltissimo. Soprattutto leggere di questi (politici e amministratori, NdR) che non si mettono d’accordo per regolare uno sviluppo assurdo, insensato e che sta rovinando tutto!

D) Ma tu cosa fai nella vita quotidiana per tutelare l’ambiente?

R)   Io sto tanto fuori casa. Vivo spesso negli hotel e in genere mi affido al buon senso di queste strutture. A casa vige il regime di raccolta differenziata, credo che sia un’ottima soluzione. Almeno il primo passo per iniziare a cambiare qualcosa nei nostri stili di vita…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende